Motomondiale | GP San Marino 2021, FP1: Viñales sorprende prima della pioggia

Alla sua seconda uscita con Aprilia, lo spagnolo è già veloce; la pioggia bagna l’ultima parte della MotoGP e la Moto2


Il maltempo preannunciato per questo weekend del Motomondiale a Misano ha già fatto capolino durante le FP1 del Gran Premio di San Marino. La pioggia ha congelato gli ultimi minuti della sessione di MotoGP e ha segnato la prima parte di quella di Moto2, mentre Moto3 e MotoE hanno girato in condizioni ottimali.

Nella classe regina Maverick Viñales ha segnato a sorpresa il miglior crono con l’Aprilia, in Moto2 sulla pista in asciugamento si è imposto Thomas Lüthi, mentre in Moto3 e in MotoE hanno primeggiato rispettivamente Dennis Foggia ed Eric Granado.

MotoGP

In una sessione segnata da un forte scroscio di pioggia nell’ultimo quarto d’ora, Maverick Viñales ha impostato il primo riferimento del weekend in 1:32.666 (gomma soft all’anteriore e media al posteriore) in sella all’Aprilia sulla quale disputa a Misano il suo secondo Gran Premio. Sicuramente positivo, per l’ex pilota Yamaha, il fatto che sull’unica pista dove ha già avuto modo di testare la RS-GP i tempi competitivi siano arrivati da subito.

Seconda posizione per il campione in carica Joan Mir sulla Suzuki, seguito dalle Ducati ufficiali di Francesco Bagnaia e Jack Miller. Fine settimana molto importante per “Pecco”, che dopo il suo primo successo in classe regina in Aragona arriva su una pista dove ha trascorso gran parte del suo processo di crescita, nell’ambito della VR46 Academy.

Ancora Suzuki in quinta piazza con Álex Rins, poi Pol Espargaró davanti al leader del mondiale Fabio Quartararo, reduce da una domenica nera ad Alcañiz. Ottavo Stefan Bradl, wildcard d’eccezione a Misano su una terza Honda ufficiale, quindi Marc Márquez e la seconda Aprilia, quella di Aleix Espargaró. Si preannuncia un altro weekend di fuoco per la Casa di Noale e il team Gresini.

12° Enea Bastianini, reduce dal suo miglior weekend in MotoGP in Aragona e secondo migliore degli italiani in questa FP1. 15° Michele Pirro, wildcard per il team Ducati, 16° il rientrante Franco Morbidelli al debutto sulla Yamaha ufficiale e ultimo dei piloti nello stesso secondo del leader, 19° Valentino Rossi, 20° Danilo Petrucci, 23° Luca Marini e 24° Andrea Dovizioso, che al suo ritorno assoluto in pista ha chiuso la classifica a due secondi e mezzo da Viñales.

Moto2

Solo negli ultimi minuti della sessione di Moto2 qualche timido raggio di sole si è fatto rivedere su Misano, iniziando ad asciugare l’asfalto. I tempi, tuttavia, non sono migliorati più di tanto rispetto alle condizioni di pista bagnata, complici anche delle gomme apparse in grande difficoltà in questa circostanza.

Thomas Lüthi e Marco Bezzecchi sono stati grandi mattatori sotto la pioggia, con lo svizzero davanti a tutti in 1:50.140 e il pilota del team VR46 staccato di 288 millesimi. Solo con il migliorare del tempo gli altri piloti sono riusciti ad avvicinarsi e il terzo tempo è andato alla sorpresa Nicolò Bulega, sempre su una Kalex gestita dal team Gresini.

Il costruttore tedesco ha monopolizzato le prime posizioni come spesso accade e in questa sessione sono state addirittura otto le moto di Bobingen al comando. Quarto Jake Dixon nonostante una caduta a fine turno, poi Sam Lowes e un ottimo Somkiat Chantra, mentre Augusto Fernández ha concluso settimo rientrando a sua volta tra le tante vittime di fine sessione.

Stefano Manzi è stato il terzo pilota italiano a rientrare in top ten, ottavo. 16° Yari Montella, al ritorno in pista dopo due gare di sospensione con la Boscoscuro del team SpeedUp, 18° Simone Corsi con la MV Agusta davanti a Tony Arbolino e Lorenzo Dalla Porta, 23° Lorenzo Baldassarri, 25° Celestino Vietti e 28° Fabio di Giannantonio.

In difficoltà entrambi i pretendenti al titolo, i due alfieri del team Ajo Motorsport. Il leader del mondiale Remy Gardner ha messo a segno solo il 22° miglior tempo, mentre Raúl Fernández si è collocato addirittura 29° e penultimo. Se domenica dovesse esserci gara bagnata, quella iridata potrebbe essere una lotta per pochi punti.

Moto3

Nella classe più piccola Dennis Foggia ha segnato il miglior tempo dichiarando subito la sua ambizione di dare seguito a quanto fatto nelle ultime gare. Il pilota del team Leopard è reduce da tre podi consecutivi, nel Gran Premio d’Aragona si è imposto con forza e ora vuole ripetersi sul tracciato di Misano.

1:42.009 per il pilota romano al termine di questa FP1 di studio, in cui i piloti hanno preso confidenza con un tracciato comunque in condizioni differenti rispetto a quello che ritroveranno domenica in gara.

Quaterna italiana che alle spalle di Foggia vede Romano Fenati, tra i favoriti su una pista che lo ha già visto vincitore e a più riprese sul podio, Niccolò Antonelli e Andrea Migno.

Nonostante una scivolata ad inizio turno Deniz Öncü ha colto il quinto tempo sulla KTM del team Tech 3, seguito da Tatsuki Suzuki, per il quale questo Gran Premio non è di casa nel senso più stretto della parola ma poco ci manca.

14° e 15° posto, con appena cinque millesimi di differenza, per i due battistrada del campionato Pedro Acosta e Sergio García. Partenza in sordina dunque per il grande protagonista di questa stagione, vincitore del trofeo rookies con ben cinque gare d’anticipo, e per il pilota del team Gas Gas Aspar.

Per quanto riguarda gli altri piloti italiani: 13° Stefano Nepa, 16° Matteo Bertelle (wildcard), 18° Elia Bartolini (wildcard), 20° Riccardo Rossi, 27° Alberto Surra.

MotoE

Tra le moto elettriche, che disputano qui il round conclusivo in gara doppia, Eric Granado ha messo a segno il miglior crono precedendo uno dei suoi avversari più ostici in ottica titolo, Jordi Torres. 1:43.883 per il brasiliano del team One Energy Sepang Racing, con 90 millesimi sullo spagnolo che invece difende i colori del team Pons.

Terzo il leader del campionato Alessandro Zaccone, distante tre decimi da Granado, poi Miquel Pons e Dominique Aegerter a completare la top 5.

Per i colori azzurri il campione 2018 Matteo Ferrari ha chiuso settimo, Mattia Casadei decimo, Kevin Zannoni 12° e Andrea Mantovani 14°.

L’azione riprenderà alle 13:15 con la seconda sessione di prove libere per tutte le categorie.

Classifica MotoGP
Classifica Moto2
Classifica Moto3
Classifica MotoE

Immagine copertina: motogp.com

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM