MXGP | GP Francia: Gajser centra un'altra doppietta, disastro per Cairoli

MXGP
GP Francia: Gajser centra un'altra doppietta, disastro per Cairoli

Secondo nella prima manche, nella seconda il siciliano è solo 17°. 10 punti di differenza nella generale di 26 Maggio 2019, 18:20

Il Gran Premio di Francia della MXGP ha definitivamente riaperto il mondiale 2019, con un weekend ai poli totalmente opposti per i due pretendenti al titolo. A Saint Jean d'Angély, Tim Gajser ha firmato la sua seconda doppietta consecutiva ribadendo la sua netta superiorità sui fondi più duri, mentre Antonio Cairoli ha trascorso due giornate terrificanti perdendo molti punti preziosi per la classifica generale.

Dolorante ad una caviglia dopo la caduta nella manche di qualifica di ieri, quando è stato investito da Jordi Tixier, Cairoli ha concluso al secondo posto nella prima frazione ma senza mai impensierire Gajser, che ha vinto con un vantaggio peraltro "bugiardo" dopo avere gestito la corsa a piacimento. Al via di gara-2 la KTM #222 è rimasta incastrata nel cancelletto di partenza, costringendo il siciliano a rimontare dalla 27esima posizione. Nel corso della manche è poi arrivata una caduta, con la moto che è stata colpita fortuitamente da Ivo Monticelli, e infine un'ulteriore perdita di tempo a causa dello spegnimento del motore su un salto. Il nove volte iridato ha concluso solo 17°, uscendo dalla storica pista transalpina con appena 26 punti in cascina.

Gajser ha centrato un'altra doppietta mettendosi definitivamente alle spalle il disastro di due settimane fa a Mantova. In due Gran Premi, infatti, lo sloveno della Honda ha recuperato 30 dei 40 punti che lo separavano da Cairoli dopo essere affondato nel pantano del Tazio Nuvolari, per un campionato che ora è più acceso che mai.

A dare grande spettacolo in Francia sono state le Yamaha. Dopo un inizio stagionale difficile, a causa dell'infortunio di Romain Febvre e del momento no di Jeremy Seewer e Arnaud Tonus, ora le moto di Iwata sono tornate ad essere protagoniste a tutti gli effetti. Dopo due ottime partenze Tonus ha concluso entrambe le manche al terzo posto salendo sul secondo gradino del podio di giornata, mentre Febvre ha scaldato il pubblico francese chiudendo terzo assoluto, grazie ad un quinto e ad un secondo posto. Per il campione del mondo 2015 l'infortunio di Neuquén, che ha compromesso irrimediabilmente la stagione, è decisamente acqua passata. Meno concreto ma comunque veloce Seewer, quarto e ottavo per il quinto posto assoluto, mentre la caduta nel primo giro di gara-1 ha complicato la giornata di Gautier Paulin, 16° e poi quinto.

Ai piedi del podio generale ha concluso Clément Desalle, che in gara-1 ha faticato ad avere ragione di Alessandro Lupino e della Kawasaki privata del team Gebben ma poi ha portato a casa un sesto e un quarto posto. Sesta posizione finale per l'altra "verdona" ufficiale, quella di Julien Lieber, che ha preceduto Cairoli e Glenn Coldenhoff. Piazzamento in top ten, col nono posto, anche per un Arminas Jasikonis che sta leggermente segnando il passo in campionato dopo il ritorno al top di Yamaha e Kawasaki.

Con un ottavo e un 16° posto di manche, per Lupino è arrivato un 12° posto assoluto, mentre Monticelli ha incassato nove punti grazie al 12° posto di gara-1. Zero in casella per Samuele Bernardini, kappaò poco oltre la metà di gara-2 mentre occupava un piazzamento in top 20. Da segnalare anche il 10° posto in gara-1 e il 17° assoluto di Tanel Leok, che oggi ha tagliato il traguardo dei 250 Gran Premi mondiali.

La classifica di campionato dopo sette round recita Cairoli a quota 311 punti contro i 301 di Gajser. Per il terzo posto Paulin ha perso altro terreno su Desalle, che come Gajser dista dieci lunghezze dal pilota che lo precede. Situazione interessante anche tra i costruttori, con KTM in vantaggio di 11 punti su Honda.

Dopo una settimana di pausa, il mondiale MXGP tornerà in pista con il Gran Premio di Russia sulla pista di Orlyonok, che nelle ultime due stagioni ha visto trionfare sempre Desalle. In riva al Mar Nero, però, il mondiale motocross dovrebbe finalmente riabbracciare anche Jeffrey Herlings, quasi totalmente ristabilito dall'infortunio dello scorso febbraio.

Gara-1
Gara-2

Immagine copertina: MXGP Twitter



Condividi