MXGP | Internazionali d’Italia 2021: Romain Febvre si prende tutto a Mantova

Gli Internazionali d’Italia 2021 si sono conclusi a Mantova in una giornata in cui minacciose nuvole nere, che tuttavia non hanno mai scaricato pioggia, si sono alternate ad un sole splendente.

A risplendere è stato anche Romain Febvre, che aggiudicandosi sia la gara MX1 che la Supercampione si è portato a casa entrambi i titoli, approfittando delle assenze di tutti i protagonisti dei due round sardi. Tutto il team Yamaha, e in particolare Glenn Coldenhoff, ha infatti dato forfait così come Thomas Kjer Olsen, lasciando campo quasi del tutto libero al francese della Kawasaki.

L’unico vero avversario dell’iridato MXGP 2015 si è rivelato essere, senza particolari sorprese, Jorge Prado. Dopo l’assenza di Alghero, lo spagnolo della KTM è tornato in pista sul circuito intitolato a Tazio Nuvolari ma la sua giornata si è conclusa all’interno di un’ambulanza a causa della rovinosa caduta nella gara Supercampione, che peraltro ha fatto seguito ad altre due scivolate nella MX1. Prado è caduto nel tentativo di superare Febvre colpendo violentemente il costato contro il manubrio della sua moto e restando a terra per diversi secondi mentre l’équipe medica, oltre al suo stesso team manager Claudio de Carli, lo soccorreva.

Sia in MX1 che in Supercampione il podio è stato completato dalla Beta di Jeremy van Horebeek e dall’altra Kawasaki ufficiale di Ivo Monticelli. Particolarmente combattivo nella prima corsa il belga, mentre il pilota azzurro si è distinto per l’holeshot centrato nella stessa gara, comandata per qualche giro.

Grande protagonista di giornata Nicholas Lapucci, che vincendo la gara della MX2 si è aggiudicato anche il titolo di categoria in sella alla sua Fantic 250cc 2T. Il pilota italiano ha avuto facilmente ragione di Roan van de Moosdijk, al debutto stagionale sulla Kawasaki del team F&H Racing e subito in pole position. Lapucci si è poi confrontato con i migliori piloti della MX1 nella finalissima, concludendo quarto dopo un’innocua scivolata.

13° posto nella MX2 e sesto nella Supercampione per Mattia Guadagnini, che al debutto sulla KTM ufficiale ha dimostrato di dover ancora ambientarsi a dovere nella struttura guidata da de Carli; tuttavia, il tempo a sua disposizione prima dell’inizio del mondiale è ancora molto. Gradino più basso del podio nella gara MX2 per il privatissimo Ramon Savioli, in sella ad una Husqvarna.
Conclusi gli Internazionali d’Italia, il calendario degli appuntamenti pre-season prevede ora il Motocross Internazionale di Lacapelle Marival, in Francia, il prossimo 25 aprile. Tuttavia, sulla gara transalpina pende ancora un punto di domanda causa Covid.

Immagine: Kawasaki

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM