MXGP | GP Francia 2022 – Anteprima

Dopo cinque anni il mondiale motocross torna ad Ernée: Renaux e Vialle davanti al proprio pubblico per proseguire nella loro fantastica stagione


Era il 28 maggio 2017 quando il mondiale motocross sbarcò per l’ultima volta ad Ernée per il Gran Premio di Francia e in questo weekend, finalmente, il Circus del tassello iridato tornerà finalmente sul circuito intitolato a Raymond Demy, per oltre 30 anni presidente del Moto Club a cui fa riferimento la pista stessa. Ad Ernée si sono scritte pagine di storia del motocross, dalla tripletta di Stefan Everts nel 2003 al Nazioni vinto dai Bleus in casa nel 2015, e in questo fine settimana i tanti piloti transalpini cercheranno di completarne un’altra.

La MXGP è sempre terreno di conquista di Tim Gajser ma i problemi di salute riscontrati prima del Gran Premio di Sardegna hanno lasciato qualche strascico anche in Spagna, nonostante la settimana di pausa nel mezzo. Il leader del campionato non ha inciso nemmeno alle porte di Madrid ma il grande bottino di punti di cui dispone gli permette di poter guardare anche a weekend complicati con una certa serenità. A distanza di 66 punti troviamo uno degli idoli di casa più attesi ad Ernée, Maxime Renaux, che dopo la prima doppietta in classe regina centrata in Spagna punterà senza dubbio a ripetersi.

Anche la MX2 coinvolge un francese nella lotta iridata e, anzi, questo arriva ad Ernée addirittura con una fresca tabella rossa tra le mani. Tom Vialle ha operato un nuovo sorpasso su Jago Geerts la scorsa domenica approfittando di un insolito (almeno per questa stagione) doppio errore del belga e ora si troverà nella condizione di dover gestire un margine davanti ad un pubblico che già lo scorso anno non ha tradito.

MXGP

Anche in una stagione dai contorni trionfali, l’estrema lunghezza del calendario può comportare un paio di passi falsi in sequenza. Gajser ha mancato il podio in Sardegna e pure in Spagna, steccando la top 3 in due Gran Premi consecutivi per la prima volta dagli eventi di Repubblica Ceca e Belgio all’inizio del 2021. Si pensava che la ripresa dal virus che lo ha colpito prima di Riola Sardo potesse essere più rapida, ma evidentemente ci vorrà ancora qualche giorno prima di rivedere “Tiga” al 100% della forma. Ernée, seconda di tre gare consecutive, metterà di nuovo alla prova il gigante sloveno nella corsa al suo quinto iride.

Con il suo primo successo in MXGP, Renaux si è portato a quota sette vittorie e 25 podi: niente male per un pilota di 22 anni che solo da due stagioni gareggia in veste ufficiale. L’obiettivo ora è quello di replicare il successo dello scorso weekend, magari con un’altra doppietta che possa definitivamente squarciare questo eterno periodo di “dittatura” del #243. Non sarà facile tuttavia, poiché le condizioni di Gajser dovranno essere nuovamente valutate e se la tabella rossa dovesse avere ritrovato la forma giusta la situazione tornerebbe ad essere complicata per tutti.

Chi ha combinato un autentico disastro davanti ad una platea che lo acclamava a gran voce è Jorge Prado, che come in Lettonia ha malamente sprecato un altro Gran Premio favorevole per ridare vita alla sua difficile stagione. Con la doppia caduta di gara-2 che lo ha spedito nell'”inferno” della classifica di Arroyomolinos, il pilota Gas Gas ha perduto un’altra occasione e ora questo 2022 inizia a suonare davvero come una grande delusione. A disposizione del galiziano ci sono ancora ben dieci eventi per rovesciare questa opinione, ma gli obiettivi raggiungibili stanno iniziando a scarseggiare.

La Spagna ha risvegliato l’animo di Glenn Coldenhoff, che nonostante qualche intoppo di percorso è tornato sul podio e con pieno merito dopo essersi aggiudicato anche la manche di qualifica. Se Renaux si è guadagnato sul campo i galloni di capitano del team Yamaha, Coldenhoff può ancora giocarsi i meriti di una riconferma con un Jeremy Seewer che continua a percorrere una strada troppo ricca di saliscendi per poter essere giudicato completamente in positivo. Il finale di 2021 aveva lanciato lo svizzero nell’orbita di una possibile corsa iridata per quest’anno e i pronostici non sono stati decisamente rispettati.

Tra gli outsider di questo weekend si pongono le Husqvarna, con Pauls Jonass e un Brian Bogers salito sul podio in Spagna, un Mattia Guadagnini già in grande crescita dopo due Gran Premi sulla Gas Gas 450cc e, perché no, qualche pilota di casa che pur guidando moto di seconda scelta possono togliersi soddisfazioni: è il caso di Jordi Tixier, che ha già incassato tre top ten assolute quest’anno, ma anche di Christophe Charlier, rientrato nel mondiale da tre Gran Premi e salito sul podio su questo circuito ben nove anni fa in MX2.

MX2

Assolutamente atipico, per il pilota di cui stiamo celebrando un’ottima stagione, è stato il doppio errore di Geerts ad Arroyomolinos. In entrambe le manche iberiche l’ex leader del campionato è caduto mentre si trovava al comando e questo è costato tantissimi punti in un mondiale così serrato. Vialle ha serenamente ringraziato l’avversario incassando la seconda doppietta stagionale e portandosi in un solo colpo a +10 nella generale.

