NASCAR | Denny Hamlin e Michael Jordan fondano un team, Bubba Wallace al volante

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Il pilota del JGR e la leggenda del basket comprano il charter del Germain Racing e scendono in campo in vista del 2021


La notizia che un mese fa sembrava uscita da un generatore automatico di annunci di mercato invece si è rivelata vera e la conferma è arrivata nella scorsa notte: Denny Hamlin diventa azionista di un team insieme al giocatore di basket più forte della storia, ovvero Micheal Jordan, suo amico e sponsor tecnico da lunga data. I due hanno dunque formato un team sulle ceneri del Germain Racing che lascerà la Cup Series a fine anno. Saluta (per ora) anche Ty Dillon che verrà sostituito da Bubba Wallace.

La catena di eventi che ha portato a questo è iniziata durante il mese di agosto quando la catena di assicurazioni GEICO, sponsor praticamente unico della #13 del Germain Racing e dal 2020 anche uno dei quattro “Premier Partner” della Nascar (insieme a Busch, Coca-Cola e Xfinity) del nuovo modello di sponsorizzazione della Cup Series, ha deciso di proseguire solo con la seconda iniziativa lasciando il team a cui aveva contribuito sin dal 2009.

Il team owner Bob Germain, ritrovatosi così senza lo sponsor principale che lo aveva supportato nella quasi totalità delle gare, è stato dunque costretto ad alzare bandiera bianca data l’impossibilità di trovarne uno o più in grado di coprire la stagione 2021 e, dopo la conferma ufficiale dell’uscita di GEICO arrivata il 5 settembre, ha annunciato la possibilità di vendere il team.

La trattativa dunque si è sviluppata in brevissimo tempo grazie alla collaborazione fra il pilota del Joe Gibbs Racing e la leggenda del basket ed ha portato all’annuncio della scorsa notte.

“11 anni fa ho incontrato Michael Jordan ad una partita degli allora Charlotte Bobcats (la squadra NBA di cui Jordan è proprietario) e siamo diventati velocemente amici. Poco più tardi sono diventato il primo pilota Nascar sponsorizzato dal marchio Jordan. La nostra amicizia è cresciuta nel corso degli anni ed ora siamo pronti per portarla ad un altro livello. Oggi sono felice di annunciare che Michael Jordan ed io faremo debuttare un nuovo team composto da una vettura in Cup Series nel 2021. La decisione sul pilota da schierare è stata semplice, doveva essere Bubba Wallace.

Bubba ha mostrato un miglioramento incredibile da quando ha debuttato in Cup Series e crediamo che adesso è pronto per proseguire la carriera ad un livello ancora più alto. Si merita l’opportunità di lottare per la vittoria e il nostro team gli garantirà le risorse affinché questo accada. Fuori dalla pista Bubba è stato uno dei portavoce per il cambiamento nel nostro sport e nella nostra nazione. Michael ed io lo sosteniamo e lo supportiamo pienamente nelle sue iniziative. […]”

Come ha scritto lo stesso Hamlin, in questa iniziativa era inevitabile che il pilota per il proprio team sarebbe stato Bubba Wallace, anch’egli appassionato di basket, il quale lo scorso mese aveva annunciato – dopo mille corteggiamenti da parte della proprietà, fra cui anche la concessione di una quota del team – l’intenzione di lasciare il Richard Petty Motorsports per tentare di trovare un team più forte e desideroso di prendere un pilota che è in continua relativa crescita malgrado i mezzi a disposizione. Wallace ha commentato così la notizia:

“Questa è un’opportunità che capita una volta nella vita e credo sia l’approdo giusto per me a questo punto della carriera. Sono grato ed onorato del fatto che abbiano deciso di credere in me e sono carico in vista dell’avventura che inizierà con loro.”

