Motomondiale | GP San Marino 2022, sintesi del venerdì

Alyoska Costantino - 2 Settembre 2022 - 19:04

Bastianini in forma, conquista il miglior tempo in FP2; a Quartararo la FP1. Tre posizioni di penalità per Bagnaia dopo aver ostacolato due piloti al mattino.


La prima giornata di prove a Misano in vista del GP San Marino 2022 si è conclusa. Per il momento il meteo è rimasto favorevole, ma il cielo sopra l’Emilia-Romagna, tra domani e dopodomani, potrebbe regalare qualche brutta sorpresa ai piloti. La FP2 potrebbe dunque esser stata fondamentale nell’assegnare i dieci posti valevoli per la Q2 diretta della MotoGP.

MotoGP

Motomondiale | GP San Marino 2022, sintesi del venerdì

La storia di questa seconda parte di stagione della MotoGP, lo scontro tra Yamaha (o meglio, Fabio Quartararo) e Ducati, sta proseguendo anche in questo weekend. Le due parti si sono divise le sessioni del venerdì del GP San Marino, con Quartararo al comando nella FP1 ed Enea Bastianini più veloce di tutti nella FP2.

“El Diablo” ha dovuto fare gli straordinari anche quest’oggi e la sua guida molto scorbutica sulla sua M1 ne è una prova. Tuttavia, nonostante i problemi di stabilità della moto, l’1:32.3 del mattino gli ha permesso di stare al comando. Al pomeriggio lo yamahista ha messo in piedi anche un ottimo passo sul ‘32.0, ma la perla del turno è arrivata con un 1:31.8, valevole per la quinta posizione.

Tuttavia, gli sforzi di Fabio non sono bastati per contrastare il dominio delle “Rosse”, che monopolizzano le prime quattro posizioni. In testa alla combinata c’è infatti Enea Bastianini, autore di un 1:31.517 già parecchio vicino al record della pista di Francesco Bagnaia e relativo allo scorso anno; il pilota Gresini ha approfittato al meglio del traino di Bagnaia davanti per ottenere questo tempo.

I due futuri compagni di squadra del team Ducati Lenovo sono in prima e seconda posizione, ma la giornata di Pecco è stata parecchio travagliata. Nella FP1 il torinese ha rimediato una penalità di tre posizioni sullo schieramento per la gara di domenica dopo aver ostacolato Álex Márquez e lo stesso Bastianini alla Variante del Parco, mentre al pomeriggio è incappato in una scivolata alle curve del Carro, fortunatamente senza conseguenze. Con la Soft al posteriore il #63 può sicuramente ambire ai primi posti, ma per il momento sul passo è Quartararo l’uomo da tenere d’occhio.

Jack Miller occupa la terza posizione nella FP2. L’australiano non è stato incisivo quanto i due italiani, ma ha comunque pagato un distacco piuttosto contenuto ed intorno ai 0″2 nei confronti di Bastianini. Quarta posizione per Johann Zarco sulla prima Desmosedici del team Pramac, caduto anche lui nella FP2 (nei primissimi minuti alla prima variante) ma rientrato prepotentemente nelle prime posizioni nel finale.

Il filotto di moto italiane continua anche alle spalle di Quartararo, completamente circondato anche dalle Aprilia. Maverick Viñales, pur patendo ancora i problemi in frenata già visti a Silverstone e al Red Bull Ring, è stato forse il concorrente più vicino a Quartararo sul piano del passo, mancando le prime tre posizioni giusto per qualche imprecisione nei due giri lanciati con gomma morbida. Lo segue il compagno Aleix Espargaró, non al livello del compagno di squadra durante questo primo giorno.

Altre due Ducati sono riuscite a conquistare la top ten, la GP22 di Jorge Martín (dettosi però deluso dall’ottavo tempo ottenuto) e la GP21 di Marco Bezzecchi, ancora in pista con la livrea classica di Mooney VR46 in attesa di vedere in pista la colorazione Aeroprism realizzata da Mad Dog Jones. L’ultimo posto valido virtualmente per la Q2 se l’è preso Franco Morbidelli, bravo a sfruttare il traino fornitogli dal compagno Quartararo negli ultimi minuti per risalire la china; Bastianini dista 0″7, il compagno di squadra del team Monster Energy 0″4.

