MotoGP | Joan Mir salterà il GP di San Marino di Misano dopo l’incidente in Austria

Alyoska Costantino - 23 Agosto 2022 - 22:31

La frattura alla caviglia destra impedirà a Mir di correre a Misano tra due settimane. Possibile ritorno ad Aragón.


La stagione 2022 di Joan Mir e della Suzuki sta proseguendo di male in peggio e quanto successo nel GP d’Austria di domenica scorsa è solo un’ulteriore tegola sull’annata dell’ex-campione MotoGP, forse la più pesante. Durante il primo giro di gara al Red Bull Ring, il #36 è stato vittima di un highside violentissimo e all’atterraggio sulla ghiaia si è fratturato all’osso dell’astragalo del tallone destro.

La frattura, riscontrata tramite anche una risonanza magnetica, non è di grandi dimensioni, ma all’ospedale Juaneda Miramar di Palma di Maiorca è stato effettuato un secondo controllo da parte del dottor Juan Garcías, in cui sono stati riscontrati ulteriori danni al lato destro dell’osso e ai legamenti. Questa la diagnosi completa: “Il paziente aveva una lesione ai legamenti astragalo-canale con una piccola avulsione ossea. Aveva un’articolazione tibiofibulare stabile, ma con contusione ossea sulla testa dell’astragalo. In questo caso, l’articolazione tibiofibulare era stabile e non c’era instabilità totale nel navicolare. Conclusione: lesioni legamentose astragalo-calcaneare-navicolare con instabilità di grado I – II”.

Mir sarà costretto ad un periodo di riposo di quindici giorni, che non gli permetterà di disputare il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini del 4 settembre. La Suzuki sta valutando se schierare un sostituto o se disputare il fine settimana col solo Álex Rins.

“Dopo aver svolto diversi test”, spiega Mir, “i dottori mi hanno avvisato di prendermi quindici giorni di riposo e di fare un’altra valutazione dopo questo periodo. Sfortunatamente mancherò la gara di Misano, ma sono fiducioso di poter tornare ad Aragón. Voglio ringraziare Dainese e AGV per avermi protetto ed avermi evitato un infortunio più serio dopo il brutto colpo che ho ricevuto domenica. E’ stata una stagione dura, ma sono convinto che torneremo più forti in modo da poter regalare altri bei momenti al team e a tutti voi che mi supportate”.

Anche Livio Suppo, il team manager della formazione Ecstar, ha detto la sua. “Sono davvero dispiaciuto per Joan. I problemi continuano ad affiorare durante le stagioni difficili. In ogni caso, dovremmo essere sollevati. L’incidente è stato davvero grosso e alla fine l’infortunio è serio, ma sarebbe potuto essere peggiore, perciò rimaniamo positivi e vedremo come recupererà nei prossimi quindici giorni, sperando possa essere pronto per l’Aragona”.

Fonte immagine: suzuki-racing.com