MotoGP | Tito Rabat rinnova con Avintia Racing per altri due anni

MOTOGP
Tito Rabat rinnova con Avintia Racing per altri due anni

Smentite le voci sull’ex-campione Moto2 in direzione SBK di 31 Luglio 2019, 21:11

La pausa estiva per il Motomondiale sta volgendo al termine, ma il mercato piloti sta cominciando a ravvivarsi. Due delle selle che sembravano più “ballerine” per il 2020 erano quelle del team Reale Avintia Racing, con Esteve Rabat e Karel Abraham rispettivamente in 19a e 24a posizione in campionato, con un totale di 17 punti raccolti. Se per il ceco queste prestazioni sottotono non sono una grande novità, i dubbi sulle reali condizioni di “Tito” sono sorti sempre più in questa prima metà del 2019, specie se confrontata, sul piano prestazionale e dei risultati, con quella 2018. Il terribile incidente avvenuto nelle qualifiche di Silverstone dello scorso anno, con lo spagnolo preso in pieno nella via di fuga dalla moto di Morbidelli, ha lasciato il segno con le fratture di femore, tibia e perone della gamba destra. Solo recentemente Rabat sembra aver ritrovato parte dello smalto, con un nono posto a Barcellona e un 11° al Sachsenring.

Per diverse settimane, se non mesi, si sono susseguite le voci di un cambio di rotta per Rabat, magari verso le derivate di serie per far spazio a piloti arrivanti dalla Moto2, ma quest’oggi tutto è stato smentito e l’ex-campione della Moto2 ha firmato un contratto biennale con Avintia Racing. Vitale per il prolungamento del contratto è stato il fattore sponsor, e la buona relazione tra “Tito” e il marchio Esponsorama (tra i partner principali di Avintia Racing, poiché il proprietario del team MotoGP, Raúl Romero, è anche fondatore di questa compagnia) ha permesso di continuare il sodalizio.

“Sono davvero contento di aver firmato per altri due anni col mio team” ha affermato Rabat. “La notizia più bella è che avremo delle moto factory nel 2020, il che è cruciale per raggiungere il nostro scopo, lottare per le posizioni di testa a ogni gara. La classe MotoGP è più competitiva che mai e c’è bisogno dei mezzi migliori per ottenere buoni risultati. Voglio ringraziare Raúl per la sua fiducia in me. Abbiamo avuto un inizio difficile quest’anno, ma siamo diventati più forti nelle ultime gare. Sapendo che continuerò per altre due stagioni sarò molto più fiducioso e sono sicuro che tornerò più forte nella seconda parte della stagione”.

Anche il team owner, Raúl Romero, ha detto la sua in merito a questa conferma: “E’ un piacere annunciare che Tito continuerà con noi per le prossime due stagioni. Ci sono state molte voci sul futuro di Tito e sul futuro del team, ma con questo annuncio abbiamo chiarito che vogliamo continuare insieme e che saremo più di mai prima d’ora. Il team è cresciuto costantemente sin dal nostro arrivo in MotoGP e il prossimo step è avere le moto factory, nella stessa maniera in cui fanno gli altri team indipendenti in campionato. Ci stiamo lavorando al momento e siamo anche negoziando con un grosso sponsor che si adatta perfettamente alla grandezza del progetto che stiamo pianificando per le prossime stagioni”.

L’annuncio di Rabat arriva il giorno dopo le dichiarazioni di Álex Márquez relative alla sua permanenza in Moto2, e anche dopo la doppia conferma nel team Pons (anch’esso sponsorizzato Reale Assicurazioni) di Lorenzo Baldassarri e Augusto Fernández. Questi tre erano tra i più papabili per lo sbarco in MotoGP insieme a Brad Binder, ora vedremo se anche Karel Abraham continuerà con Avintia al fianco dello spagnolo.

Fonte immagine: Twitter / Reale Avintia Racing



Condividi