MXGP | GP Francia 2022: Henry Jacobi vince una gara di qualifica boicottata per le condizioni meteo

La maggior parte dei piloti ufficiali si oppone alla disputa della manche del sabato, ne esce una corsa a ranghi ristretti vinta dal pilota del team Honda JM Racing; in MX2 domina Längenfelder, Geerts cade e lamenta problemi ad una spalla


È stata a suo modo storica, la gara di qualifica del Gran Premio di Francia della MXGP. Nel corso delle gare del campionato europeo, un autentico nubifragio si è abbattuto sulla pista di Ernée trasformandola in una palude ai limiti della praticabilità; il meteo, tuttavia, ha continuato a mostrare parecchia instabilità e prima della manche della MX2 è tornato a splendere il sole, alternatosi ancora a qualche piccolo scroscio. Al momento della partenza della MXGP, la maggior parte dei piloti ufficiali si è opposta alla disputa della corsa e ha abbandonato una griglia rimasta orfana di una decina di moto.

Il boicottaggio, secondo quanto appreso, sarebbe stato comandato da Jeremy Seewer, che ha comunque trovato l’approvazione di piloti factory quali Tim Gajser, Jorge Prado, Glenn Coldenhoff, Rubén Fernández, Pauls Jonass e Mitchell Evans nonché di Calvin Vlaanderen e Alberto Forato.

Su una pista pesante ma assolutamente praticabile, sotto il sole, la gara di qualifica della classe regina ha visto il netto successo di Henry Jacobi sulla Honda del team JM Racing. Il tedesco si è imposto con 16 secondi di vantaggio sulla Beta di Jeremy van Horebeek, che negli ultimi giri ha controllato gli attacchi di Brent van Doninck sulla Yamaha del team Riley.

Quarto Maxime Renaux, che ha voluto onorare il grande pubblico accorso ad Ernée nonostante la giornata da tregenda. Il pilota Yamaha factory, nonostante l’apprezzabile coraggio in una situazione che ha visto i suoi principali colleghi abbandonare il campo, ha corso diversi rischi finendo a terra in ben due occasioni. L’iridato MX2 in carica è stato comunque ripagato con una posizione di sicuro vantaggio ai cancelletti di partenza di domani in confronto ai suoi avversari diretti.

Sesto posto per Nicholas Lapucci, autore dell’holeshot e leader nelle prime battute. Il pilota della Fantic ha calato il passo negli ultimi minuti ma ha comunque raggiunto un risultato di grande incoraggiamento dopo i problemi fisici passati nella prima parte di questa stagione. Ottavo posto per Giuseppe Tropepe, proveniente dall’europeo Open e in gara come wildcard, mentre Ivo Monticelli ha concluso 15°. Forfait per Mattia Guadagnini, il cui weekend si è concluso nelle prove libere a causa di una caduta che gli è costata un trauma cranico.

La classe MX2 ha gareggiato su una pista in condizioni ancora più complicate rispetto alla MXGP, alla conclusione dell’acquazzone che ha reso quasi disumana la gara del campionato continentale delle 125cc. Con un tempo che ha continuato ad oscillare tra sole e pioggia si è imposto Simon Längenfelder sulla Gas Gas ufficiale, con un margine di ben 25 secondi su Tom Vialle.

Quella di oggi potrebbe essere stata una giornata decisiva per il mondiale cadetto 2022, perché il coinvolgimento nel groviglio della prima curva sembrerebbe avere lasciato strascichi sul fisico di Jago Geerts. Il pilota belga si è rialzato con la spalla sinistra dolorante ed è rientrato ai box, pertanto dovremo attendere ulteriori aggiornamenti riguardo le sue condizioni. In ogni caso, la seconda forza del mondiale MX2 dovrà schierarsi penultimo nelle due manche di domani.

Terza posizione finale per Thibault Benistant sull’altra Yamaha ufficiale, poi Kevin Horgmo sulla Kawasaki del team F&H Racing e un altro dei rappresentanti di casa, Stéphen Rubini sulla Honda del team Motoblouz. Sesto Liam Everts, seguito da Haakon Fredriksen. Per quanto riguarda i colori italiani, Valerio Lata ha incassato un 18° posto mentre Andrea Adamo è rimasto coinvolto a sua volta nell’incidente al via e si è ritirato subito.

Il meteo per la giornata di domani prevede ulteriore pioggia nelle prime ore, mentre le gare iridate del pomeriggio non dovrebbero essere disturbate dal maltempo. L’appuntamento con la prima manche della MX2 è, come sempre, alle 13:15.

Classifica MXGP:

Il problema non é Montecarlo, ma chi (a convenienza) perde la memoria

Classifica MX2:

Il problema non é Montecarlo, ma chi (a convenienza) perde la memoria

Immagini: jmracing.mx, Gas Gas Media Center

Il problema non é Montecarlo, ma chi (a convenienza) perde la memoria

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS