Motomondiale | GP Malesia 2022, sintesi delle FP3

di Alyoska Costantino @AlyxF1
22 Ottobre 2022 - 06:13

Sepang ricca di capovolgimenti, alla fine prevale Martín nella FP3. Quartararo settimo ed Aleix Espargaró nono, Morbidelli (sotto investigazione) con lo stesso tempo di Bagnaia gli soffia il decimo posto e la Q2.


Le terze libere di Sepang hanno dato il proprio verdetto per le tre classi del Motomondiale. Gli ingressi diretti di MotoGP, Moto2 e Moto3 per la Q2 del GP Malesia 2022 sono stati decisi ed ora, a pochi minuti dalle qualifiche, la tensione per le tre lotte alla pole diventa palpabile. 

MotoGP 

L’attesa più spasmodica è chiaramente per la MotoGP, nella quale i colpi di scena non sono per nulla mancati. Il miglior tempo l’ha ottenuto Jorge Martín su Ducati Prima Pramac in 1:58.583, approfittando degli ultimi istanti di una sessione completamente asciutta prima che le prime gocce di pioggia facessero capolino sul tracciato. Subito dopo il termine della FP3, si è scatenato l’acquazzone. 

Il gran sabato mattina di Jorge Martín, tuttavia, è passato un po’ in secondo piano per ciò che è successo ai protagonisti della lotta mondiale. Se per gran parte del turno era stato Francesco Bagnaia al comando con un posto apparentemente certo in Q2, appare quasi paradossale vederlo 11° nella combinata finale. 

Gli ultimi minuti del torinese, infatti, sono stati un discreto calvario: prima un rallentamento causato da Franco Morbidelli mentre Bagnaia era alle prese col suo giro veloce (e che ha costretto anche Marc Márquez a decelerare), poi la scivolata nel giro successivo in curva 9 mentre seguiva Quartararo ed infine il decimo posto perso proprio a sfavore di Morbidelli, il quale ha fatto segnare il suo stesso tempo ma si è aggiudicato la posizione avendo un secondo crono di riferimento. 

A giovarne, dunque, sono stati proprio i piloti Yamaha. Fabio Quartararo occupa la settima posizione e gli è stata sufficiente per giocarsi direttamente la pole a Sepang; curiosamente, il solito Morbidelli ha ostacolato involontariamente anche lui ad inizio FP3. Anche Aleix Espargaró, nonostante le mille difficoltà, è riuscito a classificarsi nei dieci col nono posto. 

Altri esclusi di primissimo piano sono Marc Márquez, Jack Miller e le KTM ufficiali: lo spagnolo ha tentato nuovamente la strategia del tallonamento su Bagnaia, ma alla caduta del ducatista si è ritrovato senza un traino e non ha potuto migliorare il suo 16° tempo; l’australiano ha invece creduto di essere al sicuro del time attack finale ma è stato scalzato fino 14° posto, proprio in mezzo al duo KTM formato dal leader della FP1 Brad Binder e Miguel Oliveira. 

Dunque, a giocarsi la pole, oltre ai nomi citati, troveremo le due Ducati VR46 di Luca Marini e Marco Bezzecchi (con quest’ultimo secondo, a 0”1 da Martín), la seconda Aprilia di Maverick Viñales (terza), le due Suzuki di Joan Mir ed Álex Rins e, per finire, Enea Bastianini sulla Desmosedici del team Gresini.  

Moto2

Motomondiale | GP Malesia 2022, sintesi delle FP3

Il duello tra Ai Ogura ed Augusto Fernández, in vista anche delle qualifiche, ha già cominciato a scaldarsi in questa FP3, dove a prevalere stavolta è stato il pilota giapponese autore di un 2:06.635 decisivo per passare in testa. A seguirlo troviamo Tony Arbolino sull’unica Kalex Marc VDS superstite (dopo il forfait di Sam Lowes voluto dal team) ed Alonso López, che ha potuto finalmente condurre una sessione asciutta completa dopo la caduta in FP1 e l’acquazzone della FP2. 

Pur essendo quarto, la sessione di Fernández non è stata delle migliori, così come quella del team Ajo in generale. Entrambi i piloti della squadra Red Bull, sia Augusto che Pedro Acosta, sono scivolati ed hanno perso un po’ di confidenza con l’anteriore, col #37 che è stato tra i pochissimi a non migliorare questa mattina. 

Moto3

Motomondiale | GP Malesia 2022, sintesi delle FP3

A dispetto della pioggia caduta durante la notte, i raggi di sole spuntati al mattino ed il continuo passaggio dei piloti della Moto3 ha permesso, nel time attack finale, dei miglioramenti sensibili rispetto all’inizio della FP3. Ad approfittarne maggiormente è stato David Muñoz in 2:12.418, primo in questa mattinata. 

Il miglior tempo della combinata è comunque rimasto a Dennis Foggia, che in questa sessione ha preferito non rischiare più di tanto in questa terza libera chiudendo decimo. In testa alla classifica, oltre al pilota di BOÉ Motorsport, troviamo i giapponesi Suzuki e Sasaki in seconda e quarta piazza, mentre tra loro si sono inseriti Izan Guevara (terzo) e Sergio García. 

Qui i risultati della FP3 riservata alla MotoGP, l’analisi dei run e la classifica combinata delle prove. Alle 06:35 cominceranno le qualifiche con la Moto3. 

Fonti immagini: pramacracing.com, honda.racing, boemotorsport.com