MotoGP | Presentata la squadra Aprilia Racing e la nuova RS-GP24

MotoGP
Tempo di lettura: 5 minuti
di Alyoska Costantino @AlyxF1
18 Febbraio 2024 - 17:53
Home  »  MotoGPMotomondiale

Ancora una volta, Aprilia si presenta ai nastri di partenza della MotoGP con l’obiettivo di spodestare la rivale italiana Ducati.


Sin dal ritorno in forma ufficiale nel campionato MotoGP avvenuto nel 2015, Aprilia Racing ha continuato in una crescita costante fino a raggiungere un livello di competitività notevole. Per il 2024, la Casa di Noale punta a diventare ancora più una minaccia alle principali contendenti, Ducati in primis.

Tramite un live show durato un’ora e mezza circa, la squadra factory si è presentata in tutto il suo splendore in quel di Lusail, mostrando al mondo la nuova versione dell’Aprilia RS-GP. La rinominata RS-GP24 vista nel paddock qatariota, al contrario di quanto visto in altre presentazioni precedenti delle squadre concorrenti, è tutto fuorché un mero manichino con la nuova livrea.

La moto 2024, rispetto alla già evolutissima 2023, presenta notevoli differenze, a cominciare dal codone che presenta uno spoiler di scuola KTM e non più il mini-alettone visto sin dal 2022. Curiosa presenza anche per la piccola appendice aerodinamica posta davanti al cupolino, mentre è ben più evidente lo scalino che separa lateralmente la carena dalla parte inferiore, studiata per riprodurre l’effetto suolo sulla moto.

Le novità continuano con la messa in mostra del tanto discusso diffusore in stile F1, al cui sotto si posiziona il tubo di scarico superiore. Lavoro importante anche sulla modernizzazione del deviatore di flusso inferiore sotto il forcellone (decisamente più grande ora), mentre rimanendo al posteriore è da notare anche il nuovo copriruota.

Paradossalmente, ciò che è cambiato ben poco è la livrea, con la squadra Aprilia Racing che ha mantenuto fede alla propria tradizione continuando ad usare i colori rosso e nero, simbolo della Casa veneta. Presente, anche quest’anno, la scritta Aprilia sul baffo anteriore, con giusto un tocco di rosso in più questa volta.

Non è cambiata nemmeno la line-up dei piloti. Per il terzo anno di fila, senza contare la seconda parte del 2021 trascorsa insieme, Aleix Espargaró e Maverick Viñales condivideranno il box. Nel corso della passata stagione il duo spagnolo, a bordo della RS-GP, ha messo in mostra del potenziale, seppur non finalizzandolo sempre al meglio.

Tra i due, colui che ha sfruttato meglio le occasioni più ghiotte è stato Aleix: il fratello di Pol si è aggiudicato altre due vittorie nel corso della passata stagione (a Silverstone e al Montmelò), chiudendo al sesto posto nella generale. Nonostante l’iniziale intento, è ancora il #41 ad avere i galloni da capitano all’interno del box, anche se il fattore età (trentaquattro anni) comincia a diventare determinante per lui.

Queste le parole di Espargaró: “La crescita che abbiamo mostrato nelle ultime stagioni è stata incredibile. Sono orgoglioso di far parte di questo progetto che ho sempre definito come la mia seconda famiglia. Nel 2024 dovremo fare un altro passo avanti, l’anno scorso ci è mancata la costanza per lottare fino alla fine ma abbiamo comunque dimostrato di competere con tutti. Non sarà semplice perché, anche se sembrava impossibile, il livello della MotoGP è aumentato ulteriormente. Mi sento pronto, fisicamente e mentalmente, e credo nel lavoro del reparto corse di Aprilia”.

Al suo fianco, Viñales dovrà dimostrare di essere ancora un pilota vincente e di poter tornare a saggiare il gusto della vittoria, cosa che non gli capita dal 2021 ormai. Nel corso dell’ultima annata “Top Gun” ha sfiorato il trionfo più volte collezionando tre secondi posti, ma oramai il suo processo di adattamento alla moto è da definirsi concluso. Per il 2024 le aspettative sul #12 sono piuttosto alte per un ritorno stabile nelle prime posizioni.

Ecco quanto dichiarato dal pilota di Figueres: “Il nostro 2023 si è chiuso in crescita e voglio continuare questo trend. Il feeling con la squadra è ottimo, durante la pausa invernale mi sono preparato in maniera maniacale ed ho fiducia nel lavoro di Aprilia Racing. Se continueremo a lavorare sul nostro pacchetto tecnico nel corso della stagione, i risultati arriveranno. I primi test hanno confermato l’altissimo livello del campionato e questo rende la sfida ancora più interessante“.

Durante gli ultimi test a Sepang anche Lorenzo Savadori, terzo pilota e tester d’eccellenza della Casa italiana, ha fatto la propria comparsa partecipando anche allo Shakedown della settimana precedente. Il compito dell’ex-campione STK1000, durante questa stagione, sarà quello di continuare a far crescere il mezzo in modo da colmare il gap con Ducati.

Massimo Rivola, amministratore delegato di Aprilia Racing, si è detto ottimista per il 2024: “Negli ultimi anni Aprilia Racing ha affrontato un costante processo di crescita, prima diventando un team ufficiale, poi portando in pista quattro moto grazie al team satellite. Nel 2024 alzeremo ulteriormente il livello, schierando da subito tre RS-GP nella stessa specifica ufficiale (la terza a Miguel Oliveira, n.d.r.). Uno sforzo importante per il reparto corse, ma anche un segnale dell’evoluzione di questo progetto, su tutti i fronti. Vogliamo essere protagonisti in MotoGP e abbiamo tutte le carte in regola per riuscirci“.

Romano Albesiano, direttore tecnico, ha mostrato grande fiducia nella sua ultima creazione: “Il nostro approccio alla stagione 2024 non poteva prescindere dalla buona base costruita specialmente negli ultimi due campionati. La RS-GP è un progetto maturo, fedele alla filosofia Aprilia, che abbiamo cercato di evolvere sotto tutti gli aspetti. La cura aerodinamica è forse quello più evidente, abbiamo introdotto alcuni concetti sicuramente innovativi per migliorare il carico aerodinamico senza intaccare l’efficienza“.

Con queste premesse tecniche, una squadra ben oliata e collaudata ed una coppia di piloti d’esperienza e dotata di velocità, Aprilia Racing potrebbe seriamente pensare in grande quest’anno.

Fonte immagini: aprilia.it

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO