Motomondiale | Cancellato il GP Malesia, Misano avrà una seconda gara

Anche quest’anno il Motomondiale non si recherà a Sepang. Come successo nel 2020, il Misano World Circuit ospiterà un secondo GP.


Piano piano anche il calendario 2021 del Motomondiale, come successo nel 2020, sta perdendo elementi di primo piano. A fronte di rientri come i GP d’Olanda, di Germania o d’Italia, la situazione che si sta vivendo dall’altra parte del mondo in merito all’emergenza Covid-19 sta dando ancora poca libertà di manovra ai governi.

Dopo la cancellazione del GP del Giappone per la F1, oggi è il turno del GP Malesia a Kuala Lumpur della MotoGP, previsto tra il 22 ed il 24 ottobre ma cancellato anzitempo, per via delle disposizioni restringenti in merito all’ingresso nel Paese di persone dall’estero.

Per il riempire la falla lasciata dall’assenza di Sepang, Dorna Sports e FIM hanno deciso di programmare un nuovo Gran Premio a Misano Adriatico, che si aggiungerà al già previsto Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini. Il tracciato dedicato a Marco Simoncelli sarà la terza pista quest’anno ad ospitare due GP del Motomondiale (dopo Losail e Red Bull Ring, a cui si aggiungerà anche Portimão a fine stagione), ma allo stesso tempo sarà la prima ad avere le suddette gare intervallate da un altro evento.

La seconda gara di Misano (ancora senza un nome ufficiale, anche se potrebbe ereditare il nome di Gran Premio dell’Emilia Romagna usato dodici mesi fa) prenderà il posto del GP Malesia nel weekend del 24 ottobre, mentre il GP di San Marino mantiene la propria data invariata al 19 settembre. In mezzo vi è in programma, ad Austin, il Gran Premio delle Americhe del 3 ottobre, tappa anch’essa a rischio per l’aumento dei contagi negli Stati Uniti.

Questa situazione ha due potenziali chiavi di lettura: o gli addetti ai lavori ed il Circus del Motomondiale per intero sarà costretto ad un tour de force Italia-Texas-Italia tra fine settembre e fine ottobre, oppure l’annuncio dell’cancellazione del GP americano arriverà a breve. Attendiamo aggiornamenti in merito.

Intanto, queste le dichiarazioni del promoter di Misano: “Un secondo Gran Premio rappresenta l’occasione per ribadire il protagonismo della Riders’ Land e della Motor Valley nel panorama mondiale del motorsport, con tutto ciò che ne consegue a livello di ricaduta economica e di vantaggio mediatico. Non sottovalutiamo la responsabilità che implica questa nuova organizzazione. I Paesi che hanno rinunciato alla MotoGP soffrono evidentemente degli effetti di una pandemia battibile solo con il vaccino e coi comportamenti, oltre ad un’organizzazione degli eventi che rispetti pienamente gli standard di sicurezza. Il nostro dossier è apprezzato e preso ad esempio, ciò ha permesso l’ampliamento degli ingressi quotidiani nella prima data. Abbiamo già dato prova di saper affrontare questo compito e ci impegneremo a fare ancora meglio”.

“Il 24 ottobre a questo punto diventerà un’altra grande festa del motorsport e un secondo saluto dalla Riders’ Land a Valentino Rossi, che abbracciamo insieme a Francesca Sofia Novello per l’annunciata gravidanza”.

“Speriamo sia possibile ampliare il numero degli ingressi in autodromo, vorrà dire che il nostro Paese si sarà incamminato definitivamente verso la normalità e quindi si potrà tornare ad una dimensione della quale abbiamo tanta nostalgia. Infine, ringraziamo Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna Sport per la fiducia accordataci, che rappresenta l’ulteriore testimonianza di un rapporto saldo e di reciproca stima”.

L’ultima parte del comunicato riguarda l’intenzione dell’autodromo riminese di portare il numero di biglietti disponibili per i due GP da 23.000 a 25.000 per evento. Saranno le disposizioni governative a decidere di questa richiesta.

Fonte immagine: misanocircuit.com

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM