MotoGP | Presentato il team Pramac Racing e la nuova livrea 2020

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Gruppo Discussione

Twitter

Instagram

Pur non gareggiando in Qatar, la squadra satellite di Ducati per eccellenza, Pramac Racing, ha tolto i veli sulle proprie nuove moto quest’oggi. Le due Desmosedici GP20 semi-ufficiali saranno guidate dalla coppia Jack Miller-Francesco Bagnaia già vista lo scorso anno, per puntare magari a risultati ancor più soddisfacenti rispetto al buon 2019. Alla presentazione del team e della nuova livrea sono stati intervistati l’amministratore delegato del marchio Pramac Paolo Campinoti, il team manager Francesco Guidotti e il direttore sportivo Ducati Corse Paolo Ciabatti.

Queste le dichiarazioni di Campinoti: “Anche in questa stagione 2020 cercheremo di confermarci su livelli molto importanti, partendo dai cinque podi ottenuti da Jack Miller nella scorsa stagione e dal fatto che anche Pecco Bagnaia avrà a disposizione una Ducati ufficiale. Questa nuova avventura partirà dalla stessa soddisfazione ed orgoglio del 2019 per la collaborazione sempre più forte con Lamborghini, che ci ha disegnato delle livree avvincenti, oltre alle tute dei piloti ed all’abbigliamento del team. Siamo così veramente soddisfatti di essere ambasciatori nel mondo di due brand così importanti del made in Italy, quali Ducati e Lamborghini”.

L’ha seguito a ruota Francesco Guidotti, speranzoso sia per le potenzialità del suo team che per un inizio di stagione che tarda ad arrivare: “La stagione 2019 si è conclusa in modo molto positivo e, dopo i test del 2020, abbiamo la consapevolezza di poter fare un buon lavoro ed essere competitivi in un campionato, che ha tutte le carte in regola per essere uno tra i più avvincenti degli ultimi anni. Nonostante tutto quello che sta accadendo, il nostro obiettivo rimane quello di lavorare al massimo delle nostre potenzialità, per poter garantire ai nostri piloti una moto, che possa far esprimere le loro potenzialità”.

Paolo Ciabatti ha sottolineato l’importanza di quest’annata ma anche il difficile momento che il campionato sta passando: “Quest’anno abbiamo fatto uno sforzo eccezionale insieme al Pramac Racing team per mettere a disposizione di Miller e Bagnaia delle Desmosedici GP20 identiche a quelle usate dai due piloti ufficiali del Ducati Team. Per Ducati Corse è la prima volta, ma siamo convinti di aver preso la decisione giusta per mettere Jack e Pecco nelle migliori condizioni e poter dimostrare in pista il loro grande talento per regalare, sia alla squadra che a tutti i tifosi Ducati, delle grandi soddisfazioni nel campionato MotoGP che speriamo possa iniziare presto”.

Alla presentazione ha parlato anche Mitja Borkert, quarantasei anni, capo designer tedesco del marchio Lamborghini nuovamente presente sulle livree della squadra Pramac: “Dopo la fortunata collaborazione tra il Centro Stile Lamborghini e Pramac della stagione precedente, quest’anno abbiamo progettato le livree in maniera ancora più intensa e molto più interessante. Il design pensato fonde perfettamente i colori emozionali di Pramac con il DNA del design ispirato all’Y-Theme di Lamborghini. Pilota e moto sono stati pensati per avere una perfetta fusione, in un unicum avvolgente ed avvincente. Quest’anno poi ci siamo divertiti a disegnare anche l’abbigliamento del team. Siamo sicuri che la moto sarà la più bella e la più “sofisticata” sulla griglia di partenza”.

La parola è poi passata ai piloti. Partiamo dal torinese, alla sua seconda stagione in MotoGP: “Durante i test abbiamo lavorato molto e la moto 2020 è davvero competitiva. Ducati e il team Pramac hanno fatto un gran lavoro questo inverno e devo ringraziarli ancora una volta per la fiducia e per avermi sempre sostenuto anche nei momenti difficili. Mi sono allenato duramente e ho lavorato tanto per arrivare al 110% e non commettere gli stessi errori, non vedo l’ora di iniziare. Mi sento pronto e al team Pramac non manca nulla, penso che quest’anno potremo divertirci”.

E’ toccato infine a Jack Miller, speranzoso di ripetere o addirittura migliorare l’ottima stagione 2020: “Questa stagione sarà molto importante per me, dopo i cinque podi dell’anno scorso vorrei cercare di fare ancora meglio. Sia io, sia il mio team, stiamo lavorando duramente affinché questo accada. Sono entusiasta della moto, ho subito trovato un buon feeling e non vedo l’ora di poter iniziare questa stagione e dare il massimo perché il livello della MotoGP quest’anno sarà altissimo”.

Nella scorsa stagione il team Pramac ha ottenuto l’ottavo e il 15° posto nella graduatoria piloti e il sesto in quella a squadra, ma per un team che ora dispone di ben due moto semiufficiali puntare a ottenere ancora di meglio è obbligatorio. Sarà curioso capire quale sarà l’andamento di questa stagione, nella speranza che inizi presto tra le tante avversità attuali.

Fonte immagine: Pecco Bagnaia / Twitter

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

MotoGP | Presentato il team Pramac Racing e la nuova livrea 2020 2
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

ALTRI DALL'AUTORE