Diversi big sono rimasti fuori dai primi dieci per il momento ed il nome che spicca maggiormente è quello di Álex Rins. Il suzukista, nel pieno della sessione, ha perso il davanti alla Misano 1 e si è reso protagonista di una lite con un commissario di percorso, reo di avergli tirato un braccio mentre cercava di dissuaderlo dal prendere la moto. Lo spagnolo è 14°, alle spalle di Pol Espargaró e della coppia KTM Miguel Oliveira-Brad Binder.

Moto2

Motomondiale | GP San Marino 2022, sintesi del venerdì

L’aria di casa sembrerebbe aver giovato a Celestino Vietti, primo nella FP1 di Misano. L’italiano ha primeggiato nella combinata grazie a questo tempo e si è messo in una posizione di vantaggio in vista delle qualifiche di domani, per le quali spera nell’accesso diretto alla seconda sessione. Il suo tempo migliore è di 1:36.573.

La FP2 è stata decisamente diversa per il #13, classificatosi solo 11° a 0″6 dal suo tempo. Alonso López ha quindi ereditato la testa del gruppo girando in 1:36.597 sulla sua Speed Up, con soli 0″024 di ritardo dall’italiano nella combinata. Terzo posto sorprendente per Mattia Pasini, concentratissimo in questa sua wildcard col team Aspar e capace di precedere anche l’ex-leader della classifica iridata Augusto Fernández. Il vincitore del GP d’Austria, Ai Ogura, è invece 11°.

Moto3

Motomondiale | GP San Marino 2022, sintesi del venerdì

Pure nella classe leggera i nostri colori italiani hanno brillato, grazie a Dennis Foggia. Dopo un’Austria amara, la punta di diamante del team Leopard Racing è tornato a livelli più consoni e sulla pista del Santa Monica, dove ha compiuto la doppietta lo scorso anno, ha conquistato il primo posto sia nella FP1 che nella FP2, chiudendo al comando la combinata del venerdì con un 1:41.608.

In entrambe le sessioni “The Rocket” ha preceduto Ayumu Sasaki, fresco vincitore dell’ultimo Gran Premio e sempre più in sintonia sulla sua Husqvarna; il giapponese aveva anche realizzato il miglior crono al mattino, ma gli è stato tolto per aver infranto i track limits. Un altro giapponese tra i primissimi è Tatsuki Suzuki, terzo al termine del venerdì, mentre nella sfida titolata del box Aspar Sergio García ha chiuso al quarto posto con Izan Guevara nono, il quale però era stato tra i primi tre nella FP1.

MotoE

Motomondiale | GP San Marino 2022, sintesi del venerdì

Tutt’e quattro le categorie a Misano hanno visto piloti italiani in testa nelle classifiche di fine giornata. Mattia Casadei non avrà conquistato la pole durante le qualifiche, ma si era comunque preso il primo posto delle libere in 1:43.680. L’ex-pilota del team SIC58 è sicuramente tra i candidati alla vittoria in almeno una delle due gare previste.

In entrambe le sessioni il team Pons Racing 40 ha fatto “doppietta” con Jordi Torres secondo alle spalle del #27, con un netto calo dei tempi tra la prima e la seconda sessione. L’attenzione, tuttavia, è rimasta focalizzata sui due contendenti alla vittoria della Coppa del Mondo, Dominique Aegerter ed Eric Granado: i due si sono classificati rispettivamente quinto e quarto nella FP2, alle spalle di Matteo Ferrari.

Qui i risultati di FP1 e FP2 MotoGP, insieme alla classifica combinata di questo venerdì di Misano.

Fonti immagini: gresiniracing.com, yamahamotogp.com