Matomo

MotoGP | Joan Mir rinnova per due anni con Suzuki

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Dopo Álex Rins, il team Suzuki Ecstar decide di sistemare anche la questione riguardante il secondo pilota. Joan Mir, campione del mondo della Moto3 nel 2017 e debuttante lo scorso anno in classe regina sulla GSX-RR, ha annunciato quest’oggi il rinnovo con la Casa di Hamamatsu, per le annate 2021 e 2022. Una conferma di come questo team sia intenzionato a far crescere i propri piloti giovani, confermando quindi la coppia tutta ispanica e ben amalgamata del 2019 (e che avrebbe dovuto correre anche nel 2020).

Per Mir si tratta della giusta occasione per poter far vedere la pasta di cui è fatto, dopo una stagione da debuttante in cui si è svezzato facendo sia vedere alcuni acuti (come il debutto in Qatar o il quinto posto a Phillip Island), sia alcuni limiti da nuovo arrivato (come la caduta nel giro di ricognizione in Francia o la partenza anticipata di Austin). Le attese per un miglioramento nel 2020 c’erano tutte, ma il mancato inizio di stagione causa Coronavirus e i vari ritardi e cancellazioni di Gran Premi sono stati dei duri colpi per piloti volonterosi di riscatto, proprio come Mir.

Il ventitreenne di Palma di Maiorca si è detto entusiasta del rinnovo: “Sono molto felice di firmare con Suzuki per altri due anni. Rinnovare è la cosa migliore che mi potesse capitare… ed è un sogno che si avvera di nuovo. Per me è davvero importante continuare, perché ora ho più tempo per imparare e per mostrare il mio potenziale. Due anni possono passare in fretta ma sono pronto a raggiungere un livello più alto e stiamo lavorando ogni giorno per far sì che ciò accada. Sono molto felice anche a livello personale perché ho intorno a me una squadra e uno staff molto competente. Voglio ringraziare la Suzuki per la fiducia che ha riposto in me per ottenere i risultati che, insieme, saremo in grado di raggiungere”.

Il team manager italiano della squadra azzurra, Davide Brivio, ha augurato il meglio al giovane pilota spagnolo: “Siamo molto contenti di aver raggiunto un accordo con Joan Mir che completerà la nostra formazione per i prossimi due anni. Consideriamo Joan un pilota di grande talento ed è importante continuare insieme a sfruttare al meglio l’esperienza che abbiamo acquisito finora e cercare di migliorare ancora di più. Siamo anche felici di avere una squadra giovane con due piloti molto forti come Álex e Joan, e questo è sempre stato il nostro vero obiettivo. Ciò ci permette di guardare al futuro con fiducia. Vorrei ringraziare Joan per averci dato fiducia affidandoci il suo futuro e anche tutta la Suzuki Motor Corporation per il sostegno. Riuscire a prolungare gli accordi sia con Álex Rins che con Joan Mir in un momento così particolare è un segno che ci dà molta speranza per il futuro incoraggiando tutti i tifosi a guardare avanti con positività e ottimismo nella speranza di poter tornare in pista il prima possibile”.

Infine, è toccato al project leader Shinichi Sahara dire la sua: “Siamo orgogliosi di aver raggiunto un accordo con Mir e Rins potendo così mantenere la formazione attuale. Questo ci darà una continuità che sarà molto utile per lo sviluppo della moto dal punto di vista tecnico. La continuità nel mantenere gli stessi piloti è molto importante perché ci aiuta a continuare con i progressi fatti e di restare sulla strada giusta. Inoltre, Joan è un pilota di talento, ha già dimostrato grandi capacità l’anno scorso e crediamo che potrebbe raccogliere alcuni importanti successi con la nostra squadra man mano che acquisisce esperienza”.

Con i biennali firmati da Rins e Mir, il mercato piloti della MotoGP vede due squadre ufficiali già sistemate in ottica futura, ovvero Yamaha e Suzuki. Honda, a inizio stagione, aveva fatto firmare un contratto di quattro anni al proprio pupillo Marc Márquez, mentre la Ducati non si è ancora mossa sul mercato per un eventuale rinnovo della coppia Andrea Dovizioso-Danilo Petrucci. Si parla anche di un’eventuale “scatto in avanti” dei contratti a scadenza di un anno, a discrezione di Dorna e che andrebbe a compensare la stagione di stop forzato che stiamo vivendo, ma per il momento si tratta di semplici teorie (seppur supportate anche dal campione del mondo).

Fonte immagine: suzuki-motogp.com

ULTIMI ARTICOLI

WRX | Cancellato lo RXEvent di Germania, Johan Kristoffersson campione

Dopo l'eliminazione dal calendario della gara del Nürburgring, Kristoffersson vince il suo terzo titolo della categoria, mentre Audi KYB Team vince...

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Alyoska Costantino
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

ALTRI DALL'AUTORE