MXGP | GP Sardegna 2021 – Anteprima

Il mondiale motocross sbarca per la prima volta a Riola Sardo, ultima fermata prima del Nazioni


Il girone di ritorno della MXGP 2021 inizia in questo weekend a Riola Sardo, pista che per la prima volta ospita il mondiale motocross e che sarà l’ultima fermata prima del Nazioni di Mantova.

La Sardegna diventa così la decima regione italiana ad ospitare un round del campionato del mondo e anche la più meridionale a farlo. La pista di Riola Sardo è comunque vastamente conosciuta dai top riders, essendo ormai tappa fissa degli Internazionali d’Italia nel corso dell’inverno e anche sede di diverse sessioni di allenamento.

Il campionato inizia la “discesa” verso i round finali di Mantova con una classifica cortissima in MXGP e una fuga iridata in corso in MX2. La classe regina vede cinque piloti racchiusi in 40 punti, mentre nella categoria più piccola ce ne sono 49 solo tra il primo e il secondo.

MXGP

Il double header della Turchia ha offerto quattro manche a dir poco avvincenti, con un doppio successo assoluto di Jeffrey Herlings che tuttavia ha migliorato solo a metà la sua condizione di inseguitore. Il guadagno vero, il pilota olandese, lo ha messo a segno solo nel primo Gran Premio recuperando sette punti a Tim Gajser, che invece nel secondo appuntamento ne ha persi solo due conquistando con grande forza la seconda manche su una pista che lo ha messo davvero in difficoltà.

Si parla sempre di quanto Gajser sia un passo indietro rispetto ad alcuni dei suoi principali avversari sulla sabbia, condizione che si ritroverà anche a Riola, ma due dei tre Gran Premi vinti dallo sloveno della Honda quest’anno sono arrivati proprio sul morbido, ad Oss e a Kegums, grazie ad una continuità di risultati che pur non vedendolo sempre vincente sulla singola manche (anzi, sia in Olanda che in Lettonia ha vinto con due piazzamenti parziali) ha premiato nell’economia della classifica assoluta.

Herlings deve dunque recuperare 34 punti ma davanti a lui ci sono altri due piloti, uno dei quali avrà tutte le attenzioni calamitate addosso. Stiamo naturalmente parlando di Antonio Cairoli, fresco di annuncio di ritiro e pronto anche ad affrontare l’ultimo Nazioni della sua lunghissima carriera, con serie speranze di conquistare il successo finale. Il siciliano ha lasciato Afyonkarahisar con prestazioni solide ma anche piuttosto sfortunate, ora è chiamato almeno ad una vittoria di manche sulla pista che da anni è terreno dei suoi allenamenti più importanti per restare definitivamente e inconfutabilmente in lizza per il decimo mondiale.

Seconda forza del campionato è Romain Febvre, che anche in Turchia ha lasciato per strada punti importanti. La prima manche del Gran Premio di Afyon sarebbe potuta essere sua senza la caduta all’ultimo giro e tutto questo nonostante una condizione fisica non ottimale dopo la pausa tra Lettonia e Turchia. I 28 punti di gap da Gajser sono un passivo assolutamente recuperabile ma è meglio che il transalpino non pensi a quale potrebbe essere la situazione con qualche errore in meno nel corso della prima parte di stagione.

Il quinto in corsa è Jorge Prado, uscito clamorosamente illeso dalla tremenda caduta nella prima manche del turno infrasettimanale in Turchia. Il ritardo in classifica da Gajser è aumentato drammaticamente con questo zero e il successo in Sardegna è necessario ancora più rispetto a quanto detto per Cairoli. Riola Sardo rischia di essere davvero una prova da dentro o fuori per il due volte campione del mondo MX2.

Weekend fondamentale anche per capire le condizioni di Glenn Coldenhoff, deludente nella prima metà di stagione ma ora chiamato ad una rapida ripresa in vista di un Nazioni che nelle ultime due edizioni lo ha visto unico ed indiscusso protagonista. Dovrà essere necessariamente un girone di ritorno competitivo per tutto il team Yamaha, anche se le condizioni fisiche di Jeremy Seewer (tuttora in dubbio per Riola) e le prestazioni poco convincenti di Ben Watson non lasciano intendere nulla di troppo positivo in questo senso.

Sul fronte dei piloti italiani, Alessandro Lupino dovrà confermare ancora una volta le buonissime performance già messe in mostra fino alla Turchia e Alberto Forato dovrà ripartire dal fantastico sesto posto assoluto nel Gran Premio di Afyon per dimostrare di essere finalmente arrivato al livello di competitività atteso. Dopo la sfortunata uscita di Maggiora tornerà in gara con una wildcard anche Morgan Lesiardo, mentre Ivo Monticelli si è definitivamente fermato per risolvere i problemi alla spalla.

MX2

Le due trasferte turche hanno messo un primo sigillo sul campionato cadetto, che ora ha un fermo padrone in Maxime Renaux. Il francese sta conducendo una stagione di grande concretezza, puntando sull’esperienza e su una maturità che ormai pare acquisita al 100% nonostante non si tratti di un talento nell’accezione più stretta del termine. Renaux è il faro di cui aveva bisogno il team Yamaha in assenza del miglior Jago Geerts.

Il belga ha decisamente deluso sulla pista di Afyon e con 71 punti di ritardo dal compagno di squadra sarà chiamato ad un ruolo di gregariato nella seconda parte di stagione, a meno di cataclismi inattesi. Per il vice-campione in carica il confronto diretto è con Mattia Guadagnini, in vantaggio di 22 lunghezze nella lotta per il secondo posto e sicuramente più convincente negli ultimi Gran Premi.

Il primo Nazioni in maglia azzurra si avvicina per il pilota veneto ma un occhio anche al mondiale bisogna necessariamente darlo, nelle condizioni di classifica in cui si trova. 49 punti di distacco sono tanti, con nove round da disputare si può ancora sperare in un clamoroso ribaltone ma il pilota KTM non deve sentirsi obbligatoriamente chiamato ad un simile risultato alla sua prima stagione iridata.

La pausa estiva ha rigenerato totalmente il campione in carica Tom Vialle, ripresentatosi in Turchia quasi nel pieno delle forze e subito vincitore di entrambi i Gran Premi. Al Nazioni sarà sicuramente il valore aggiunto per una Francia azzoppata da infortuni, rinunce e positività al Covid-19.

Come in tutte le gare su sabbia, attenzione agli specialisti del fondo. Su tutti Kay de Wolf, sul podio in due dei tre Gran Premi finora disputati sul morbido, ma anche al rientrante Roan van de Moosdijk, che dopo l’infortunio subito a Loket dovrà valutare le sue condizioni in ottica Nazioni, per il quale l’Olanda ha confermato la convocazione a scapito proprio di de Wolf.

Da segnalare anche il debutto iridato di Liam Everts, che dunque non arriverà al suo primo Nazioni scevro di Gran Premi iridati. Il cognome è pesantissimo e le responsabilità non mancheranno, ma anche il giovane Liam ha già dimostrato buone abilità in sella alla moto da cross. Guiderà una KTM gestita dal team di famiglia, la stessa con cui gareggia nell’europeo 250cc.

Presenti anche gli altri due piloti italiani full-time del campionato, Andrea Adamo e Gianluca Facchetti, ai quali almeno nella entry list si affianca Emilio Scuteri, impegnato a sua volta nell’europeo 250cc in questo 2021. Scuteri riporterà nel mondiale il marchio TM, assente dall’ultimo round del mondiale 2018 a Imola.

IN TELEVISIONE

Domenica favorevole per la trasmissione televisiva live del motocross. Eurosport 2 seguirà tutte e quattro le gare in diretta, mentre RaiSport trasmetterà gara-1 della MXGP in diretta e gara-2 in leggera differita per la concomitanza con il primo weekend dei mondiali di ciclismo.

2021 MXGP of Sardegna – Crossodromo Regionale Le Dune
Round 10/18
19 settembre 2021

MXGP | GP Sardegna 2021 - Anteprima

INFO CIRCUITO

Lunghezza del circuito: 1,650 km
Tempo di gara: 30 minuti + 2 giri
Numero di curve: 20
Senso di marcia: antiorario
Superficie: sabbia

RECORD

Non ci sono record in quanto si tratta della prima edizione del Gran Premio di Sardegna e del primo Gran Premio della MXGP su questa pista.

PROGRAMMA

Domenica 19 settembre
9:15-9:35 Prove Libere MX2
9:40-10:05 Qualifiche MX2
10:15-10:35 Prove Libere MXGP
10:40-11:05 Qualifiche MXGP
12:15 Gara-1 MX2 – Eurosport 2, Eurosport Player
13:15 Gara-1 MXGP – RaiSport, Eurosport 2, Eurosport Player
15:10 Gara-2 MX2 – Eurosport 2, Eurosport Player
16:10 Gara-2 MXGP – Eurosport 2, Eurosport Player (17:00 RaiSport)

Immagine copertina: KTM Media Site

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM