MXGP | GP Indonesia 2022: Gajser si prende anche gara-2, quarta doppietta stagionale

MXGP
Tempo di lettura: 5 minuti
di Federico Benedusi @federicob95
26 Giugno 2022 - 11:01
Home  »  MXGPTop

Il gigante sloveno è implacabile anche a Sumbawa, Prado deve accontentarsi del secondo posto resistendo agli attacchi di Febvre che sfiora il podio assoluto; Geerts sbaglia nuovamente in MX2, Vialle torna leader del mondiale


Ennesima missione compiuta: Tim Gajser si è aggiudicato con una doppietta, la quarta stagionale, anche il Gran Premio di Indonesia della MXGP sulla pista di Sumbawa. Rispetto a gara-1, gara-2 ha presentato una piccola variazione con l’holeshot di Jorge Prado, con Gajser che tuttavia ha impiegato solo pochi minuti per tornare al comando delle operazioni peraltro con un eccezionale sorpasso all’esterno sullo spagnolo della Gas Gas.

Lo stesso Prado ha infiammato la gara fino alle fasi finali, resistendo al recupero di un eccezionale Romain Febvre. Il transalpino ha messo a segno una prestazione di livello pregevole, consacrando il suo ritorno ai vertici con il suo primo podio parziale dal rientro alle competizioni di due settimane fa a Teutschenthal. Purtroppo la terza posizione non è bastata al #3 per raggiungere anche la top 3 di giornata, poiché Rubén Fernández ha concluso quarto segnando quei due punti in più sufficienti a cogliere il secondo podio assoluto della sua stagione.

Mitchell Evans ha piazzato una terza Honda ufficiale in top 5, suo miglior risultato in questa difficilissima scalata delle gerarchie della MXGP dopo un anno e mezzo di inattività. Anche l’australiano è stato però beffato, a livello di classifica di giornata, dal pilota giunto alle sue spalle, in questo caso Glenn Coldenhoff: l’olandese è rientrato nei primi cinque di questo Gran Premio con un quarto e un sesto posto.

Qualche progresso per Jeremy Seewer, nono di manche e assoluto in un weekend da dimenticare e assolutamente tragico per il suo campionato. Davanti allo svizzero della Yamaha si sono posizionati Pauls Jonass (dopo un’altra caduta) e Mattia Guadagnini, i quali hanno puntualmente replicato il risultato di gara-1. Eccellente 11° Nicholas Lapucci, al miglior risultato di carriera sulla Fantic del team Maddii.

535 punti è la nuova asticella innalzata da Gajser in classifica generale. Approfittando dei problemi di Seewer, Prado si è ripreso la seconda posizione assoluta a quota 410 punti mentre l’elvetico lo segue a 405. Honda ha nuovamente allungato nel mondiale costruttori grazie a questa doppietta: 542 punti a fronte dei 521 di Yamaha.

In una manche di puro delirio motocrossistico, Tom Vialle si è aggiudicato la doppietta in MX2 rovesciando per l’ennesima volta le sorti della serie cadetta. Dopo l’holeshot il figlio d’arte (il padre Frédéric si è classificato secondo in Indonesia nel 1995 e nel 1996, a Yogyakarta) ha subito il pressing di Simon Längenfelder che lo ha costretto addirittura all’errore, una spaventosa uscita di pista durante la quale ha travolto inavvertitamente un commissario, ma il pilota tedesco ha poi restituito il favore cadendo e dilapidando il margine preso con l’errore del nuovo leader del campionato.

Jago Geerts ha rappresentato appieno lo stato di delirio precedentemente descritto. Dopo tre curve il pilota Yamaha è finito a terra a causa di una chiusura di traiettoria un po’ troppo avventata da parte di Kevin Horgmo, ma poi ha aggiunto il carico da 90 cadendo per due volte in due giri consecutivi durante l’inseguimento alla quinta posizione. Geerts è riuscito comunque a raggiungere Kay Karssemakers ma non è andato oltre, perdendo nove punti da Vialle e la tabella rossa.

Thibault Benistant ha raccolto così il terzo gradino del podio con analogo risultato in gara-2, davanti ad un buon Andrea Adamo che tuttavia ha eccessivamente pagato dazio nella seconda parte della manche. Per fortuna il siciliano del team Gas Gas SM Action aveva messo da parte un buon bottino di secondi su Geerts, risultato sufficiente per amministrare il piazzamento.

Sfortunatissima la trasferta indonesiana di Mikkel Haarup e del team Kawasaki Dixon: il pilota danese, dopo avere portato a termine solo due giri in gara-1, è stato nuovamente costretto al ritiro dopo quattro tornate con la sua KX250 ancora ammutolita. Horgmo ha invece tagliato il traguardo in settima piazza, mentre Kay de Wolf non si è presentato al via come conseguenza del malessere patito nella notte tra sabato e domenica.

Risultato storico per la Nazione ospitante: un decimo e un nono posto sono valsi la nona posizione assoluta a Delvintor Alfarizi, primo pilota indonesiano a conquistare una top ten nella storia del mondiale motocross. L’Indonesia è il 42° Paese a potersi fregiare di almeno un piazzamento di questo genere.

Il nuovo rovesciamento della classifica generale vede Vialle al comando con 502 punti a fronte dei 498 di Geerts, a sette Gran Premi dalla conclusione. Längenfelder ha ulteriormente ribadito il terzo posto a quota 393 punti contro i 356 di Horgmo. Cambio al vertice anche nel mondiale costruttori, ora guidato da KTM con 536 punti su Yamaha a 534.

Il mondiale motocross si appresta quindi a tornare in Europa per il Gran Premio della Repubblica Ceca, che andrà in scena sulla storica pista di Loket il 16 e 17 luglio. 

Classifica MXGP:

Campionato piloti MXGP:

Classifica MX2:

Campionato piloti MX2:

Immagini: HRC Media Site, KTM Media Site

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA

I Commenti sono chiusi.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live