MXGP | GP Francia 2022: Jeremy Seewer dallo sciopero alla vittoria in gara-1

Il “capo” della cordata del boicottaggio di ieri vince la prima manche dopo un lungo studio nei confronti di Prado, Gajser soffre in rimonta ed è quinto ma Renaux conclude nono; Vialle batte un eroico Geerts in MX2


Passare dal comando di uno sciopero dei piloti ad una vittoria è un’esperienza rara, ma Jeremy Seewer può dire di avere immagazzinato anche questo episodio nel sempre crescente bagaglio della sua carriera. Lo svizzero ha vinto la prima manche del Gran Premio di Francia della MXGP su una pista di Ernée “provata” dal maltempo di ieri ma comunque in condizioni più che degne di ospitare le gare di questa domenica.

Tra tutti i big costretti a partire da cancelletti sfavorevoli per avere disertato la gara di qualifica, Seewer e Jorge Prado sono stati gli unici a scattare ugualmente forte e a collocarsi da subito nelle prime posizioni del gruppo. Il pilota spagnolo ha condotto fino a due giri dal termine quando Seewer, dopo 15 minuti buoni di studio di ogni traiettoria, ha affondato un attacco a cui il due volte iridato MX2 non ha saputo minimamente replicare.

Ha sofferto Tim Gajser, che al primo giro si è ritrovato attorno alla 15esima posizione e ha quindi dovuto dare una caccia serrata ad ogni punto in più conquistato fino alla bandiera a scacchi. Nel mezzo il leader del mondiale ha corso un grande rischio, finendo per tagliare una parte dell’ultimo settore della pista, e poi è caduto nel tentativo di attaccare Henry Jacobi per la quarta piazza. Ripartito, “Tiga” ha intascato comunque un quinto posto prezioso al netto di possibili ulteriori investigazioni su una scorciatoia a cui ha fatto seguito, in ogni caso, un adeguato rallentamento.

Non ne ha approfittato Maxime Renaux, che pur avendo corso la gara di qualifica è rimasto coinvolto nella caduta di gruppo alla prima curva dovendo recuperare da una posizione ancora più svantaggiosa rispetto a Gajser. Solo un nono posto per il pilota Yamaha, che dunque ha perso ulteriori punti sul capoclassifica del mondiale in una situazione che invece doveva rappresentare una possibilità.

Il terzo posto è andato così a Brent van Doninck, che proprio nelle battute finali ha regolato Jacobi dopo averlo inseguito sin dal primo giro: piazzamento di grande prestigio sia per il team Yamaha Riley che per Honda JM Racing. Sesto Jeremy van Horebeek in sella alla Beta, miglior piazzamento di manche per la moto veneta dal suo rientro iridato nel 2021.

Sfortunato Nicholas Lapucci, che dopo un ottimo scatto è venuto a contatto con Prado alla prima curva carambolando contro Pauls Jonass e Mitchell Evans, finiti a terra e contro la staccionata all’esterno della piega a destra. Il pilota della Fantic ha perso moltissime posizioni e non è andato oltre la 20esima finale.

Sono 420 i punti di Gajser a metà del programma odierno di gare, mentre Renaux a quota 350 ha perso terreno su Seewer e Prado risaliti rispettivamente a 317 e 312.

Tom Vialle ha mandato in visibilio la folla di Ernée conquistando una gara-1 della MX2 risoltasi solo sotto la bandiera a scacchi. Il figlio d’arte, leader del campionato cadetto, ha battuto un eroico Jago Geerts, che ha fortunatamente evitato fratture alla spalla dopo l’incidente di ieri ma è stato costretto a partire da un cancelletto molto sfavorevole: il belga è scattato male e ha recuperato per poi cadere proprio nel momento in cui Vialle sembrava a portata di mano, infine ha colmato nuovamente il gap di quattro secondi ricreatosi con il francese tagliando il traguardo nella sua scia.

MotoGP | GP Catalogna 2022, Gara: Fabio Quartararo vince a Barcellona ed allunga nella generale. Ecatombe italiana, Bagnaia e Bastianini out

Terzo posto, il secondo consecutivo, per Simon Längenfelder, davanti a Kevin Horgmo che dopo l’holeshot è riuscito a condurre una manche regolare portando a casa una quarta posizione. Alle spalle del norvegese ha concluso un altro pilota di casa, Stéphen Rubini, quindi Liam Everts e un deludente Mikkel Haarup, solo settimo.

Ottavo Thibault Benistant, che ha fatto spegnere il motore all’abbassarsi dei cancelletti trovandosi così a recuperare da ultimo, mentre Andrea Adamo ha chiuso la top ten battuto da Isak Gifting. Tre punti anche per Valerio Lata, 18°, mentre si segnala anche il 20° posto conquistato dalla wildcard Florent Lambillon in sella ad una delle pochissime Suzuki che ogni tanto si affacciano ancora al mondiale.

Altri tre punti guadagnati da Vialle nella classifica di campionato, 407 contro i 394 di Geerts che ora segue a -13 ma può dirsi ancora soddisfatto della velocità mostrata e dei problemi fisici evitati miracolosamente ieri.

Alle 16:10 i cancelletti si abbasseranno nuovamente per il via delle seconde manche.

Classifica MXGP:

MotoGP | GP Catalogna 2022, Gara: Fabio Quartararo vince a Barcellona ed allunga nella generale. Ecatombe italiana, Bagnaia e Bastianini out

Classifica MX2:

MotoGP | GP Catalogna 2022, Gara: Fabio Quartararo vince a Barcellona ed allunga nella generale. Ecatombe italiana, Bagnaia e Bastianini out

Immagini: Yamaha Racing Twitter, KTM Media Center

MotoGP | GP Catalogna 2022, Gara: Fabio Quartararo vince a Barcellona ed allunga nella generale. Ecatombe italiana, Bagnaia e Bastianini out

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS