Motomondiale | GP Spagna 2022 – Anteprima

Si va a Jerez per il sesto round della stagione MotoGP. Quartararo intenzionato ad allungare, attesa per una rivalsa Honda. Ci sarà il debutto della MotoE.


Ad appena sette giorni dal Gran Premio del Portogallo, il Motomondiale rimarrà nella penisola iberica per la prima gara in terra spagnola della stagione 2022. Il GP Spagna, arrivato alla sua 61a edizione, si disputerà sull’iconica pista di Jerez de la Frontera, luogo di tante battaglie e di momenti storici per il Circus e per la classe regina MotoGP in particolare.

MotoGP

Una MotoGP in cui è tornato a regnare, in quel di Portimão, Fabio Quartararo. Il campione del mondo 2021 ha dimostrato ciò che può davvero fare quando si trova nella situazione di gara perfetta per sé e per la sua Yamaha, prendendo il comando nelle prime fasi e martellando un ritmo insostenibile per gli avversari. E’ lui il principale candidato al successo qui in Andalusia, ripensando alla doppietta del 2020 e anche alla vittoria sfumata lo scorso anno per l’indolenzimento del braccio destro.

Con lui, tutto lo squadrone Yamaha potrebbe giovare di una piccola ripresa. Andrea Dovizioso ha ottenuto il suo miglior risultato dell’anno nell’ultima gara chiudendo 11° e nell’ultimo GP Spagna corso nel 2020 ha chiuso terzo; Franco Morbidelli conta a sua volta un terzo posto nel 2021 qui. Tuttavia, i due italiani saranno probabilmente ancora ridotti a comparse nei confronti di “El Diablo”.

Ad affiancare Quartararo in testa alla generale con 69 punti c’è Álex Rins su Suzuki. Se già ad Austin la rimonta di Marc Márquez aveva fatto scalpore, quella di Rins a Portimão è stata ancor più sensazionale, seppur propiziata anche da qualche episodio di gara. Il quarto posto ottenuto dopo la pessima qualifica ha aumentato ulteriormente la fiducia del #42, che potrebbe seriamente tentare il controsorpasso nella classifica sullo yamahista. Joan Mir, invece, è andato incontro alla sua prima battuta d’arresto della stagione a causa dell’incidente con Jack Miller e deve ora recuperare un deficit di 23 punti.

Parlando di Ducati, la piazza d’onore di Johann Zarco nell’ultimo Gran Premio ha salvato un po’ la baracca, ma l’ex-leader della classifica Enea Bastianini si è dovuto a sua volta ritirare per una scivolata dovuta alla troppa foga. Il team Gresini nutre grandi speranze per questa domenica, essendo Jerez una pista che la “Bestia” ha già conquistato in Moto2 nel 2020, ma bisognerà comprendere il livello della Ducati GP21 in confronto alle altre moto ufficiali.

L’errore di Jack Miller non ha mancato di far storcere il naso ai più critici dell’australiano, ma per il momento la coppia del team Ducati Corse ufficiale è a pari punti, con Francesco Bagnaia autore a sua volta di un bel recupero a Portimão dopo il sabato da incubo passato. L’ottavo posto conquistato ha fatto morale non tanto per i punti o il piazzamento, quanto per il ritmo mostrato partendo dal fondo e se a Jerez il torinese riuscisse finalmente a trovare la quadra, allora anche lui potrà tornare ad essere un contendente per la vittoria. A soli tre punti dai due piloti factory Jorge Martín, che però ha già tre zeri all’attivo in cinque round.

Dopo il terzo posto ottenuto in Portogallo, Aleix Espargaró occupa la posizione numero tre anche in campionato, a tre lunghezze dai co-leader Rins e Quartararo. La ricorrenza del numero tre, se vogliamo, non finisce qui perché all’Aprilia basterebbe un ulteriore piazzamento a podio per liberarsi delle concessioni tecniche permesse dal regolamento. Maverick Viñales, intanto, continua a navigare nei pressi della top ten raggranellando risultati, ma sulla pista di casa “Top Gun” potrebbe avere ambizioni più elevate.

Il pilota di Figueres non è però il grande atteso del weekend, perché quel ruolo spetta al suo rivale Marc Márquez. La Honda è l’unica a non avere piloti nelle prime dieci posizioni in campionato e, storicamente parlando, la Casa dell’Ala Dorata ha in Jerez una pista alleata. Per Marc è una pista che rievoca brutti ricordi, del momento in cui la sua fase di pilota dominante si è bruscamente interrotta nel GP Spagna 2020.

Sarà da vedere come si comporterà la nuova RC213V qui, anche con gli altri piloti. Álex Márquez e Pol Espargaró hanno ottenuto risultati incoraggianti alle spalle del più blasonato compagno di marca, ma servirà qualcosa di più di una top ten per scuotere la generale piloti. Chiamato ad una risposta anche Takaaki Nakagami, vittima di un errore nell’ultimo round, mentre la formazione Honda sarà completata dal tester Stefan Bradl in questo weekend.

KTM continua ad essere un puzzle a cui pare continuare a mancare il pezzo decisivo per essere completato. Come per altri piloti, Brad Binder è incappato in un errore e ha perso contatto con la testa della generale (ora è a -27), con Miguel Oliveira che gli si è avvicinato ed è ora a soli tre punti da lui. La gara di casa ha portato al portoghese un ottimo quinto posto, ma sarà necessario dare seguito a questa performance.

C’è stata gioia moderata anche per Remy Gardner, che ha raccolto altri due punti a Portimão. Nel piccolo duello interno del team Tech3 la solidità del campione Moto2 sta facendo una leggera differenza, mentre Raúl Fernández ha disertato la scorsa gara per una botta alla mano rimediata nelle qualifiche. Lo spagnolo sarà comunque presente per la propria gara di casa.

Moto2

Formula E | Monaco ePrix 2022 - Anteprima

La classe di mezzo potrebbe aver già affrontato la gara più pazza della propria stagione in quel di Portimão, segnata dalla pioggia e dallo scioccante incidente multiplo in curva 2 che ha messo fuori gioco più di una decina di piloti. Mentre Joe Roberts è andato a vincere la sua prima gara in carriera, Celestino Vietti Ramus ha approfittato di questo vero e proprio rigore a porta vuota per segnare 20 preziosissimi punti, mentre tutti i suoi principali antagonisti sono rimasti a secco.

Nonostante un vantaggio rassicurante di 34 punti, è ancora troppo presto per poter pensare di amministrare il margine a lungo termine, specie considerando come negli ultimi due GP il #13 abbia faticato come velocità rispetto agli avversari diretti. I vari Canet, Arbolino, Ogura e Chantra non dovranno, dal canto loro, perdere ulteriore terreno da Jerez in poi.

Moto3

Formula E | Monaco ePrix 2022 - Anteprima

Il gruppone selvaggio stile Moto3 non si è visto a Portimão nella lotta per le prime posizioni, ma la sfida a cinque per la vittoria è stata appassionante e ad emergerne vincitore è stato Sergio García, al suo secondo successo stagionale dopo la splendida vittoria dell’Argentina. Dopo lo zero di Austin il pilota GasGas è subito ritornato in testa alla generale (seppur con un solo punto di vantaggio su Dennis Foggia, 83 a 82), dimostrando come al momento sia lui il più forte nella classe leggera.

Foggia dovrà correre in territorio nemico in questo fine settimana e dovrà farlo senza errori o distrazioni di sorta, che in questi primi cinque round hanno tolto punti importanti e che, a fine stagione, potrebbero rivelarsi fondamentali. Il resto degli avversari rimangono staccati, con Masiá e Migno terzo e quarto e avvantaggiati dai rispettivi successi in Texas ed in Qatar, mentre Öncü e Guevara sono ancora alla ricerca del proprio primo trionfo stagionale.

MotoE

Formula E | Monaco ePrix 2022 - Anteprima

In questo fine settimana farà il proprio debutto stagionale la Coppa del Mondo MotoE, per quello che sarà l’ultimo anno della categoria con le Energica Ego Corsa prima di cedere il passo alla Ducati col nuovo prototipo elettrico. Alcuni nomi di rilievo faranno ritorno per questa quarta stagione, a cominciare dal campione in carica Jordi Torres col team Pons, pronto a puntare alla tripletta dopo i titoli vinti nel 2020 e nel 2021.

Torres dovrà vedersela con tanti avversari: il suo nuovo compagno di squadra Mattia Casadei, il rivale Dominique Aegerter che gli ha conteso il titolo nel rocambolesco finale di Misano 2021, Eric Granado ora col team LCR ed anche il primo campione della serie Matteo Ferrari, rimasto con Gresini Racing. Rientreranno a far parte della griglia Héctor Garzó (Tech3 E-Racing), Bradley Smith e Niccolò Canepa (WithU RNF), mentre debutterà con la squadra Pramac Xavi Forés. Anche il nuovo format, con due manche ad ogni weekend, rappresenterà una nuova sfida.

Al contrario di quanto successo in Portogallo, a Jerez sono previsti tre giorni di sole e caldo con temperature quasi estive, sulla soglia dei 27° di massima. Gli orari a cui verranno mandate in onda qualifiche e gare torneranno nella norma dei GP europei con la Moto2 a precedere la MotoGP nella giornata di domenica, mentre la MotoE correrà la prima manche al termine delle prove ufficiali del sabato e la seconda come gara finale della domenica. Qualifiche e gare saranno mandate in onda in diretta sia su Sky che su TV8, come già successo per il GP delle Americhe.

INFO TRACCIATO

Formula E | Monaco ePrix 2022 - Anteprima

Lunghezza tracciato: 4.423 m
Rettilineo principale: 607 m
Curve: 13 (5 a sinistra, 8 a destra)
Senso: orario
Record della pista: 1:36.705 (Fabio Quartararo, Yamaha, 2020)

ALBO D’ORO

Formula E | Monaco ePrix 2022 - Anteprima
Formula E | Monaco ePrix 2022 - Anteprima
Formula E | Monaco ePrix 2022 - Anteprima
Formula E | Monaco ePrix 2022 - Anteprima

ORARI TELEVISIVI

Venerdì 29 aprile 2022

09:00 – FP1 Moto3 (Sky Sport MotoGP)
09:55 – FP1 MotoGP (Sky Sport MotoGP)
10:55 – FP1 Moto2 (Sky Sport MotoGP)
13:15 – FP2 Moto3 (Sky Sport MotoGP)
14:10 – FP2 MotoGP (Sky Sport MotoGP)
15:10 – FP2 Moto2 (Sky Sport MotoGP)

Sabato 30 aprile 2022

09:00 – FP3 Moto3 (Sky Sport MotoGP)
09:55 – FP3 MotoGP (Sky Sport MotoGP)
10:55 – FP3 Moto2 (Sky Sport MotoGP)
12:35 – Q1 Moto3 (Sky Sport MotoGP, TV8)
13:00 – Q2 Moto3 (Sky Sport MotoGP, TV8)
13:30 – FP4 MotoGP (Sky Sport MotoGP, TV8)
14:10 – Q1 MotoGP (Sky Sport MotoGP, TV8)
14:35 – Q2 MotoGP (Sky Sport MotoGP, TV8)
15:10 – Q1 Moto2 (Sky Sport MotoGP, TV8)
15:35 – Q2 Moto2 (Sky Sport MotoGP, TV8)
16:25 – Gara 1 MotoE (Sky Sport MotoGP, TV8)

Domenica 1 maggio 2022

09:00 – WUP Moto3 (Sky Sport MotoGP)
09:20 – WUP Moto2 (Sky Sport MotoGP)
09:40 – WUP MotoGP (Sky Sport MotoGP)
11:00 – Gara Moto3 (Sky Sport MotoGP, TV8)
12:20 – Gara Moto2 (Sky Sport MotoGP, TV8)
14:00 – Gara MotoGP (Sky Sport MotoGP, TV8)
15:30 – Gara MotoE (Sky Sport MotoGP, TV8)

Fonti immagini: mediahouse.ducati.com, ajo.fi, pramacracing.com

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS