Motomondiale | GP San Marino 2021, FP2: Zarco vola sotto l’acqua

Tripletta Ducati sotto la pioggia, il francese spadroneggia su Bagnaia e Miller


Nelle FP2 del Gran Premio di San Marino del Motomondiale è andato in scena un copione simile a quello visto stamattina nelle FP1. La Moto3 ha disputato la totalità della sua sessione su pista asciutta ma subito dopo la pioggia si è nuovamente abbattuta su Misano, condizionando ancora MotoGP e Moto2 oltre alla MotoE che nel pomeriggio gira per ultima, al contrario della mattina.

Johann Zarco è salito in cattedra sull’asfalto bagnato aprendo una tripletta Ducati in MotoGP, in Moto2 Marco Bezzecchi si è confermato dopo una sessione mattutina già di primordine, in Moto3 Dennis Foggia ha nuovamente guidato il gruppo mentre il miglior tempo della MotoE lo ha segnato Miquel Pons.

MotoGP

In una sessione interamente bagnata, Johann Zarco ha aperto un terzetto di Ducati sfoderando anche un grande passo in condizioni di pioggia. Il francese, che mercoledì si opererà all’avambraccio destro per risolvere la sindrome compartimentale che l’ha colpito nelle ultime gare, ha concluso in 1:42.097 segnando il suo miglior tempo proprio sotto la bandiera a scacchi.

Alle spalle della Desmosedici del team Pramac hanno concluso le due moto ufficiali di Francesco Bagnaia e Jack Miller, distanti rispettivamente 553 e 622 millesimi. Prestazioni convincenti e che lasciano ben sperare Borgo Panigale in vista di una domenica possibilmente piovosa.

Joan Mir è risultato quarto sulla Suzuki davanti a Marc Márquez sulla Honda, quindi la prima KTM con Miguel Oliveira, molto in ombra nelle ultime uscite. Competitivo come sempre sotto l’acqua anche Danilo Petrucci, settimo. Brutto momento per il compagno di squadra del pilota umbro, Iker Lecuona, vittima di un highside in uscita dalla prima curva ma fortunatamente illeso.

Sessione difficile per Fabio Quartararo, 18° e ancora in difficoltà in condizioni di pista bagnata. Il migliore degli italiani in questo pomeriggio piovoso è stato Michele Pirro sulla terza Ducati ufficiale, 12° davanti a Franco Morbidelli ed Enea Bastianini. 16° Valentino Rossi, Andrea Dovizioso è rimasto ancora nelle ultime posizioni della classifica con il 21° tempo mentre Luca Marini ha concluso 23°.

La riepilogativa di giornata si basa invece sui 30 minuti asciutti di stamattina, con Maverick Viñales e l’Aprilia (17esimi in FP2) al comando davanti a Mir e Bagnaia.

Moto2

Dopo avere solo sfiorato il miglior tempo in mattinata, Marco Bezzecchi è riuscito a settare l’asticella nella FP2 ribadendo la sua competitività sotto la pioggia. 1:50.168 per il pilota del team Sky VR46, rimasto ad appena 28 millesimi dal crono della FP1 di Thomas Lüthi, solo 12° nelle prove pomeridiane.

Unica categoria a trovare acqua nella totalità di entrambe le sessioni, in Moto2 la lotta per la top 14 che vale l’accesso diretto alla Q2 è proseguita anche in FP2 e alla fine ben nove piloti tra gli attuali primi 14 della classifica hanno migliorato il loro crono.

Augusto Fernández ha concluso il venerdì al terzo posto precedendo Somkiat Chantra, ancora velocissimo sul bagnato e caduto proprio nel corso dell’ultimo giro lanciato quando il miglior tempo di giornata sembrava assolutamente alla portata. Buon quinto Nicolò Bulega, nella giornata in cui il team Gresini lo ha di fatto messo alla porta.

In top ten anche le due Kalex del team Petronas, con Jake Dixon sesto grazie al tempo della mattinata mentre Xavier Vierge è salito settimo nel pomeriggio. Sam Lowes, Hafizh Syahrin e Joe Roberts hanno completato la top ten di giornata, ma un posto nella Q2 per il momento è appannaggio anche di Stefano Manzi, 11° assoluto e nono limitatamente alla FP2, e di Fabio di Giannantonio 14°.

Appena fuori è Lorenzo Baldassarri, 16° con la MV Agusta del team Forward davanti a Tony Arbolino; 19° Yari Montella, 21° Celestino Vietti, 24° Simone Corsi, 26° Lorenzo Dalla Porta.

Ancora lontani Remy Gardner e Raúl Fernández, rispettivamente 22° e 25° nella classifica riepilogativa. L’australiano e lo spagnolo dovranno evidentemente sperare in un miglioramento del meteo se vorranno essere della partita in gara, continuando nel loro duello per il titolo della classe di mezzo.

Moto3

Ancora Dennis Foggia nella categoria più piccola. Il pilota del team Leopard non ha migliorato il tempo della FP1, ma il suo 1:42.333 è risultato sufficiente per concludere in testa alla classifica anche nella seconda sessione.

Chi invece si è ripreso alla grande è Pedro Acosta, secondo a 13 millesimi da Foggia nella FP2 e a 337 millesimi dal romano nella riepilogativa di giornata. Giornata di ottimo auspicio per il rookie del team Ajo, specie perché Sergio García è rimasto fuori dalla top 14 che dà accesso alla Q2 e se domattina dovesse iniziare a piovere già di primo mattino si ritroverebbe a dover disputare una pericolosa sessione in più. Solo un 18° posto assoluto per il primo inseguitore del leader.

Ottime prestazioni per gli italiani. Romano Fenati non ha migliorato il crono della mattinata ma è rimasto terzo assoluto davanti a Niccolò Antonelli, Andrea Migno e Matteo Bertelle, che con la KTM gestita direttamente dalla VR46 Academy si è preso un sorprendente sesto tempo.

A completare la top ten di giornata sono stati John McPhee, Deniz Öncü, Darryn Binder (nonostante una caduta che ha comportato una visita al centro medico) e Filip Salač, fresco di promozione in Moto2 in ottica 2022.

Fuori dalla momentanea Q2 tutti gli altri italiani: 17° Stefano Nepa, 21° Riccardo Rossi, 22° Elia Bartolini e 27° Alberto Surra.

MotoE

Pioggia anche per la categoria elettrica, a differenza di quanto visto in mattinata. Il miglior crono lo ha segnato Miquel Pons per il team di Lucio Cecchinello in 1:53.003, precedendo Jordi Torres di 386 millesimi.

Fermín Aldeguer ha completato una tripletta spagnola precedendo Lukas Tulović ed Eric Granado, il pilota più veloce nella FP1. Ottavo crono per Alessandro Zaccone, che ha passato un venerdì non del tutto soddisfacente ma che può e deve guardare a domani con determinazione, perché la e-Pole e la prima delle due gare che assegneranno il titolo sono dietro l’angolo.

In top ten di sessione anche Matteo Ferrari, decimo, mentre Mattia Casadei ha concluso 14° precedendo Andrea Mantovani e Kevin Zannoni.

La riepilogativa del venerdì vede naturalmente Granado in testa su Torres, Zaccone e Pons per effetto dei tempi dell’unica sessione asciutta.

La giornata del sabato di Misano inizierà alle ore 9:00 con la FP3 della Moto3.

Classifica MotoGP
Classifica Moto2
Classifica Moto3
Classifica MotoE

Immagine copertina: Michelin Motorsport Twitter

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM