Matomo

MXGP | GP Limburgo, Febvre: “Nessun rimpianto, ho cercato di cogliere l’occasione”

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Seguono le dichiarazioni di Romain Febvre dopo il GP del Limburgo


Nonostante la classifica di campionato della MXGP parli di un continuo progresso, non si può di certo dire che la crescita di Romain Febvre in sella alla Kawasaki sia costante.

Anche nel Gran Premio del Limburgo il francese ha mostrato un’indubbia velocità e la consueta tenacia, ma qualche errore di troppo gli ha impedito come sempre di raggiungere il risultato sperato.

Dopo il terzo posto conquistato con merito in gara-1, nella seconda manche il campione del mondo del 2015 è caduto per due volte nel tentativo di attaccare Antonio Cairoli. Il primo tonfo non gli è costato troppo ma il secondo, verificatosi all’ultimo giro, ha spianato la strada a Tim Gajser e contemporaneamente ha tolto il podio al #3, che con due terzi posti avrebbe avuto ragione di Cairoli per due punti.

“Non posso di certo dire che questa giornata sia andata come previsto! Nella prima manche ho superato Gajser quando ha commesso un errore ma in seguito mi ha riscavalcato quando ho sbagliato a mia volta. Poi ho avvertito dolore alle braccia e ho perso terreno, riuscendo comunque a concludere terzo. La seconda partenza non è stata buona. La prima curva era abbastanza imprevedibile ma sono riuscito a recuperare fino al terzo posto. Quindi sono caduto e ho perso una posizione ma sono tornato all’attacco di Cairoli e all’ultimo giro l’ho visto commettere un errore prima della sezione delle waves. Ho cercato di passarlo ma sono caduto ancora, perdendo una posizione e il podio. Mi è andata male ma non ho rimpianti, ho cercato di cogliere l’occasione. Sono le gare. Speriamo di mettere in ordine tutti i pezzi domenica”.

Immagine copertina: Kawasaki

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Federico Benedusi
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE