MotoGP | Il GP Emilia Romagna 2020 secondo Brembo

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

La guida ai sistemi frenanti Brembo della classe regina e al loro uso per il bis al Misano World Circuit Marco Simoncelli

Sette giorni dopo l’esaltante GP San Marino e della Riviera di Rimini, il primo dopo il lockdown aperto al pubblico, il Misano World Circuit Marco Simoncelli ospita l’inedito GP dell’Emilia Romagna e della Riviera di Rimini. Il tracciato è identico a quello usato la settimana scorsa, così come il senso di marcia, orario.

Secondo i tecnici Brembo che lavorano a stretto contatto con il 100 per cento dei piloti del Mondiale MotoGP, il Misano World Circuit Marco Simoncelli rientra nella categoria dei circuiti mediamente impegnativi per i freni. In una scala da 1 a 5 si è meritato un indice di difficoltà di 3. ​

Le pinze Brembo per la MotoGP

Le pinze monoblocco  a 4 pistoni Brembo per la MotoGP sono realizzate partendo da un unico blocco di  alluminio lavorato dal pieno. Rispetto alla fusione, la lavorazione dal pieno consente di impiegare materiali con migliori caratteristiche meccaniche e maggiore resistenza alle alte temperature.

La forma del corpo pinza è studiata al fine di ottimizzare il  rapporto massa/rigidezza attraverso l’ottimizzatore topologico, un programma informatico frutto di 40 anni di successi in 500-MotoGP. Le pinze in uso da quest’anno presentano un numero maggiore di alette di raffreddamento e sono più leggere dell’anno passato. La finitura superficiale prevede un riporto al nikel.

L’impegno dei freni durante il GP Emilia Romagna MotoGP​

Dalla partenza alla bandiera a scacchi ogni pilota utilizzerà i freni per oltre 320 volte, esercitando un carico complessivo sulla leva del freno di almeno 1,2 tonnellate, il valore più alto dell’intero campionato: al Red Bull il carico è stato di 9 quintali e mezzo, a Brno di 8 quintali e a Jerez 9,7 quintali.

Tre volte al giro i piloti della MotoGP affrontano una decelerazione di 1,5 g, tutte comprese nelle prime 8 curve, mentre in tutti gli altri casi il valore è compreso tra 0,8 g e 1,1 g. In metà delle frenate l’impianto è in funzione per meno di 2 secondi e mezzo, il che velocizza il ritorno di dischi e pastiglie a temperature normali.

La frenata alla prima curva ​del GP Emilia Romagna e della Riviera di Rimini

Delle 12 frenate del Misano World Circuit Marco Simoncelli 3 sono classificate come impegnative per i freni, altrettante sono di media difficoltà e le restanti 6 poco scarsamente impegnative.

La staccata alla prima curva è la seconda più dura della pista: le moto passano da 272 km/h a 116 km/h tramite l’utilizzo dei freni per 4 secondi netti. Mentre percorrono 201 metri, i piloti esercitano un carico di 5,3 kg sulla leva del freno e subiscono una decelerazione di 1,5 g. Intanto, la pressione dell’impianto frenante tocca gli 11,4 bar.

Fonte e immagine di copertina: Brembo

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

F1 | Il GP Portogallo 2020 secondo Brembo

La Guida ai sistemi frenanti Brembo per la gara all'Autodromo Internacional do Algarve Secondo i tecnici Brembo l’Autódromo...

CONDIVIDI

ALTRI DALL'AUTORE