Motomondiale | GP Emilia-Romagna 2021, sintesi delle FP1

Le Ducati volano sul bagnato, Zarco il più veloce con 1”4 di vantaggio su Márquez. Bagnaia sesto dopo una caduta, indietro Quartararo.


Come preannunciato dalle previsioni meteo, la prima sessione di libere del GP Emilia-Romagna 2021 è stata funestata dalla pioggia e dall’asfalto bagnato, una situazione che rischia di fornire ben pochi dati a piloti e tecnici del Motomondiale in vista di una domenica assolata come quella che ci si aspetta.

La FP1 della MotoGP ha visto il ritorno nelle prime posizioni di Johann Zarco, nettamente il più rapido in 1:42.374. Il ritmo mostrato da Johann con queste condizioni è stato nettamente superiore a quello della concorrenza, dato che il secondo classificato è staccato di 1”4.

In generale tutte le Ducati GP21 si sono comportate bene, essendo tutte quante nei primi sei. Jack Miller, nonostante qualche rischio di troppo alle curve del Rio, si è piazzato terzo in 1:43.9, con meno di un decimo di vantaggio sul secondo pilota Pramac Jorge Martín. Francesco Bagnaia ha concluso sesto, ma non ha potuto concludere il turno per via di una scivolata alla Quercia. 11° un buon Luca Marini, mentre Enea Bastianini è solo 20°.

Nemmeno fossimo tornati a qualche anno fa, Marc Márquez è uno dei pochi a restare in mezzo ad avversari meglio attrezzati. Lo spagnolo ha portato la sua Honda Repsol al secondo posto in questa FP1, con un totale di venti giri completati. Le altre Honda sono sparite dai radar, a partire da Pol Espargaró (15° con un secondo e mezzo di ritardo).

Le Honda LCR non sono messe granché meglio, anzi. Álex Márquez è subito davanti a “Polyccio” col 14° posto finale, mentre Takaaki Nakagami sembra dover avere a che fare con tantissime difficoltà, considerando il 22° posto ottenuto.

La prima Yamaha in classifica occupa la quinta posizione per merito di Franco Morbidelli. Sul bagnato l’italo-brasiliano sembra aver ritrovato la giusta forma, ma è ancora tutto da vedere per quanto concerne la prestazione sull’asciutto, considerando l’infortunio alla gamba sinistra.

Essendo questo il suo ultime weekend MotoGP in madrepatria, Valentino Rossi cercherà di ottenere il massimo. Il suo 12° tempo è un risultato tutto sommato soddisfacente rispetto alle ultime prestazioni e chissà che, in caso di gara bagnata, non possa combattere per una posizione rilevante domenica.

Questa FP1 ha rimesso in mostra il Fabio Quartararo poco avvezzo all’acqua, dato che il leader della classifica iridata si è piazzato solo 18° ad oltre 2” dal connazionale al comando; potrebbe trattarsi, però, semplicemente di un inizio cauto, in modo da non rischiare una caduta in queste condizioni. Solo 21° Andrea Dovizioso, storicamente un mago della pioggia ma incredibilmente in difficoltà stamattina.

Con l’acqua i valori in campo all’interno delle squadre si sono ribaltati, su tutte KTM. Miguel Oliveira, Danilo Petrucci ed Iker Lecuona occupano le posizioni dalla settima alla nona e sono stati protagonisti di un turno solidissimo, al contrario di Brad Binder che, dopo una caduta in uscita dalla Variante del Parco, si è classificato al penultimo posto con quasi 4” di ritardo.

L’ultimo posto in top ten lo occupa il campione del mondo Joan Mir. La Suzuki non è mai stata una moto da bagnato ed a testimoniarlo è soprattutto il 16° tempo di Álex Rins, mentre per il #36 questo weekend rischia di essere un’ulteriore occasione sprecata per ottenere il primo successo del 2022.

Nemmeno l’Aprilia sembrare giovare particolarmente di queste condizioni, nemmeno con un pilota come Aleix Espargaró che ha spesso sfruttato queste condizioni. Il fratello di Pol occupa il 19° posto con 0”2 di ritardo dal compagno Maverick Viñales, al rientro dopo aver rinunciato a correre il GP delle Americhe. La terza Aprilia di Lorenzo Savadori, iscritto come wildcard, occupa l’ultimo posto con 4”5 di distacco.

Moto2

Motomondiale | GP Emilia-Romagna 2021, sintesi delle FP1

Augusto Fernández è stato il più veloce nel primo turno della classe di mezzo, durante il quale la pioggia ha smesso di cadere ma con la pista che è rimasta ancora molto umida. L’1:48.322 fatto dal pilota Marc VDS gli permette di stare davanti a Nicolò Bulega (Gresini Racing) e Joe Roberts (Italtrans), staccati rispettivamente di due e tre decimi.

In generale è stato un buon turno per gli italiani, con tre dei nostri nelle prime cinque posizioni grazie al quarto posto di Tony Arbolino ed al quinto di Celestino Vietti. Marco Bezzecchi è settimo, mentre nella lotta interna al team Ajo Raúl Fernández ha ottenuto un discreto decimo tempo, che lo pone direttamente in Q2 per il momento al contrario del compagno Gardner (15°).

L’asfalto bagnato ha colto impreparati diversi piloti, quali Canet e Corsi, ma non Bo Bendsneyder, il quale ha regalato l’highlight della sessione con un salvataggio spettacolare in uscita dala Misano 1.

Moto3

Motomondiale | GP Emilia-Romagna 2021, sintesi delle FP1

I piloti della Moto3 sono stati i primi a saggiare l’asfalto bagnato di Misano e la FP1 della categoria ha regalato non poche sorprese. Il primo posto di Andrea Migno era tutto sommato auspicabile, col #16 in testa in 1:52.529, mentre era meno probabile il secondo posto di Alberto Surra sulla seconda Honda Snipers a pochi decimi dal compagno-connazionale. “Mig” è anche scivolato poco dopo aver stampato il suo giro veloce, in uscita dalla Variante del Parco.

Terzo, a 0”8, Filip Salač su KTM Prüstel, mentre al quarto posto è spuntata un’altra sorpresa, il debuttante Mario Aji. Izan Guevara, vincitore dell’ultima gara, ha conquistato il quinto posto, mentre hanno avuto non poche difficoltà Pedro Acosta (15° e scivolato in curva 6), Darryn Binder (16°) e Dennis Foggia (17°).

Qui i risultati della FP1 MotoGP e il cronologico dei tempi.

Fonti immagini: pramacracing.com, marcvds.com, snipersteam.com

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS