MXGP | Gas Gas a tre punte per il mondiale 2023

MXGP
Tempo di lettura: 5 minuti
di Federico Benedusi @federicob95
9 Febbraio 2023 - 17:00
Home  »  MXGP

Grandi ambizioni per tutto il team de Carli, tra MXGP e MX2. Prado in cerca di rivincite, Guadagnini outsider, Längenfelder con chance iridate

Inizia sotto i migliori auspici il mondiale motocross 2023 del team ufficiale Gas Gas, diretto ora da Davide de Carli dopo il passaggio di papà Claudio al ruolo di race director di KTM. Il marchio austro-spagnolo proporrà una squadra composta da tre piloti con grandi ambizioni di risultato sia di tappa che nel lungo periodo.

A guidare la spedizione MXGP ci sarà nuovamente Jorge Prado, reduce da un 2022 al di sotto delle aspettative complice anche uno stato di forma che non è mai stato quello dei giorni migliori. Se l’ultima annata del campione spagnolo era iniziata con due vittorie nelle prime tre manche e il successivo trionfo nel Gran Premio del Portogallo, da Arco di Trento i conteggi parziali e assoluti non si sono più smossi fino al termine della stagione, archiviata comunque con un terzo posto in volata ai danni di due terzi del team Yamaha. Le potenzialità del 22enne di Lugo sono quelle di un campione del mondo e i due titoli già vinti in MX2 lo dimostrano, l’obiettivo per il 2023 è quello di tornare a calcare con più frequenza il gradino più alto del podio e di conseguenza lottare per l’iride.

“La off-season è andata bene, finora. Abbiamo apportato qualche cambiamento e mi sento più pronto”, ha detto Prado. “Sono entusiasta di tornare a gareggiare il prossimo mese! Spero di poter lottare per il podio ad ogni Gran Premio e di cogliere il maggior numero possibile di vittorie. Sicuramente l’obiettivo principale è il titolo. Credo di essere in grado di giocarmela. Sono già arrivato al quarto anno di battaglia per il titolo massimo, quindi spero che quest’anno possa andare allo stesso modo”.

Il cambio di categoria a stagione in corso è risultato molto utile nel processo di crescita di Mattia Guadagnini. Il pilota veneto è uno dei migliori rappresentanti della scuola italiana e a livello di talento puro ha ben poco da invidiare al resto del plotone della MXGP. Per sbloccare definitivamente la situazione di stallo venutasi a creare nella prima, dimenticabile parte del suo 2022 in MX2 sarà necessario innanzitutto ritrovare la via del podio, risultato che manca addirittura dal Gran Premio di Francia del 2021: la memorabile prestazione nella seconda manche del Nazioni, terminata al terzo posto, potrebbe avere rappresentato un gustoso prologo in questo senso.

Queste le parole del #101: “Lo scorso anno ho compiuto un passaggio di classe, ho corso qualche Gran Premio nella categoria regina e ho incamerato una buona dose di esperienza. Ora, con più tempo trascorso in sella alla MC450F e una migliore preparazione, mi sento pronto per la prima stagione completa in MXGP. Il 2023 sta per iniziare e io non vedo l’ora!”.

Passando alla classe MX2, le ambizioni di Simon Längenfelder devono essere a dir poco battagliere. Terzo in campionato come Prado nel 2022, il tedesco ha stupito il mondo intero con la doppietta nell’inaugurale Gran Premio di Gran Bretagna ma poi non è più riuscito a ripetere questo risultato. I podi non sono mancati, ne sono arrivati ben cinque in totale, ma ora l’asticella si alza e il focus può essere puntato sul risultato più grosso, quello del titolo mondiale. Gli avversari non mancheranno, visto che anche le altre strutture ufficiali porteranno in gara formazioni altamente competitive, ma il 18enne bavarese ha tutte le carte in regola per puntare traguardi prestigiosi nel 2023 e oltre.

“Sono estremamente felice di iniziare la mia seconda annata con il team Gas Gas guidato da de Carli”, ha detto Längenfelder. “Lo scorso anno abbiamo mostrato buoni miglioramenti. Ci sono stati alti e bassi, ma abbiamo concluso il mondiale MX2 al terzo posto. Ora sono ansioso di vedere cosa ci riserverà il 2023”.

Il nuovo team manager Davide de Carli ha aggiunto: “La preparazione invernale è andata alla grande per tutti e tre i nostri piloti, che hanno lavorato su ogni tipo di superficie tra quelle che incontreremo quest’anno. Abbiamo anche sviluppato la moto e non vediamo l’ora di iniziare questa stagione. Il team è esattamente lo stesso dell’anno scorso, i nostri piloti sono molto talentuosi e io mi sento altamente fiducioso. L’obiettivo è quello di raggiungere il podio ad ogni Gran Premio e poi il traguardo finale, che è quello del titolo mondiale!”.

Parola finale al capo di Motorsports Offroad, Robert Jonas: “Sono entusiasta di vedere quali risultati potrà ottenere il team Gas Gas nel mondiale 2023 che inizierà tra poco più di un mese. Davide de Carli ha svolto un ottimo lavoro da quando ha assunto il ruolo di team manager e sono certo che con il suo aiuto tutti i suoi piloti, nei prossimi mesi, raggiungeranno i rispettivi traguardi prefissati”.

Anche Gas Gas, come praticamente tutte le altre strutture ufficiali del mondiale, sarà al via degli Internazionali d’Italia. Guadagnini e Längenfelder sono attesi al cancelletto in entrambi gli appuntamenti, mentre Prado dovrebbe disputare solo il round di Arco di Trento.

Immagini: Gas Gas Media Center

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)