Motomondiale | GP San Marino 2022, sintesi dei warm-up

Alyoska Costantino - 4 Settembre 2022 - 10:45

Bastianini al comando del warm-up MotoGP, tripletta italiana davanti con Bagnaia e Marini alle sue spalle. Quartararo quarto, Viñales veloce sul passo.


Manca meno di un’ora all’inizio del GP San Marino 2022 del Motomondiale e da pochi minuti il warm-up mattutino delle tre classi MotoGP, Moto2 e Moto3 si è concluso. Rispetto a ieri il meteo pare decisamente favorevole e le preoccupazioni per delle gare bagnate sembrerebbero essersi dissolte. 

MotoGP 

Il warm-up della classe regina ha rispecchiato l’andamento del weekend, con le Ducati che hanno fatto il bello e cattivo tempo sia sull’asciutto che sul bagnato. Questa mattina è toccato nuovamente ad Enea Bastianini prendere il comando delle operazioni, girando in 1:31.944; è stato l’unico a stare sotto l’1:32 ed ha reso giustizia alla splendida livrea celebrativa portata dal team Gresini ed ispirata alla Garelli con cui Fausto ha ottenuto i suoi due titoli. 

Davanti è una “tripletta” Ducati ed italiana: Francesco Bagnaia, quinto sullo schieramento, è secondo a meno di un decimo dal suo futuro compagno di box, mentre Luca Marini occupa il terzo posto sulla moto VR46, a sua volta vestita coi colori del progetto Aeroprism. Il primo pilota su una moto differente è, come già successo diverse volte, Fabio Quartararo, quarto a meno di due decimi dalla “Bestia”. 

Uno dei piloti col passo migliore in questo warm-up è Maverick Viñales. Per “Top Gun” questa sessione ha riservato un quinto posto, ma egli è stato capace di girare senza sosta su un ritmo del ‘32 basso costante. L’unica pecca è data dal fatto che molti suoi giri sono stati cancellati per aver oltrepassato i limiti del tracciato. 

Turno decisamente meno agevole per l’altro pilota Aprilia, Aleix Espargaró: il distacco di 0”3 dalle Ducati davanti comincia a farsi sentire e lo spagnolo si è anche reso protagonista dell’ennesimo screzio con un pilota, stavolta Marco Bezzecchi (reo di averlo passato al curvone togliendogli un giro buono, a cui Aleix ha risposto mandandolo largo al Carro). Altra mezza delusione del warm-up è il poleman Jack Miller, solo 11°. 

Moto2

Motomondiale | GP San Marino 2022, sintesi dei warm-up

Nonostante le condizioni meteo usuali, c’è stata qualche sorpresa inaspettata durante il turno della Moto2. Il più veloce è stato infatti Albert Arenas in 1:36.834, ma per appena 0”015 sul primo inseguitore Fermín Aldeguer. 

A fine sessione la classifica vede ben quattro piloti spagnoli nelle prime quattro posizioni, un dominio iberico a cui non si era più abituati nella classe di mezzo: Arón Canet chiude il podio virtuale, mentre Pedro Acosta è quarto. L’autore della pole position, Celestino Vietti, è quinto, mentre Augusto Fernández Guerra ed Ai Ogura si trovano fuori dalla top ten. 

Moto3

Motomondiale | GP San Marino 2022, sintesi dei warm-up

La prima sessione della domenica è stata quella della Moto3, coi piloti che hanno subito giovato delle condizioni di pista e di meteo ottimali, tornando a mostrare i valori in campo a cui siamo stati abituati negli ultimi Gran Premi. Ayumu Sasaki, infatti, ha fatto segnare il miglior tempo in 1:41.895 e, anche se dovrà partire dalla sesta fila, ha già dimostrato di poter rimontare in gara tante posizioni. 

Solo tre piloti sono scesi sotto l’1:42 in questa sessione. Insieme a Sasaki, la top tre è formata anche da Stefano Nepa ed Izan Guevara, quest’ultimo ancora speranzoso nel sorpasso in campionato sul compagno Sergio García. Sesto tempo per l’altro pilota del team Aspar, mentre Dennis Foggia è quarto. Ottavo il poleman Deniz Öncü, a 0”6 da Sasaki. 

Qui i risultati del warm-up della MotoGP e l’analisi dei run. Alle 11:00 scatterà la Moto3. 

Fonti immagini: gresiniracing.com, teamaspar.com, maxracingteam.com