Motomondiale | Pubblicato il calendario provvisorio della stagione 2021

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Previste diciassette gare per il prossimo anno, con tre piste selezionate (Portimão, Mandalika e Igora Drive) che saranno le possibili riserve all’interno del nuovo calendario del Motomondiale


A dispetto di una situazione per nulla facile e un futuro incerto, in termini anche ben più ampi di quelli sportivi, FIM e Dorna stanno comunque lavorando al Motomondiale 2021, nella speranza che la crisi del Coronavirus non metta i bastoni fra le ruote anche all’anno che verrà. Quest’oggi è stato pubblicato il calendario provvisorio per la prossima stagione, riassunto nella grafica sottostante.

Come possiamo vedere, si tratta di un calendario che riprende gli standard a cui eravamo abituati fino al 2019, forse con prospettive anche fin troppo positive per la situazione attuale. Le tappe del calendario finora annunciate sono diciannove, con una ventesima ancora da selezionare e tre tracciati che “staranno in panchina”, nel caso altri eventi vengano cancellati.

I tre autodromi che si sono prestati a possibili sostituiti sono quelli dell’Algarve a Portimão, il tracciato cittadino internazionale di Mandalika in Indonesia e il circuito Igora Drive in Russia, inaugurato nel 2019 vicino San Pietroburgo.

Il calendario, così per come è stato pubblicato, presenta tanti ritorni di spessore, ricreando così un programma praticamente identico a quello che avremmo dovuto avere in questo 2020 disgraziato. La stagione del Motomondiale 2021 partirà il 28 marzo da Losail per il GP del Qatar, tappa che quest’anno ha visto solo Moto2 e Moto3 con MotoGP assente per gli effetti della quarantena, e che verrà preceduta dai classici test pre-stagionali. Ovviamente, tutti sperano che quest’anno anche la MotoGP possa disputare la gara.

Le due tappe americane di Argentina e Austin anticiperanno lo sbarco in Europa, che da prassi inizierà col Gran Premio di Spagna a Jerez. Il mese di maggio sarà molto attivo, con le gare di Jerez appunto (2 maggio), Le Mans in Francia (16 maggio) e Mugello (30 maggio).

Anche il prossimo anno l’Italia dovrebbe ospitare (sulla carta) due GP sul proprio territorio, con la presenza di Misano Adriatico e del GP di San Marino e della Riviera di Rimini (per il 19 settembre).

Faranno il loro ritorno nel motomondiale anche le storiche tappe del Sachsenring e di Assen (20 e 27 giugno rispettivamente), mentre se tutto va bene dovrebbe finalmente debuttare in calendario il GP di Finlandia, al KymiRing. Il tracciato deve comunque esser ancora omologato, così come la pista indonesiana di Mandalika.

I tracciati che quest’anno hanno avuto l’onore e l’onere di ospitare due GP (Jerez, Red Bull Ring, Motorland Aragón, Valencia Ricardo Tormo) torneranno ad avere una sola tappa, con Valencia che manterrà il suo posto a fine calendario a metà novembre. La pista di proprietà del marchio di bibite avrà il suo GP il 15 agosto invece, con un mese di distanza tra il GP finlandese e quello austriaco. In mezzo, resta vuoto il posto lasciato vacante da Brno, con un rinnovo contrattuale non ancora arrivato tra le parti.

GP d’Europa, l’anteprima

Un’altra tappa ad agosto, quella di Gran Bretagna a Silverstone (il 29) e due a settembre con le gare ad Aragón e a Misano (rispettivamente al 12 e al 19 del mese). Con questo terminerà il ciclo europeo, dando così il via al classico tour de force tra Asia e Oceania, coi Gran Premi di Giappone, Thailandia, Australia e Malesia; le prime due saranno staccate di due settimane dalle successive, non riproponendo più le tre tappe consecutive spossanti ma spezzando il tutto in due tronconi.

In buona sostanza, eccezion fatta per l’assenza di Brno e per lo spostamento della Thailandia nella sua posizione originale, il calendario del Motomondiale 2021 rispecchia quello 2020 iniziale. Impossibile non notare, però, la dicitura del comunicato della FIM, che recita “tutte le date, gli eventi e la presenza di spettatori è soggetta all’evoluzione della pandemia e alle approvazioni dei rispettivi governi e autorità”. E’ molto probabile che anche il prossimo anno il calendario della MotoGP subirà pesanti revisioni.

Fonte immagine: motogp.com

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Alyoska Costantino
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

ALTRI DALL'AUTORE