Motomondiale | GP Comunità Valenciana 2022, sintesi delle FP3

di Alyoska Costantino @AlyxF1
5 Novembre 2022 - 12:04

Jack Miller velocissimo nella FP3 MotoGP, unico sotto l’1:30. Zarco e Brad Binder completano la top tre, Quartararo e Bagnaia ce la fanno a stare nei dieci. Q1 ricca di nomi altisonanti.


Le FP3 del GP Comunità Valenciana era attesa per il responso che avrebbe dato nella scelta dei dieci posti validi per il passaggio diretto in Q2 nella MotoGP e dei quattordici utili per Moto2 e Moto3. Al termine della terza prova, le combinate delle tre categorie del Motomondiale sono state tracciate. 

MotoGP 

In una situazione piuttosto spinosa per entrambi, Fabio Quartararo e Francesco Bagnaia sono riusciti a rimanere fuori dai guai e dentro alla top ten, evitando così il rischio di una Q1 sempre imprevedibile. Il campione del mondo ha girato a 0”3 dal leader della FP3 terminando quarto (quinto nella combinata), mentre Bagnaia ha sudato freddo un po’ di più dovendo lottare fino agli ultimi minuti per evitare la stessa situazione scaturita in Malesia. 

A rallegrare il box Ducati Lenovo c’è però il primato di Jack Miller, grazie ad un perentorio 1:29.921 che lo pone come unico pilota sotto il ‘30. “Jackass” si sta esaltando qui a Valencia come già dimostrato altre volte, ma non è stato l’unico ducatista ad andare bene in questo sabato mattina. 

Johann Zarco, infatti, ha chiuso secondo a 0”1 da lui, nonostante la mancanza di benzina patita da dopo il traguardo e che ha costretto Bagnaia a spingerlo fino al box. Quarta posizione anche per Luca Marini, che non ha però migliorato il tempo di ieri viste le basse temperature dell’asfalto. Stessa situazione anche per Jorge Martín, rimasto ottavo nella combinata. 

Questa condizione di pista ha tradito un sacco di piloti, tra cui anche il terzo classificato Brad Binder. La spalla destra dello pneumatico anteriore si è rivelata spesso troppo fredda per le curve 4 e 10 ed il sudafricano, come tanti altri (quali Nakagami, Viñales e Fernández), è incappato nell’errore. 

Posto nei dieci anche per l’Aprilia di Aleix Espargaró, che con un colpo di reni si è riportato in vantaggio nella sfida per il terzo posto iridato contro Enea Bastianini. Il #41 ha chiuso settimo ed ha ritrovato la confidenza necessaria per attaccare; tuttavia, per il fratello di Pol un risultato a podio non sembra auspicabile a giudicare dal passo. 

A chiudere la top ten c’è Joan Mir, che nella sfida interna contro Álex Rins è riuscito a stare davanti di 0”005, sufficienti ad assicurarsi l’ingresso in Q2 alle spese del compagno di squadra. Il #42, in compenso, rientra tra i favoriti per superare la tagliola, ma non è l’unico nome di spicco a dover svolgere la prima sessione. 

Dovranno fare la Q1, tra gli altri, anche Marco Bezzecchi e Bastianini. Per “Bez” il sabato mattina è stato infernale con ben due cadute ed una moto completamente distrutta a pochi secondi dal via della FP3, in cui si è scatenato persino un principio d’incendio; a completare la frittata di disastri c’è il rallentamento causato a Quartararo in curva 8 che potrebbe costargli un’ulteriore penalità. Bastianini, invece, è apparso inaspettatamente in difficoltà e dovrà dunque guadagnarsi la terza posizione nel mondiale con fatica tra oggi e domani. 

Moto2 

Motomondiale | GP Comunità Valenciana 2022, sintesi delle FP3

Il weekend della Moto2 a Valencia continua ad essere tinto di arancione, il colore della squadra KTM Ajo. Anche la FP3 ha favorito la coppia Pedro Acosta-Augusto Fernández, con nuovamente il rookie davanti al contendente al titolo grazie al tempo di 1:34.592. 

Gli avversari del team finlandese, tuttavia, si sono avvicinati ed Arón Canet ha chiuso al terzo posto a meno di un decimo da Acosta. Dominio spagnolo nelle prime posizioni con sei iberici nei primi dieci, tra cui anche Alonso López quarto, Fermín Aldeguer sesto ed Albert Arenas nono. Ai Ogura è settimo invece.

Moto3

Motomondiale | GP Comunità Valenciana 2022, sintesi delle FP3

Un po’ a sorpresa, la FP3 della Moto3 è stata contraddistinta dal miglior tempo realizzato da Ryusei Yamanaka in 1:38.482. Il giapponese della squadra MT-Helmets ha preceduto un Ivan Ortolá vittima di un problema all’aggancio sinistro della carena, che non l’ha però fermato (e nemmeno fatto fermare forzatamente dai commissari) dallo stampare un buon 1:38.5. 

Diogo Moreira ha concluso terzo davanti a Dennis Foggia, mentre Sergio García si trova sesto alle spalle di Izan Guevara. Tra i protagonisti mancati Ayumu Sasaki, che per una scivolata non ha potuto migliorare il proprio crono ed ha terminato 16°. Brutto episodio nei minuti conclusivi, con un incidente tra Toba e Masiá terminato in una piccola rissa tra i due nella via di fuga. 

Qui i risultati della FP3 MotoGP, insieme ai run per i passi gara e alla combinata delle tre prove. Alle 12:35 inizieranno le qualifiche Moto3. 

Fonti immagini: ducati.com, ajo.fi, Twitter / Ryusei Yamanaka12.