Michael Jordan, il quale diventa dopo Brad Daugherty il secondo ex giocatore NBA ad essere comproprietario di un team, invece ha dichiarato:

“Crescendo nella Carolina del Nord i miei genitori hanno portato me, i miei fratelli e le mie sorelle alle gare e sono stato un fan della Nascar per tutta la mia vita. L’opportunità di avere un mio team insieme a Denny Hamlin e Bubba Wallace come pilota è molto emozionante. Dopo i miei recenti contributi e donazioni che ho fatto per combattere il razzismo sistemico che c’è in questo paese, vedo questa come una chance per educare un pubblico nuovo e per aprire nuove possibilità alle persone di colore nel mondo delle corse.”

Anche la Nascar, che negli ultimi mesi ha allentato i vincoli riguardo ai piloti che vogliono essere anche team owner, ha dato la sua benedizione alla prima iniziativa del genere così rilevante dai tempi del Dale Earnhardt Inc.:

“Siamo orgogliosi di accogliere Michael Jordan nella famiglia della Nascar e attendiamo con trepidazione il 2021 quando Michael, Denny Hamlin e Bubba Wallace debutteranno con questa nuova squadra. Michael è un’icona dello sport ed un campione celebrato per la sua feroce natura competitiva, caratteristica che lo ha portato ad essere uno dei più grandi atleti della storia. La sua presenza nella categoria più importante della Nascar rafforzerà la competizione, le emozioni e l’inerzia che stanno crescendo nel nostro sport. Auguriamo a Michael e il suo team un grande successo.”

Per quando riguarda i dettagli tecnici del team, a parte il pilota e il fatto che avrà una sola vettura, non è stato annunciato nulla, né chi sarà il fulcro tecnico, né il costruttore, anche se si sospetta un deciso contributo da parte di Toyota, né il numero di gara. Inevitabile però pensare che sarà l’iconico #23 lasciato libero dopo il fallimento del BK Racing.

In chiusura sono arrivate anche le parole di Bob Germain che ha ufficializzato la vendita del charter (ovvero una delle 36 franchigie che danno il diritto-dovere di partire in ogni gara della Cup Series) ma non del team):

“Essere stato un team owner per gli ultimi 16 anni è stata un’avventura incredibile. Vincendo due campionati nella Truck Series nel 2006 e nel 2010 e gareggiando nella categoria principale per le ultime 12 stagioni ho vissuto gli alti ed i bassi di questo sport. Sono molto orgoglioso di cosa il Germain Racing ha raggiunto in questi anni ad ogni livello, ma ora lascerò questo ruolo con molti ricordi ed amicizie in più. Ho apprezzato molto l’interesse e le offerte ricevuti durante le ultime settimane ed ora sono emozionato nel vedere come questo sport crescerà in futuro.

Ringrazio GEICO per la fedeltà al Germain Racing durata oltre un decennio. E’ stato un grande motivo d’orgoglio per il nostro team rappresentare in pista questo marchio. […] Voglio ringraziare alla fine anche tutti i miei dipendenti: costruire uno spirito di squadra ed un clima familiare sono stati uno dei momenti più belli di questo viaggio. Mi mancherà ognuno di voi.”

La notizia di oggi si inserisce in un mercato molto in movimento e che ha ancora molto da decidere e per questo verrà approfondito in un secondo momento. L’ufficializzazione di ieri di Ross Chastain come nuovo pilota della #42 del Chip Ganassi Racing per il 2021 infatti è solo una tessera in un grande puzzle ancora da completare.

Immagine: nascarmedia.com

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

NASCAR | Denny Hamlin e Michael Jordan fondano un team, Bubba Wallace al volante 1
Gabriele Dri
Nato a Udine 27 anni fa, sono un ingegnere civile appassionato di strade. Cresciuto con la F1, sono appassionato di ogni forma di motorsport, senza esclusioni. Maniaco della Nascar dal 2014, nel settembre del 2016 sono sbarcato su Twitter per raccontarla giorno per giorno. Sono un amante delle statistiche sportive e la prova che anche nei momenti più difficili può nascere qualcosa di buono.

ALTRI DALL'AUTORE