MXGP | Tommy Searle sulla Kawasaki ufficiale dal GP della Repubblica Ceca

MXGP
Tommy Searle sulla Kawasaki ufficiale dal GP della Repubblica Ceca

Il britannico viene promosso dal team Bos per sostituire Desalle di 28 Giugno 2019, 14:00

Non è assolutamente un periodo facile per il team Kawasaki MXGP. La moto 2019, sviluppata principalmente da Eli Tomac per i campionati americani, non si è mostrata sufficientemente competitiva anche nel mondiale e l'accoppiata Clément Desalle-Julien Lieber ha faticato a raccogliere risultati importanti. A questa penuria di piazzamenti di prestigio si è aggiunto un uno-due terrificante dal punto di vista fisico dei piloti: in Russia, Desalle è caduto ad alta velocità in gara-1 rimediando la frattura di tibia e perone della gamba sinistra, mentre in Germania è toccato a Lieber, caduto nella prima manche e procuratosi la frattura di un gomito.

Rimasta senza piloti in vista della doppia trasferta indonesiana, visto anche l'infortunio di Alessandro Lupino sempre in Russia, Kawasaki ha deciso di puntare su Tommy Searle per portare in pista almeno una moto a partire dal ritorno in Europa, previsto per il 28 luglio in Repubblica Ceca. Il britannico è attualmente in forza al team Bos GP e occupa il 18° posto nel campionato piloti, con il settimo posto nella seconda manche in Argentina come miglior risultato.

Non sarà la prima volta per Searle, all'interno del team ufficiale Kawasaki. Con la Casa giapponese, il pilota britannico ha già disputato due stagioni nel mondiale MX2 al suo ritorno dopo il poco fortunato biennio negli Stati Uniti: terzo nel campionato 2011 e secondo nel 2012, con otto Gran Premi vinti e un'appassionante sfida (pur persa) con Jeffrey Herlings per il campionato 2012.

"Sono ovviamente molto felice di questa opportunità con il team Kawasaki Monster Energy e voglio ringraziare tutte le persone coinvolte per il loro supporto", ha detto Searle. "Lavorerò duramente con loro nelle prossime settimane per essere pronto in vista della Repubblica Ceca, ma ovviamente darò il massimo anche per vincere il titolo britannico con Kawasaki e Bos GP, che mi hanno dato questa opportunità quest'anno".

François Lemariey, team manager di Kawasaki MXGP: "È bello vedere che tutte le parti in causa abbiano reso possibile tutto ciò, avevamo bisogno di schierare le nostre moto ufficiali il prima possibile dopo gli infortuni di Clément e Julien. Julien è stato operato con successo al braccio lo scorso lunedì; ora sta recuperando, come Clément, ma sappiamo che entrambi avranno bisogno di tempo prima di tornare a correre. Tommy ha corso gran parte della sua carriera mondiale con Kawasaki e siamo lieti di dargli il bentornato; abbiamo in programma diverse sessioni di test, per prepararci in vista della Repubblica Ceca. Non è stato possibile portarlo in Indonesia perché il materiale doveva essere trasportato già all'inizio della settimana, ma vogliamo far provare la nostra moto a Tommy prima di gareggiare".

Così invece Olivier Bossard, proprietario del team Bos: "Quando ho visto l'incidente di Julien Lieber lo scorso weekend in Germania ho capito subito che Tommy sarebbe stato chiamato dal team ufficiale, che ha bisogno di un top rider per le sue moto. È una decisione difficile per Bos GP, perché anche Evgeny Bobryshev è infortunato, ma siamo vicini a raggiungere un accordo con un altro pilota che ha ottenuto buoni risultati nel mondiale l'anno scorso. Tommy ha ottenuto risultati competitivi in MXGP con noi e siamo felici di proseguire la nostra partnership nel campionato britannico; è in testa al campionato ed è importante per il nostro team, gli daremo il supporto necessario per il resto del campionato".



Condividi