MXGP | Frattura del femore per Jorge Prado

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Gruppo Discussione

Twitter

Instagram

A pochi mesi dal tanto atteso debutto in MXGP, una disavventura ha colpito Jorge Prado. Il due volte campione del mondo della MX2, pilota ufficiale KTM, si è infortunato nella giornata di ieri mentre si stava allenando sulla pista di Malagrotta insieme ad Antonio Cairoli, suo compagno di squadra.

Nell’approccio ad un salto, Prado ha perso il controllo della sua moto ed è caduto riportando la frattura del femore sinistro. Già operato, dovrebbe lasciare lo European Hospital di Roma entro un paio di giorni per iniziare la riabilitazione. I tempi di recupero non sono stati ancora comunicati.

Questa la dichiarazione ufficiale di Claudio de Carli, team manager della squadra che gestisce Prado e Cairoli: “Questa è davvero una brutta notizia e ci dispiace molto per Jorge. Le cose stavano andando molto bene e mancavano solo un paio di giri alla fine dell’allenamento. Stava piovendo e a Malagrotta devi avere un ottimo controllo della moto per percorrere uno dei salti più grandi del tracciato. Jorge non era ben saldo su una pedana, il suo piede è scivolato mentre percorreva la rampa ed è caduto. Ieri è stato operato da un dottore eccezionale, che conosciamo e in cui abbiamo piena fiducia, e ora dobbiamo aspettare qualche giorno per vedere che tutto sia a posto prima di lasciare l’ospedale. Ovviamente è un ostacolo nella nostra preparazione ma la cosa più importante è che Jorge recuperi al meglio per poi tornare a pensare al suo debutto in MXGP”.

La prova d’apertura del mondiale 2020 è prevista per il 1° marzo a Matterley Basin, in Gran Bretagna.

Immagine copertina: KTM

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

MXGP | Frattura del femore per Jorge Prado 2
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE