MXGP | Motocross delle Nazioni 2022: Jett Lawrence domina gara-2, splendido terzo Guadagnini

di Federico Benedusi @federicob95
25 Settembre 2022 - 21:43

Con il secondo posto di Sexton e il quarto di Cooper, vincitore del trofeo MX2, gli Stati Uniti si avvicinano al titolo, ma la stella del fuoriclasse australiano è ancora una volta la più brillante


Pioggia e sole si sono alternati durante la disputa di gara-2 del Motocross delle Nazioni di Red Bud ma ad illuminare più di tutto e tutti questa complicata domenica del Michigan ci ha pensato Jett Lawrence. Il fuoriclasse australiano si è imposto nettamente nella manche riservata a MX2 e Open, battendo Chase Sexton (Stati Uniti) al primo tentativo nella sfida tra i piloti ufficiali Honda.

Il risultato fondamentale però lo ha portato a casa anche Mattia Guadagnini (Italia), autore dell’holeshot e leader della gara per diversi minuti davanti a due dei maggiori riferimenti dei campionati americani. Il pilota veneto è riuscito persino a rispondere ad un sorpasso di Sexton, lasciando la prima posizione solo a Lawrence una volta che il pilota australiano è passato all’attacco.

Sexton ha faticato maggiormente a liberarsi della Gas Gas #3 ma alla fine ha incassato un secondo posto che ha ulteriormente avvicinato il Team USA alla conquista del 23° Chamberlain Trophy. Nell’ultima gara basteranno due piazzamenti (ma probabilmente anche uno solo, in virtù degli scarti) per raggiungere il traguardo finale e scongiurare un pesante record negativo di edizioni disputate consecutivamente senza vittorie.

Guadagnini ha mantenuto la terza posizione difendendosi dal ritorno degli arrembanti Justin Cooper (Stati Uniti) e Rubén Fernández (Spagna) nel finale. Con 13 punti totali, Cooper ha messo il suo nome nell’albo d’oro del trofeo individuale MX2 succedendo al compianto René Hofer, vincitore lo scorso anno a Mantova.

Fernández si è a sua volta dovuto difendere da un Dylan Ferrandis (Francia) che ha confermato di essere in forma smagliante. La gara del pilota transalpino è stata rovinata dal groviglio alla prima curva, scatenato dai due piloti britannici: Ferrandis è rimasto coinvolto nell’ammucchiata ripartendo a fondo classifica, ma seguendo un ritmo analogo a quello del vincitore è riuscito a limitare i danni per i “Bleus”.

Settimo Calvin Vlaanderen per l’Olanda, davanti ad un eroico Harri Kullas per l’Estonia e a Marvin Musquin (Francia), che ha concluso un Nazioni alquanto complicato con un nono posto dopo il 14° di gara-1. Top ten chiusa da Hunter Lawrence (Australia), incappato in due scivolate: la prima al primo giro a seguito di un contatto con Cooper, la seconda nel corso dell’ottava tornata.

Da segnalare il 12° posto del cileno Hardy Muñoz, subito davanti alle due guide del Belgio con Jeremy van Horebeek davanti a Liam Everts. Andrea Adamo ha portato a casa un altro 15° posto terminando così settimo assoluto nella graduatoria della MX2 che insieme a Cooper vede salire sul podio Lawrence e Musquin. Manche complicata anche per Kay de Wolf, caduto in due occasioni come Lawrence e solo 18°.

La classifica generale vede gli Stati Uniti al comando con 16 punti e un nono posto come attuale peggior risultato da scartare. L’Australia appare altrettanto sicura in seconda posizione con 24 punti (dieci da scartare), la Francia è terza con 32 (14) mentre l’Italia da quota 40 (15) cercherà il tutto per tutto per un piazzamento sul podio nell’ultima frazione. Ad una sola lunghezza dagli “Azzurri” (con 14 punti da scartare) c’è il Belgio.

Classifica:

MXGP | Motocross delle Nazioni 2022: Jett Lawrence domina gara-2, splendido terzo Guadagnini

Immagine copertina: mxgp.com