MXGP | GP Francia 2021, qualifiche: Herlings è ancora il re della pole

Il pilota KTM batte Febvre con un’altra grande prestazione, Guadagnini davanti a tutti in MX2


Jeffrey Herlings è ancora il monarca assoluto del giro secco. Anche nel Gran Premio di Francia della MXGP l’olandese della KTM ha messo a segno la pole position, battendo l’idolo di casa Romain Febvre che all’inizio della sessione di qualifica aveva stabilito un riferimento apparentemente imbattibile. 1:43.860 per il pilota Kawasaki, battuto negli ultimi minuti da Herlings in 1:43.520 per l’ottava pole di questa stagione.

Terzo Jeremy Seewer, subito efficace sulla pista di Lacapelle-Marival che per la prima volta ospita la classe regina in questo weekend. Il pilota Yamaha, nonostante i quasi due secondi pagati a Herlings, sta compiendo passi avanti ma la prestazione della qualifica dovrà essere ripetuta nelle due manche di oggi.

Quarto Pauls Jonass, che proprio con Seewer si gioca un platonico titolo di “primo degli altri” in classifica mondiale. Alle spalle della Gas Gas #41 si è collocato un eccezionale Jeremy van Horebeek in sella alla Beta. Il belga ha mantenuto il secondo posto per diversi minuti ma alla fine non è riuscito a migliorarsi perdendo qualche posizione buona per la scelta del cancelletto, ma la Casa toscana può essere decisamente soddisfatta delle prestazioni del suo pilota.

Sesto Tim Gajser, che nelle due sessioni di prova ha cercato di studiare bene questa pista che non conosce molto a fondo a differenza dei suoi principali avversari. Stesso discorso per Antonio Cairoli, nono al termine delle prove ufficiali.

Tra Gajser e Cairoli si sono collocate due Yamaha, la non ufficiale di Calvin Vlaanderen e la factory di Glenn Coldenhoff. La top ten è stata invece completata dalla Husqvarna di Thomas Kjer Olsen. Solo 17° Jorge Prado, che naturalmente è ancora acciaccato dal tremendo incidente della scorsa settimana in Germania e ha speso le prove a riprendere confidenza con la guida per capire se davvero può essere competitivo in questa giornata.

11° crono per Alessandro Lupino, il secondo migliore degli italiani come spesso accade. 14° posto per Alberto Forato, 29° per Morgan Lesiardo.

In MX2 è arrivata la prima pole iridata in carriera per Mattia Guadagnini, che con il tempo di 1:46.019 si è imposto in una battaglia ancora più serrata di quella vista a Teutschenthal sette giorni fa. Nello stesso secondo del poleman sono stati infatti racchiusi ben 13 piloti, differenza importantissima quando si tratta di scegliere il cancelletto di partenza per due gare.

Guadagnini ha preceduto il leader del mondiale Maxime Renaux e la seconda KTM ufficiale di René Hofer. Buona prova per Mikkel Haarup, quarto sulla Kawasaki del team F&H Racing davanti ai due alfieri di casa Thibault Benistant e Tom Vialle.

Positivo anche il decimo posto del rientrante Rubén Fernández, che ha disertato il round tedesco per infortunio. A chiudere il gruppone racchiuso nel secondo del leader sono stati Jago Geerts e Kay de Wolf, che tuttavia pur avendo pagato solo otto decimi a Guadagnini partiranno a metà classifica.

14esima piazza per un Gianluca Facchetti sempre tra i migliori sul giro secco ma allo stesso tempo raramente efficace in gara, mentre Andrea Adamo ha concluso 16°. 28° crono per Filippo Zonta alla sua seconda apparizione in sella alla Honda del team Assomotor.

L’appuntamento con il via delle prime manche è quello consueto, con gara-1 della MX2 che scatterà alle 12:15.

Immagine copertina: KTM Media Site

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM