MXGP | GP Argentina 2023: Prado si ripete in gara-1 su Febvre e Renaux

MXGP
Tempo di lettura: 4 minuti
di Federico Benedusi @federicob95
12 Marzo 2023 - 18:32
Home  »  MXGP

Lo spagnolo fa sua anche la prima manche canonica staccando i due francesi, bene Herlings, Seewer cade due volte e racimola pochi punti; Geerts si prende di esperienza la MX2, Adamo terzo

Due gare da fuochi d’artificio hanno inaugurato la domenica del Gran Premio di Argentina, tappa inaugurale del mondiale motocross 2023. La pista di Villa La Angostura è stata resa più… angusta dalla pioggia caduta in mattinata, la quale ha reso il fondo più lento e insidioso rispetto al terreno velocissimo che caratterizza il tracciato della regione di Neuquén, ed entrambe le categorie hanno visto una moltitudine di errori e sbavature anche da parte dei piloti più quotati.

In MXGP Jorge Prado ha ripetuto l’impeccabile prestazione della gara di qualifica di ieri imponendosi anche nella prima manche canonica. Dopo il solito holeshot il pilota del team Gas Gas è stato superato da Rubén Fernández, riuscito a resistere per cinque tornate prima di cedere di nuovo il passo al connazionale e corregionale, poi involatosi verso un successo in sicurezza.

Fernández ha portato avanti il sogno di una doppietta spagnola fino al 14° giro, quando è finito a terra lasciando campo libero a Romain Febvre che lo seguiva a distanza piuttosto ravvicinata. Il pilota Kawasaki ha portato a termine la prima corsa in seconda posizione precedendo Maxime Renaux, caduto a sua volta proprio mentre stava insidiando la Honda #70 e costretto alla rimonta. L’iridato MX2 del 2021 ha imposto un passo decisamente competitivo liberandosi in pochi giri di tre avversari oltre allo stesso Fernández, ma per arrivare a Febvre era ormai troppo tardi.

Quarto posto di eccezionale solidità per Jeffrey Herlings, che ha cautamente assistito al crollo della maggior parte dei piloti che gli stavano attorno incassando 18 punti preziosi. Il rientrante cinque volte iridato ha ben respinto sia Pauls Jonass che Glenn Coldenhoff, i quali hanno poi cercato (di nuovo invano) di avere ragione di Fernández. Il nuovo arrivato di casa HRC ha portato a casa il quinto posto davanti al lettone e all’olandese.

Jeremy Seewer si è invece reso protagonista di una manche disastrosa. Coinvolto in un incidente al via con Brian Bogers e Calvin Vlaanderen, lo svizzero è stato costretto ad una sosta ai box per una veloce riparazione della sua Yamaha. Nel corso della sua lunga rimonta il vice-iridato è finito a terra una seconda volta e alla fine non è andato oltre il 17° posto, prima vera battuta d’arresto dopo il tremendo volo senza conseguenze di ieri.

Top ten sia per Alberto Forato che per Mattia Guadagnini, nono e decimo. Il primo ha occupato la posizione per quasi tutta la durata della manche, mentre il secondo è partito malissimo dal cancelletto più interno risalendo da oltre la 20esima posizione. Davanti ai due azzurri si è classificato un Brent van Doninck in ottima forma, dopo il successo di domenica scorsa nel Lierop International. Ritiro subitaneo per Alessandro Lupino, mentre l’altra Beta di Ben Watson si è piazzata 12esima.

Vittoria di esperienza per Jago Geerts in MX2, in una manche che non ha lesinato alcun tipo di sorpresa. Il belga è stato superato nel duello in famiglia da Thibault Benistant, decisamente rigenerato dopo una gara di qualifica in calo, ma il francese ha subito un plot twist inatteso quando la wildcard Máximo Cáceres ha perso il controllo della sua Gas Gas trascinandolo a terra.

Se Geerts è riuscito scaltramente ad evitare la Yamaha #198 non è stato altrettanto sveglio Kay de Wolf, che si è unito all’ammucchiata perdendo la terza posizione. L’olandese ha ripreso presto a dare battaglia ma ha picchiato nuovamente il suolo nel tentativo di avere ragione del compagno di squadra Roan van de Moosdijk, concludendo così solo sesto.

Benistant ha invece ricucito il gap su Geerts per poi volare un’altra volta nel corso dell’ultimo giro quando l’avversario era ben più che alle viste. Il transalpino ha comunque messo a referto il secondo posto, forte di un grande vantaggio accumulato sugli inseguitori. Per Geerts è il primo successo in carriera nella manche inaugurale del mondiale.

Terzo Andrea Adamo, rimasto ostacolato da un’altra caduta di gruppo in partenza innescata dal contatto tra Lucas Coenen e Simon Längenfelder. In costante progressione, il siciliano del team KTM ha recuperato fino al podio scavalcando van de Moosdijk in prossimità dello scadere del tempo regolamentare. Alle spalle dell’olandese del team Husqvarna si è posizionato Liam Everts sulla seconda KTM ufficiale.

Settimo Rick Elzinga davanti al già citato Längenfelder, steso da un Coenen che dopo avere centrato un formidabile holeshot ha perso la sua Husqvarna subendo un duro colpo. Il belga si è subito ritirato mentre la Gas Gas #516 è risalita da fondo classifica all’ottava posizione. Kevin Horgmo e Jan Pancar hanno completato la top ten.

Alle 19:10 italiane, cancelletto abbassato per le seconde manche.

Classifica MXGP:

Classifica MX2:

Immagini: Gas Gas Media Center, Yamaha Media Center

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)