MXGP | Svelato il calendario provvisorio 2023, su 20 appuntamenti

di Federico Benedusi @federicob95
11 Ottobre 2022 - 12:35

Tre round ancora da definire, torna l’Olanda e debutta il Vietnam; si inizia in Argentina e si chiude in Gran Bretagna, Nazioni posticipato a fine ottobre


Dopo mesi di attesa, il mondiale motocross ha finalmente pubblicato la prima bozza del suo calendario 2023. Come previsto MXGP e MX2 torneranno a sfidarsi sulla distanza di 20 Gran Premi, obiettivo che Infront ha puntato a raggiungere nuovamente (ci era riuscita solo nel 2018) il più presto possibile dopo le problematiche legate al Covid-19.

La schedule è ovviamente provvisoria, poiché tre di questi 20 appuntamenti sono ancora indefiniti e un’ulteriore quarta pista, quella che ospiterà il Gran Premio di Finlandia, non è dichiarata. Tra le novità del calendario ci sono il ritorno dell’Olanda e il debutto del Vietnam, mentre i round italiani non dovrebbero essere più di due dai quattro visti nel 2022.

Dopo quattro anni, il mondiale tornerà a prendere le mosse dall’Argentina e in particolare dalla pista di Villa La Angostura tornata in pompa magna in questa stagione. La data prescelta è quella del 12 marzo, quindi il mondiale 2023 inizierà due settimane più tardi rispetto a quello del 2022.

Nel weekend del 26 marzo è previsto il primo dei tre Gran Premi che ancora non hanno una location: a giudicare dall’assenza di categorie di contorno, è presumibile che anche questo possa svolgersi al di fuori del suolo europeo.

Il debutto continentale andrà in scena nel weekend di Pasqua, con un inedito format di qualifiche al sabato e gare al lunedì, il 10 aprile. Anche questa pista è in sospeso, ma pare che lo slot in questione sia destinato a Riola Sardo.

Appuntamento italiano sicuro è quello del 16 aprile, sulla pista di Arco di Trento, con l’ormai consueto Gran Premio del Trentino. Dopo due settimane invece sarà il turno della doppia trasferta iberica: il 30 aprile ad Águeda in Portogallo e il 7 maggio ad Arroyomolinos in Spagna.

Il Gran Premio di Francia del 21 maggio riporterà il mondiale motocross a Villars sous Écot, pista che nella sua ultima apparizione iridata aveva chiuso il campionato 2017. Dalla Francia si volerà verso nord, con il Gran Premio di Lettonia a Kegums il 4 giugno e quello di Germania a Teutschenthal una settimana più tardi.

Confermata, alla luce di un contratto pluriennale, la doppia trasferta indonesiana sulle piste di Sumbawa e Lombok con un back to back tra il 25 giugno e il 2 luglio. Il “girone di ritorno” del campionato entrerà nel vivo con il ritorno in Europa: il 16 luglio andrà in scena il Gran Premio della Repubblica Ceca a Loket, seguito dall’appuntamento nella leggendaria Lommel sette giorni più tardi. Suscita sicuramente piacere la conferma del Gran Premio delle Fiandre, a seguito delle insistenti voci riguardanti le difficoltà economiche del tracciato belga.

Agosto sarà segnato da una tripla trasferta consecutiva: il giorno 6 si correrà in Finlandia, su pista ancora da assegnare dopo il fallimento del Kymi Ring che aveva firmato un contratto diretto con Infront, il 13 ci si sposterà a Uddevalla in Svezia e quindi il 20 si tornerà in Olanda. Il tracciato di Oss, che aveva firmato un quinquennale a partire dal 2021, versa a sua volta in condizioni economiche precarie e già nel 2022 non è riuscito a rispettare gli accordi con l’organizzatore del campionato: la palla passa dunque ad Arnhem, pista che rappresenta un appuntamento fisso del campionato nazionale e che ha ospitato anche diversi eventi internazionali nel corso degli anni.

Il 3 settembre sarà la volta del Gran Premio di Turchia ad Afyonkarahisar, pista che trova sempre l’apprezzamento di piloti e squadre, e dopo due settimane ci sarà l’unico debutto della prossima stagione iridata: sul tracciato di Thanh Hóa, infatti, si svolgerà il primo Gran Premio del Vietnam. Per il 1° ottobre è previsto un altro appuntamento da definire (forse il Gran Premio dell’Oman, ufficialmente rinviato al 2023 nel corso di questa annata), mentre il giorno 15 sarà il Gran Premio di Gran Bretagna a Matterley Basin a chiudere definitivamente la stagione: definitivamente bocciato lo slot di fine febbraio per la pista di Winchester, specie dopo il rinvio di una settimana causa maltempo verificatosi quest’anno.

Il Motocross delle Nazioni, come già noto, si terrà sul tracciato francese di Ernée. Lo slot temporale dell’edizione 2023 è quella del 22 ottobre, appena una settimana dopo il gran finale del SuperMotocross a Los Angeles per dare anche un’indicazione rispetto ai calendari AMA. Sarà il Nazioni più tardo di sempre: al termine del precedente campionato mondiale a 20 Gran Premi, quello del 2018, il Nazioni di Red Bud si disputò il 7 ottobre.

Ecco il calendario completo del mondiale 2023:

MXGP | Svelato il calendario provvisorio 2023, su 20 appuntamenti

Immagine copertina: KTM Media Center