MotoGP | Presentato il team Prima Pramac Racing e la nuova livrea 2024

MotoGP
Tempo di lettura: 3 minuti
di Alyoska Costantino @AlyxF1
28 Febbraio 2024 - 17:54
Home  »  MotoGPMotomondiale

Il bianco fa posto al nero, con Prima Assicurazioni ancora nel ruolo di main sponsor. Martín pronto all’assalto al titolo MotoGP.


L’ultima presentazione in programma per la MotoGP era proprio quella riservata al team campione in carica della classifica a squadre 2023, ovvero Prima Pramac Racing. Essa non è però avvenuta in Qatar, bensì in Bahrain sulla pista di Sakhir, luogo dedito allo svolgimento del primo Gran Premio di F1 della stagione in programma questo fine settimana; una scelta nata dalla lunga amicizia tra Paolo Campinoti, team principal di Pramac, e Stefano Domenicali, amministratore delegato della Formula One Management.

Alle 16:30 di oggi è andata in scena la diretta sul canale YouTube del campionato MotoGP e la nuova livrea del team senese è stata svelata al mondo. Anche quest’anno Pramac Racing sarà il più fedele dei team Ducati satelliti ed avrà a disposizione l’ultimo modello, con tanto di aggiornamenti, della Desmosedici GP, al pari del team ufficiale Lenovo.

La colorazione di quest’anno mantiene sì il viola caratteristico dello sponsor principale Prima Assicurazioni ed il rosso simbolo della squadra, ma dopo ben diciotto anni il bianco sparisce della moto e torna a fare spazio al nero, come sulle Ducati d’Antin che gareggiavano nel 2006 su gomme Dunlop, periodo in cui la compagine spagnola aveva unito le forze proprio con Pramac.

Il nuovo bolide sarà guidato da una formazione cambiata per metà. Da una parte ci sarà in confermatissimo Jorge Martín, vicecampione del mondo e recordman di vittorie nelle gare Sprint del 2023: il madrileno è stato sicuramente il miglior interprete della grande novità della scorsa stagione sul format, ma la troppa foga e la poca lucidità in certi frangenti gli hanno impedito di sottrarre lo scettro di campione a Pecco Bagnaia. Con un anno in più d’esperienza ed una squadra totalmente devota, “Martinator” può puntare al titolo nuovamente partendo subito tra i favoriti d’obbligo.

Al suo fianco non ci sarà più Johann Zarco, bensì Franco Morbidelli. L’italo-brasiliano, un po’ inaspettatamente, è riuscito ad assicurarsi un posto su una delle moto più competitive del lotto nonostante le ultime due stagioni poco brillanti con Yamaha factory. Il nuovo mezzo, probabilmente, permetterà a “Franky” di lottare più concretamente per posizioni migliori, ma in una selva di piloti Ducati l’ex-iridato Moto2 dovrà comunque dimostrare di saper sgomitare. Non lo avvantaggia certamente l’aver saltato i test prestagionali purtroppo, a causa di una caduta durante un track day a Portimão.

Con Gino Borsoi nuovamente alla guida della squadra in qualità di manager, il team italiano ha davvero grandi chance per il 2024, non solo per la conquista del mondiale piloti ma anche quello a squadre già conquistato nel novembre scorso. Tra pochi giorni, in Qatar, scopriremo quale sarà la competitività di Pramac nel primo GP dell’anno.

Fonte immagini: Twitter / MotoGP, Prima Pramac Racing MotoGP

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO