MotoGP | Takaaki Nakagami rinnova con Honda LCR per il 2020

MOTOGP
Takaaki Nakagami rinnova con Honda LCR per il 2020

Il nipponico, in procinto di partecipare alla gara di casa, correrà ancora per Lucio Cecchinello di 15 Ottobre 2019, 11:01

A pochi giorni dal Gran Premio del Giappone sulla pista di Motegi, il tempio di casa Honda, l’unico pilota giapponese presente sulla griglia della MotoGP ha finalmente siglato un accordo per il suo futuro. Takaaki Nakagami, vincitore di due gare nella categoria Moto2 (l’ultima a Silverstone 2017), ha rinnovato per un altro anno col team LCR di Lucio Cecchinello e continuerà una partnership che va avanti dal suo debutto nella classe regina, avvenuto l’anno scorso.

Non è ancora chiaro se il contratto che legherà il giapponese alla struttura italiana gli permetterà di guidare una Honda semi-ufficiale come quella del compagno Cal Crutchlow, ma uno dei temi più discussi dell’anno in merito alla situazione interna di LCR riguardava proprio le dichiarazioni sfavorevoli dell’inglese sul promuovere il compagno sulla moto dell’anno in corso. In ogni caso, il 2020 sarà cruciale sia per Nakagami che per Crutchlow riguardo alla loro permanenza nella massima categoria del motorsport a due ruote.

Nakagami ha commentato così l’imminente terzo anno nel team italiano: “Prima di tutto sono entusiasta di rimanere con Honda e il team LCR. Sono stato in grado di migliorare molto quest’anno e Honda mi ha mostrato grande supporto e mi ha dato un pacchetto molto competitivo. Sono sicuro che insieme potremo continuare così nel 2020. In merito all’infortunio, dopo l’incidente che ho avuto ad Assen sono stato piuttosto dolorante e mi mancava un po’ di forza nella spalla. Sono andato dal dottore per capire pienamente la situazione e nel frattempo sono stato capace di guidare nonostante l’infortunio; non è stato proprio ideale, perciò abbiamo preso la difficile decisione, insieme a Honda e al team LCR, di effettuare quest’operazione ora”.

Il giapponese fa riferimento all’infortunio alla spalla destra rimediato ad Assen, causato dall’incidente con Valentino Rossi a inizio gara. Nakagami ha così deciso di partecipare al Gran Premio di casa ma di sacrificare gli ultimi tre round in Australia, Malesia e Valencia.

Tetsuhiro Kuwata, direttore HRC e general manager del reparto corse, si è detto felice per il rinnovo del giapponese: “Siamo orgoglioso di continuare a supportare Takaaki Nakagami nella classe MotoGP per la stagione 2020. In quanto pilota ha continuato a svilupparsi e crescere durante tutto il 2019. E’ uno che sta ispirando molti giovani talenti dal Giappone e dall’Asia con il suo duro lavoro e la sua concentrazione. Gli auguro il meglio durante il suo recupero in vista della stagione 2020”.

Il comunicato HRC prevede il rientro di “Taka” per i primi test del 2020, che si terranno sul tracciato di Sepang il 7 febbraio. In merito a chi potrebbe sostituirlo, da giorni si rincorrono le voci per un possibile e clamoroso ritorno in pista di Johann Zarco, a cui è stato permesso di correre per un altro team da parte di KTM, nonostante il contratto che lega le due parti sia ancora in corso per il 2019. Se ciò fosse vero, sarà curioso capire le potenzialità del francese in sella alla RC213V.

Fonte immagine: hondaracingcorporation.com



Condividi