MotoGP | Qualifiche GP Indonesia 2022, le parole del team Ducati VR46

Seguono le dichiarazioni del team Mooney VR46 dopo le qualifiche del GP Indonesia 2022 della MotoGP

Una Q1 tra i protagonisti per i piloti del Mooney VR46 Racing Team a Mandalika dove domani si correrà il GP dell’Indonesia. Tra i più competitivi tra FP3 e FP4, Luca Marini e Marco Bezzecchi chiudono la penultima sessione di qualifica rispettivamente in P3 e P4, a soli 37 millesimi dai primi due posti che garantiscono l’accesso al turno successivo.

Soddisfatto dei progressi fatti rispetto a ieri e a suo agio in sella alla Ducati Desmosedici GP, Luca firma un buon 1’31.666, tempo che vale la 13esima piazza sulla griglia di partenza in quinta fila.

Importante step in avanti anche per Marco che centra la Top3 in entrambe le sessioni di libere odierne. Velocissimo anche in Q1, è vittima di una caduta nel T4 nelle fasi finali della sessione quando era a soli otto millesimi di ritardo dal miglior crono. Chiude con il tempo di 1’31.695, anche lui in quinta fila per la gara di domani.

LUCA MARINI
“Una giornata impegnativa: abbiamo fatto un gran lavoro sulla moto, soprattutto in FP4, per riuscire a fare bene domani. La scelta della gomma non è ancora definitiva, ci sono più opzioni e li sarà la chiave per gestire al meglio la seconda metà di gara. Dal mio punto di vista è un problema di temperatura più che di mescola: il lato destro della gomma si scalda davvero moltissimo. Sceglieremo dopo il warm up, dove lavoreremo per fare un ultimo step sull’elettronica in ottica consumo. Sono abbastanza contento della qualifica, peccato per la Q2, ma perdevo davvero tanto alle curve 5 e 6 e ho dovuto rinunciare al mio primo tentativo perché al T2 ho trovato diversi piloti che aspettavano sulla linea. Nel secondo giro lanciato ci ho provato, il feeling era buono, ma la performance della gomma nel T2 e T4 non era più la stessa”.

MARCO BEZZECCHI
Una giornata davvero bella e una FP4 al Top. Abbiamo fatto un bello step in avanti sul passo gara e sono soddisfatto. Peccato per la caduta, mi sentivo bene, stavo spingendo al massimo, ma forse in quel punto non avevo la confidenza giusta per andare al limite. Ho esagerato e sono scivolato. Mi dispiace, soprattutto per la squadra perché hanno fatto tantissimo in questi giorni. Domani mattina sfrutteremo al meglio il warm up per fare poi una bella gara”.

Immagine: Media Mooney VR46

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS