MXGP | GP Charente Maritime 2022 – Anteprima di Saint Jean d’Angély

Federico Benedusi - 19 Agosto 2022 - 09:00

Con il titolo MXGP già deciso, fari puntati sul duello per la MX2 con Vialle all’attacco di Geerts nella gara di casa


Il mondiale motocross 2022 sbarca in Francia per la seconda volta e riscopre dopo tre anni uno dei suoi circuiti più fascinosi, quello di Saint Jean d’Angély. La pista Puy de Poursay ospita la prima edizione del Gran Premio della Charente Maritime, dipartimento della Nuova Aquitania sito nella zona centro-occidentale dell’Esagono e affacciato sull’Oceano Atlantico.

La pista di Saint Jean d’Angély è quella che ha ospitato il maggior numero di Gran Premi iridati in Francia, questo sarà il numero 17, ma in occasione del Motocross delle Nazioni del 2000 è stata anche teatro di una delle più grandi delusioni nella storia del tassello transalpino: l’infortunio di Frédéric Bolley privò infatti i “Blues” di una molto probabile vittoria davanti al caldissimo pubblico di casa e di una gioia che comunque arrivò l’anno successivo, con la conquista del primo Chamberlain Trophy nella patria dei belgi, Namur.

Il penultimo appuntamento della stagione andrà in scena dopo l’assegnazione matematica del titolo MXGP, vinto da Tim Gajser al suo quinto iride in carriera. Le attenzioni saranno puntate, anche se con tutta probabilità sarebbe stato così in ogni caso, principalmente sul duello per la corona MX2 tra Jago Geerts e Tim Vialle, che correrà per l’ultima volta davanti al proprio pubblico prima dello sbarco negli Stati Uniti a partire dal 2023.

MXGP

Dell’ennesimo trionfo di Gajser abbiamo già discusso su queste pagine. Il 2022 ha consacrato un’altra volta uno dei più grandi campioni nella storia del motocross, un fuoriclasse che meglio di tutti si è adattato alla versione più moderna di questo sport, così snervante e impetuosa dal punto di vista fisico e mentale e nella quale è vietato perdere anche una sola briciola di concentrazione.

Dopo quattro Gran Premi di totale controllo della situazione, però, ora ci si attende un Gajser più vivace anche per quanto riguarda i risultati singoli. Il Nazioni di Red Bud è sempre più vicino e il quattro volte campione MXGP vorrà sicuramente esserne protagonista pur non potendo disporre di una squadra competitiva per la classifica assoluta, dunque queste ultime due uscite iridate dovranno servire anche da test in vista della grande kermesse del Michigan.

Performance che sono richieste anche in chiave classifica costruttori, spesso ignorata nel motocross ma sempre sottolineata dalle Case al raggiungimento del traguardo. L’ultimo periodo è stato caratterizzato da una sequenza di trionfi Yamaha e questo ha avuto un grande riflesso anche sul mondiale marche, guidato dai Tre Diapason con 34 lunghezze di margine sull’Ala Dorata.

Yamaha in grande forza soprattutto in considerazione del primo successo di Glenn Coldenhoff, arrivato dopo una rincorsa di quasi due stagioni intere. Il lungo lavoro di adattamento alla YZ450FM sta dando finalmente i frutti sperati e non c’è bisogno di ripetere quanto il pilota olandese senta l’aria del Nazioni, evento che lo ha visto imbattuto per due edizioni di fila.

La seconda posizione iridata sembra invece destinata alla Svizzera e a Jeremy Seewer, più solido rispetto ai due compagni di squadra nel corso di tutta la stagione. Il #91 ha 45 punti di vantaggio su Coldenhoff e Maxime Renaux è ancora più lontano, segnato soprattutto dall’infortunio che lo ha costretto ai box in Germania e in Indonesia. Renaux è stato selezionato per il team francese a Red Bud e avrà una grandissima responsabilità sulle proprie spalle, dopo il mondiale MX2 vinto lo scorso anno.

Chi non sarà al Nazioni è invece Romain Febvre, scartato a sorpresa in favore di Dylan Ferrandis. Non è noto se la scelta della FFM riguardi solo la maggior conoscenza del tracciato da parte del campione uscente del National 450cc o se ci sia qualche altro motivo tecnico alla base, fatto sta che il dimenticabile 2022 del pilota Kawasaki si concluderà tra poche settimane in Turchia. In due Gran Premi, l’obiettivo obbligato è quello di conquistare almeno un podio assoluto, risultato nelle corde di Febvre già da diverse settimane ma mai raggiunto per vari motivi.

Quello di Saint Jean d’Angély sarà un weekend fondamentale per rivalutare anche le condizioni di Mattia Guadagnini, reduce da due Gran Premi terribili dal punto di vista dei risultati e della buona sorte. Il team italiano per Red Bud non sembra attraversare un buon periodo e i due capitoli finali della stagione dovranno ridare morale. Un morale che nel team de Carli non è troppo alto anche sul versante Jorge Prado, che ha rivelato di avere contratto il Covid a Lommel esattamente come due anni fa: ancora una volta, per lo spagnolo la guarigione non ha coinciso con la scomparsa dei problemi fisici e l’avvenuta convocazione spagnola per Red Bud è comunque in sospeso.

MX2

Dopo qualche settimana di vacanza, lo sceneggiatore del mondiale motocross è finalmente tornato al lavoro e in Finlandia ha proposto una gara-2 alquanto drammatica. La duplice caduta di Geerts ha interrotto il momento di strapotere del pilota belga, sempre leader della classifica generale ma con un vantaggio su Vialle ridottosi a 15 punti.

Il successo di Vialle sulla sabbia di Hyvinkää è quanto di più inatteso ci potesse essere in questa fase della stagione ma il francese è riuscito nell’intento di lanciare un fortissimo segnale in Europa e negli States: vietato darlo per battuto, finché la matematica tiene aperta una speranza. Geerts è stato avvisato per la gara di casa del pilota KTM, mentre dall’altra parte dell’Atlantico dovranno iniziare a studiare quella che sarà la prossima minaccia.

Nel frattempo il figlio d’arte ha rimandato il suo debutto americano, dando forfait per le convocazioni francesi del Nazioni che sono quindi ricadute su Marvin Musquin per la MX2. La preparazione in vista della nuova sfida a stelle e strisce sarà lunga e complessa e non dovrà subire alcun intoppo, affinché Vialle possa arrivare al Supercross con concrete possibilità di giocarsi da subito risultati prestigiosi.

Il resto della classifica cadetta, paradossalmente, non ha più nulla da dire: nonostante in Finlandia non abbia di certo trascorso il weekend migliore della stagione, Simon Längenfelder è praticamente inattaccabile per il terzo posto e in Francia potrebbe mettere il sigillo definitivo sul podio mondiale; alle sue spalle c’è un Kevin Horgmo che sembrerebbe avere a sua volta scampato la minaccia di Thibault Benistant, prossimo ad un’operazione ad una spalla che secondo i piani del pilota Yamaha avverrà proprio la prossima settimana.

In casa Italia, riprendendo il discorso affrontato per la MXGP, Andrea Adamo arriverà al termine di un soffertissimo trittico di Gran Premi. In Finlandia il pilota siciliano è rimasto nelle retrovie con il ginocchio ancora dolorante dopo quanto avvenuto in Svezia, a Saint Jean d’Angély dovrà profondere un ultimo sforzo prima di una settimana di pausa. La sua settima posizione in campionato appare ormai compromessa, sotto la minaccia di un Kay de Wolf in progressiva ripresa.

2022 MXGP of Charente Maritime – Circuit du Puy de Poursay
Round 17/18
20-21 agosto 2022

MXGP | GP Charente Maritime 2022 - Anteprima di Saint Jean d'Angély

INFO CIRCUITO

Lunghezza del circuito: 1,620 km
Tempo di gara: 30 minuti + 2 giri
Numero di curve: 21
Senso di marcia: orario
Superficie: duro

RECORD

Giro gara MXGP 2019: 1:50.034 – Romain Febvre – Yamaha
Giro gara MX2 2019: 1:52.180 – Jago Geerts – Yamaha
Giro prova MXGP 2019: 1:46.484 – Tim Gajser – Honda
Giro prova MX2 2019: 1:48.965 – Jorge Prado – KTM

Non vi sono ulteriori record poiché si tratta della prima edizione del Gran Premio della Charente Maritime.

PROGRAMMA

Sabato 20 agosto
10:50-11:15 Prove Libere MX2
11:20-11:45 Prove Libere MXGP
13:25-13:50 Qualifiche MX2
14:00-14:25 Qualifiche MXGP
16:25 Gara di Qualifica MX2 – MXGP TV
17:10 Gara di Qualifica MXGP – MXGP TV

Domenica 21 agosto
10:25-10:40 Warm-up MX2
10:45-11:00 Warm-up MXGP
13:15 Gara-1 MX2 – Eurosport 2, MXGP TV, Eurosport Player
14:15 Gara-1 MXGP – MXGP TV, Eurosport Player (21:05 RaiSport, 0:30 22/8 Eurosport 2)
16:10 Gara-2 MX2 – MXGP TV, Eurosport Player (1:30 22/8 Eurosport 2)
17:10 Gara-2 MXGP – MXGP TV, Eurosport Player (22:05 RaiSport, 2:30 22/8 Eurosport 2)

Immagine copertina: KTM Media Center