Motomondiale | GP Comunità Valenciana 2020 – Anteprima

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Per la seconda settimana consecutiva si corre al Ricardo Tormo. Mir e Suzuki pronti a festeggiare, lotta ancora aperta in Moto2 e Moto3.


Dopo il Gran Premio d’Europa di domenica scorsa, la pista di Valencia dedicata a Ricardo Tormo ospiterà anche il Gran Premio dell’omonima regione autonoma spagnola, quello della Comunità Valenciana. Sarà la 22a edizione del GP, che si svolge ininterrottamente dal 1999 sullo stesso tracciato.

Nell’ultima decade questa gara è stata decisiva per l’assegnazione del titolo iridato MotoGP in tre occasioni, ovvero nel 2013, nel 2015 e nel 2017. A questa lista potrebbe aggiungersi anche il GP del 2020, vista la situazione che si sta delineando in campionato; inoltre, anche in questo caso potrebbe essere un pilota spagnolo a sorridere.

Si tratta di Joan Mir, che ha dimostrato non solo di saper gestire perfettamente la pressione, ma anche di potersi togliere lo sfizio del successo che ancora gli mancava in questo 2020. Grazie alla vittoria di quattro giorni fa, il #36 di casa Suzuki ha spiccato il volo nella generale e comanda ora con 37 punti di margine, tra l’altro proprio sul compagno Álex Rins. In termini matematici, a Mir basterebbe un podio per assicurarsi la sua seconda corona iridata e, visto il livello di competitività raggiunto dalla Suzuki, parrebbe un risultato largamente alla portata. Dopo vent’anni, la Casa di Hamamatsu potrebbe tornare a festeggiare un titolo iridato che mancava dai tempi di Kevin Roberts jr. nella 500cc.

Oltre Rins, la Yamaha rimane l’ultimo piccolo baluardo a poter fermare l’ascesa di Mir, ma le premesse per questa seconda gara a Valencia non sono delle migliori. Lo scorso weekend il disastro per la Casa dei Tre Diapason è stato completo, con nessuna delle quattro moto giunta in top ten e la migliore, quella guidata da Franco Morbidelli, piazzatasi in 11a posizione. Fabio Quartararo, Maverick Viñales e “Morbido” sono staccati rispettivamente 37, 41 e 45 punti da Mir, e dalle dichiarazioni rilasciate sembrano già tutti concentrati più sul fare la miglior gara possibile che sulla lotta in campionato.

Anche per Ducati il sogno iridato sta per svanire. Andrea Dovizioso, ottavo nell’ultimo GP, dista anche lui 45 punti dalla prima guida Suzuki e non raggiunge il podio dalla vittoria in Austria 1. In settimana c’è anche stato il suo annuncio in merito alla stagione 2021, che sarà di pausa in attesa di qualche apertura sul mercato piloti. Jack Miller, sesto nel GP d’Europa, ha raccolto un risultato utile dopo diverse gare sfortunate, mentre il suo compagno Francesco Bagnaia continua a non vedere il traguardo, con un altro “zero” dovuto a una caduta nei primi giri. Spera di concludere la propria avventura in Ducati in maniera decente anche Danilo Petrucci, decimo a Valencia 1.

Una stagione iniziata e proseguita in maniera orripilante si sta quantomeno risollevando nel finale per Honda. Nonostante le RC213V non siano mai state in lotta per il titolo quest’anno, Takaaki Nakagami e anche Álex Márquez sono riusciti a tirar fuori qualche prestazione degna di nota, col giapponese quarto nell’ultimo round; realisticamente il giapponese potrebbe pure pensare di superare in classifica volti importanti quali Pol Espargaró, Dovizioso, Morbidelli o addirittura Viñales. Dietro le quinte, invece, l’aria si sta facendo pesante in HRC: il recupero di Marc Márquez non sta dando i risultati sperati e il campione del mondo ancora in carica non parteciperà nelle ultime due tappe dell’anno, con anche l’inizio del 2021 a serio rischio.

Molto più altalenante la stagione della KTM, rispetto a quella di Honda. Pol Espargaró ha aggiunto un altro terzo posto al buon bottino della Casa austriaca in questo 2020, ma la sensazione è che manchi ancora un piccolo step per far sì che la RC16S possa competere con le moto migliori. Valencia 1, nel complesso, è stata una gara davvero ottima per i team Red Bull e Tech3, con Miguel Oliveira giunto quinto e Brad Binder settimo in rimonta dopo un long lap penalty, ma soprattutto più vicino alla conquista del titolo di rookie dell’anno. Un’altra buona notizia che potrebbe arrivare riguarda Iker Lecuona, poiché lo spagnolo potrebbe terminare il suo isolamento precauzionale e correre la gara di casa.

E’ stata una settimana difficile per Aprilia, con il grande boccone amaro ricevuto dalla sentenza finale del TAS su Andrea Iannone e i (discutibili) quattro anni di squalifica. Dopo questa notizia ricevuta, la Casa di Noale ha deciso di ricorrere ai ripari in vista del 2021, mettendosi subito alla ricerca di un nuovo pilota pronto a sostituire l’abruzzese; i principali candidati sembrano essere Dovizioso e Marco Bezzecchi dalla Moto2. Prima c’è però da concludere la stagione 2020, per rifarsi dopo che nel GP d’Europa nessuna delle due RS-GP20 è giunta al traguardo.

Mentre il campionato della classe regina sembrerebbe già indirizzato, quelli delle altre due categorie sono ancora in bilico. Partiamo dalla Moto2, le cui sorti sono nuovamente mutate dopo la scivolata di Sam Lowes alla curva Ángel Nieto quattro giorni fa. Il ritiro dell’inglese ha permesso a Enea Bastianini di riprendersi la testa del campionato (seppur di soli sei punti), mentre Luca Marini e soprattutto Marco Bezzecchi hanno accorciato le distanze rispettivamente a 19 e 29 punti dalla vetta. In questa sfida che probabilmente si allungherà fino al GP del Portogallo, molti potrebbero fare gli arbitri di contesa, come Jorge Martín, Remy Gardner, Joe Roberts, Arón Canet e altri ancora. Difficile fare un pronostico in merito al GP della Comunità Valenciana, ma è molto probabile che la sfida, a fine gara, si restringa ai soli Lowes e Bastianini.

Anche in Moto3 il campionato ha subìto dei pesanti scossoni, grazie al quarto ritiro dovuto prima a una tamponata al posteriore nata dalla caduta di Vietti in curva 4 ed eseguita da López, e poi dalla squalifica per aver accumulato tre giri di ritardo. Arenas è stato anche al centro di una polemica per essersi messo a battagliare da doppiato nel gruppo in lotta per la seconda posizione con all’interno Ai Ogura, che tra i vari contendenti al mondiale è stato l’unico a raggiungere il traguardo, tra l’altro a podio. Come per la Moto2, anche in Moto3 la lotta per il mondiale potrebbe restringersi a soli due nomi dopo questa domenica, mentre tra i favoriti per la vittoria del GP c’è sicuramente Raúl Fernández, finalmente sbloccatosi nel Gran Premio d’Europa.

Al contrario dello scorso weekend, il meteo del Gran Premio della Comunità Valenciana dovrebbe essere più stabile, con temperature miti intorno ai 20° e possibilità di pioggia bassissime (specie la domenica). Non cambia invece la programmazione televisiva, con Sky e DAZN sempre pronte con la diretta e TV8 costretta invece alla differita del tardo pomeriggio, con anche la concomitanza con il GP di Turchia della F1 a rendere ancor più ostica la fruizione a chi non dispone di abbonamenti.

INFO TRACCIATO

Motomondiale | GP Comunità Valenciana 2020 - Anteprima

Lunghezza tracciato: 4.005 m
Rettilineo principale: 876 m
Curve: 14 (9 a sinistra, 5 a destra)
Senso: antiorario
Record della pista: 1:29.401 (Jorge Lorenzo, Yamaha, 2016)

ALBO D’ORO

ORARI TELEVISIVI*

Venerdì 13 novembre 2020

10:00 – FP1 Moto3 (Sky Sport MotoGP, DAZN)
10:55 – FP1 MotoGP (Sky Sport MotoGP, DAZN)
11:55 – FP1 Moto2 (Sky Sport MotoGP, DAZN)
13:35 – FP2 Moto3 (Sky Sport MotoGP, DAZN)
14:30 – FP2 MotoGP (Sky Sport MotoGP, DAZN)
15:30 – FP2 Moto2 (Sky Sport MotoGP, DAZN)

Sabato 14 novembre 2020

10:00 – FP3 Moto3 (Sky Sport MotoGP, DAZN)
10:55 – FP3 MotoGP (Sky Sport MotoGP, DAZN)
11:55 – FP3 Moto2 (Sky Sport MotoGP, DAZN)
13:15 – Q1 Moto3 (Sky Sport MotoGP, DAZN)
13:40 – Q2 Moto3 (Sky Sport MotoGP, DAZN)
14:10 – FP4 MotoGP (Sky Sport MotoGP, DAZN)
14:50 – Q1 MotoGP (Sky Sport MotoGP, DAZN)
15:15 – Q2 MotoGP (Sky Sport MotoGP, DAZN)
15:50 – Q1 Moto2 (Sky Sport MotoGP, DAZN)
16:15 – Q2 Moto2 (Sky Sport MotoGP, DAZN)
16:15 – Qualifiche Motomondiale (TV8)

Domenica 15 novembre 2020

09:00 – WUP Moto3 (Sky Sport MotoGP, DAZN)
09:30 – WUP Moto2 (Sky Sport MotoGP, DAZN)
10:00 – WUP MotoGP (Sky Sport MotoGP, DAZN)
11:00 – Gara Moto3 (Sky Sport MotoGP, DAZN)
12:20 – Gara Moto2 (Sky Sport MotoGP, DAZN)
14:00 – Gara MotoGP (Sky Sport MotoGP, DAZN)
14:45 – Gara Moto3 (TV8)
16:00 – Gara Moto2 (TV8)
17:45 – Gara MotoGP (TV8)

*in grassetto gli orari in diretta.

Fonte immagine: motogp.com

P300 MAGAZINE

Motomondiale | GP Comunità Valenciana 2020 - Anteprima

Continua a seguirci

Avatar of Alyoska Costantino
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Motomondiale | GP Comunità Valenciana 2020 - Anteprima

Continua a seguirci