Il desiderio di rivincita del pilota Yamaha sarà grande e nel giardino di casa (anche se proviene da Avignone, al capo opposto della Francia) del proprio rivale potrebbe ribaltare ancora una volta, e questa volta in maniera piuttosto rumorosa, le sorti di questo eccezionale mondiale cadetto. D’altra parte, l’alfiere di KTM sembra avere ritrovato una certa serenità dopo un inizio di campionato talvolta tentennante e quando Vialle riesce a competere con piena fiducia nel proprio fisico e nei propri mezzi può essere devastante.

In Spagna si è riproposto come terza forza Simon Längenfelder, salito sul podio in entrambe le manche e secondo assoluto. L’unico pilota Gas Gas ufficiale rimasto in MX2 sta riprendendo ritmo dopo diverse settimane complicate e nonostante non sia ancora riuscito a tornare sui livelli dei primi due Gran Premi potrebbe avere a disposizione molte occasioni per tornare anche al successo nella seconda parte di quest’annata.

Alle spalle dei due piloti Kawasaki, Mikkel Haarup e Kevin Horgmo, che non sono riusciti a trovare continuità nell’ultima uscita, nella classifica generale troviamo un Andrea Adamo che ha portato a casa due piazzamenti concreti recuperando punti su entrambi alle porte di Madrid. Anche il siciliano del team Gas Gas SM Action ha trascorso qualche Gran Premio di rimessa dopo un inizio trionfale ma la seconda metà del calendario potrebbe riproporre soddisfazioni.

Tra i nomi che stanno salendo alla ribalta nella serie cadetta sta emergendo anche quello di Liam Everts, che in Spagna è arrivato ad un solo punto dal primo podio iridato. Il giovane Everts, che potrebbe diventare il primo pilota di terza generazione a raggiungere una top 3 nel mondiale, avrà un’altra occasione di dimostrare il suo sempre crescente valore sulla pista dove il padre si portò a casa ben tre vittorie in una sola giornata ormai 19 anni fa, a conclusione di una stagione trionfale.

Anche in MX2 sono tanti i piloti di casa potenzialmente in grado di raggiungere risultati di prestigio. Al di là naturalmente di Vialle, Thibault Benistant sulla seconda Yamaha ufficiale partirà almeno con ambizioni di podio ma anche Stéphen Rubini sta disputando una stagione di alto livello, avendo colto un altro podio di manche domenica scorsa con il terzo posto di gara-1. A questi vanno poi aggiunti Tom Guyon, abile nelle partenze e materiale da top ten già in qualche occasione quest’anno, e un talento “dimenticato” come Pierre Goupillon che sarà in gara come wildcard.

2022 Monster Energy MXGP of France – Circuit Raymond Demy
Round 10/19
4-5 giugno 2022

Formula E | Jakarta ePrix 2022 - Anteprima

INFO CIRCUITO

Lunghezza del circuito: 1,517 km
Tempo di gara: 30 minuti + 2 giri
Numero di curve: 20
Senso di marcia: orario
Superficie: duro

RECORD

Giro gara MXGP 2017: 1:49.061 – Jeffrey Herlings – KTM
Giro gara MX2 2017: 1:50.806 – Pauls Jonass – KTM
Giro prova MXGP 2017: 1:46.060 – Tanel Leok – Husqvarna
Giro prova MX2 2017: 1:48.213 – Pauls Jonass – KTM
Vittorie pilota MXGP: 6 – Stefan Everts
Vittorie costruttore MXGP: 14 – Yamaha
Podi pilota MXGP: 9 – Antonio Cairoli
Podi costruttore MXGP: 32 – Yamaha
Vittorie pilota MX2: 5 – Jeffrey Herlings
Vittorie costruttore MX2: 16 – KTM
Podi pilota MX2: 7 – Alessio Chiodi
Podi costruttore MX2: 35 – KTM

ALBO D’ORO

MXGP

Formula E | Jakarta ePrix 2022 - Anteprima

MX2

Formula E | Jakarta ePrix 2022 - Anteprima

PROGRAMMA

Sabato 4 giugno
10:50-11:15 Prove Libere MX2
11:20-11:45 Prove Libere MXGP
13:25-13:50 Qualifiche MX2
14:00-14:25 Qualifiche MXGP
16:25 Gara di Qualifica MX2 – MXGP TV
17:10 Gara di Qualifica MXGP – MXGP TV

Domenica 5 giugno
10:25-10:40 Warm-up MX2
10:45-11:00 Warm-up MXGP
13:15 Gara-1 MX2 – MXGP TV, Eurosport Player (10:30 6/6 Eurosport 2)
14:15 Gara-1 MXGP – MXGP TV, Eurosport Player (15:00 RaiSport, 11:00 6/6 Eurosport 2)
16:10 Gara-2 MX2 – MXGP TV, Eurosport Player (11:30 6/6 Eurosport 2)
17:10 Gara-2 MXGP – MXGP TV, Eurosport Player (17:55 RaiSport, 12:00 6/6 Eurosport 2)

Immagine copertina: KTM Media Center

Formula E | Jakarta ePrix 2022 - Anteprima

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS