Motomondiale | Nuova revisione al calendario, Austin spostata al 15 novembre

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Com’era prevedibile, anche il Gran Premio delle Americhe riservato alle tre classi del Motomondiale è stato spostato dalla sua collocazione originale in calendario. Lo stato d’emergenza in cui sta versando la città di Austin, unito alle misure cautelari sui voli prese dagli Stati Uniti d’America, ha reso necessario un nuovo cambiamento, perciò FIM, IRTA e Dorna Sports hanno optato per il rinvio del GP al weekend dal 13 al 15 novembre, oltre sette mesi dopo la data originale (che era tra il 3 e il 5 aprile).

Le motivazioni sono sempre le stesse: l’epidemia di Coronavirus che sta interessando il globo e le misure di contenimento che i vari paesi stanno intraprendendo per evitare il propagarsi del virus in maniera ancora più rapida. Di conseguenza, anche il Gran Premio della Comunità Valenciana che terminerà la stagione si disputerà in un giorno diverso rispetto a quello prestabilito, ovvero nel weekend del 22 novembre per lasciar spazio ad Austin.

Altra idea che potrebbe permettere al campionato MotoGP e alla FIM di raggiungere l’obiettivo delle tredici gare annuali è quella di fare affidamento su degli appuntamenti con due gare anziché una sola, come contromisura a una situazione che per il momento sembra stia limitando sempre più le possibilità degli organizzatori. E’ il presidente della Federazione Jorge Viegas ad ammetterlo, in un’intervista a Catalunya Radio: “Al momento ho piena fiducia che il campionato avrà più di tredici gare. Se ci sarà da correre a gennaio, lo faremo. Possiamo svolgere due Gran Premi nello stesso weekend o correre a porte chiuse. Tutto ciò è possibile se non ci saranno altre soluzioni. Nella situazione attuale non abbiamo veti. Devi essere flessibile e avere immaginazione”.

Oltre alla possibilità di ospitare due GP (una delle strutture a essersi proposta pare essere Sepang), c’è anche l’idea d’inserire in calendario, in via straordinaria, circuiti e paesi non presenti originariamente nel calendario. E’ il caso del Portogallo, con i suoi due autodromi all’Estoril e a Portimão: “Portimão è una pista che teniamo come riserva, così come l’Estoril. In Portogallo non ci sono restrizioni sui viaggi”.

Nonostante l’ottimismo di Viegas, non ci resta che attendere che queste opzioni vengano attuate o meno.
Qui troverete invece il nuovo calendario del Motomondiale.

Fonte immagine: motogp.com

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

Motomondiale | Nuova revisione al calendario, Austin spostata al 15 novembre 1
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

ALTRI DALL'AUTORE