Motomondiale | GP Australia 2022, sintesi dei warm-up

di Alessandro Secchi @alexsecchi83
16 Ottobre 2022 - 01:10

La pioggia risparmia Moto3 e Moto2 e torna prepotente durante la sessione della MotoGP.


Si sono conclusi da pochi minuti gli ultimi turni prima delle gare del GP Australia 2022. I warm-up sono stati disputati su asfalto inizialmente umido per quanto riguarda la Moto3. Asfalto che, pian piano, è andato asciugandosi per poi ribagnarsi all’inizio della sessione della MotoGP.

MotoGP 

La classe regina ha iniziato i suoi 20 minuti con asfalto praticamente asciutto, ma sono bastati pochi istanti per vedere le bandiere bianche crociate di rosso sventolare lungo la pista. La pioggia è infatti tornata prepotente sul tracciato con i piloti costretti a montare le gomme da bagnato per poter continuare.

Zarco ha fatto segnare dopo cinque minuti il miglior tempo in 1:36.804 (resterà imbattuto) davanti a Vinales e Quartararo, con le condizioni meteo che sono poi peggiorate sensibilmente. I tempi, ovviamente, non sono migliorati. I piloti sono comunque scesi in pista per provare sull’asfalto completamente bagnato, vista l’incertezza meteo in vista della gara.

Qualche momento teso per Fabio Quartararo, lungo in curva 1 e protagonista di una lunga divagazione sull’erba bagnata e per Marc Marquez, caduto nel finale con un high side. Si segnalano, infine, un paio di incomprensioni in pista tra i due futuri compagni in Ducati ufficiale, Bagnaia e Bastianini.

Moto2

Motomondiale | GP Australia 2022, sintesi dei warm-up

Le Moto2 sono scese in pista a metà del warm-up, in condizioni di pista migliori rispetto alla Moto3 ma non ancora ottimali in senso generale. Alcuni piloti hanno fatto comunque il loro ingresso sul tracciato prevalentemente con gomme slick, nonostante diverse chiazze ancora umide. Altri hanno preferito direttamente non uscire dai box per non rischiare cadute e presentarsi solo nel finale per delle prove di partenza.

Sul fronte dei tempi, miglior prestazione di Alonso Lopez (Team Beta Tools Speed Up) in 1:36.848 davanti ad Aron Canet (Flexbox HP40, 1:38.886) e Pedro Acosta (Red Bull KTM Ajo, 1:41.731). Proprio Canet è caduto nel finale a velocità ridotta, fortunatamente senza conseguenze per lui.

Moto3

Motomondiale | GP Australia 2022, sintesi dei warm-up

Le Moto3 sono scese in pista per prime con asfalto ancora bagnato dopo la pioggia della notte e gomme intagliate. La brevità del turno, di fatto, ha reso lo stesso poco utile ai fini del check delle moto in vista della gara per quanto riguarda le prestazioni. Nonostante questo tutti i piloti sono scesi subito in pista per un controllo generale.

Per quanto riguarda i tempi, per quel poco che possano valere David Munoz (Boé Motorsport) ha fatto segnare il miglior tempo in 1:44.725 davanti a John McPhee (Sterilgarda Max Racing Team, 1:45.032) e Diogo Moreira (MT Helmets – MSI, 1:45.144). 13° Guevara, 22° Foggia.

Alle 2:00 italiane scatterà la gara Moto3. 

Fonti immagini: Pramac Racing, Alonso Lopez, David Munoz