MotoGP | Il Brasile torna in calendario nel 2022

MOTOGP
Il Brasile torna in calendario nel 2022

Il nuovo Rio Motorpark ospiterà per ben cinque anni il Circus delle due ruote di 10 Ottobre 2019, 17:15

A distanza di quindici anni dall’ultimo Gran Premio del Brasile, è arrivato l’annuncio ufficiale del rientro in calendario del Paese sudamericano, previsto per il 2022. Il contratto che lega Dorna Sports a Rio Motorsports è di ben cinque anni, per ospitare il massimo campionato delle due ruote su pista nel nuovissimo Rio Motorpark; questo verrà costruito a Deodoro, dato che il mitico autodromo di Jacarepaguá ha fatto spazio a un impianto olimpionico. Un ingresso necessario per poter raggiungere l’agognato traguardo delle ventidue gare stagionali.

La pista dovrebbe essere lunga, nella sua configurazione standard, 4.500 metri, con un totale di tredici curve. La sua costruzione sta già però lasciando qualche strascico, dato che comporterebbe il disboscamento della foresta di Camboatá per lasciar spazio all’impianto. Su questa pista potrebbe persino sbarcare la F1, se il rinnovo con Interlagos non dovesse andare in porto. Questo il layout:

Marcelo Crivella, sindaco della città carioca, si è detto entusiasta del progetto nonostante tutto: “Il fatto di avere già una prima competizione in programma per la nuova pista di Rio, col MotoGP, confermata per il 2022, rappresenta una svolta per la nostra città. La costruzione del circuito di Deodoro è un progetto spettacolare, ci sarà un investimento straordinario che genererà sette mila posti di lavoro e farà recuperare a Rio un ruolo da protagonista nelle principali competizioni. Svilupperemo una la zona ovest per promuovere il turismo. Tutto questo senza che la città metta un soldo nel progetto perché tutte le risorse saranno esterne”.

JR Pereira, amministratore delegato di Rio Motorsports, è stato intervistato a sua volta: “Dorna è stato un partner estremamente leale in tutte le conversazioni che abbiamo avuto. Ora stiamo completando lo studio dei locali e l’impatto ambientale mentre la commissione che analizzerà la situazione è già in zona seguendo le politiche regolamentari della INEA. Abbiamo formalizzato un accordo su cui si è lavorato per più di due anni. Siamo molto grati a Carmelo e alla sua squadra per realizzare il sogno di portare di nuovo il MotoGP a Rio”.

Ad avere l’ultima parola è stato il boss di Dorna, Carmelo Ezpeleta: “Sono molto orgoglioso di annunciare il ritorno del MotoGP a Rio de Janeiro una delle città più iconiche del mondo e situata in un paese incredibile. Il Brasile è un mercato importante per il motociclismo e per gli sport motoristici, vanta una storia di cui essere orgogliosi, nonché un futuro brillante e di cui sono entusiasta di vedere che la MotoGP svolgerà un ruolo così importante col nostro ritorno nel 2022”.

L’ultimo Gran Premio del Brasile per il Motomondiale risale al 2004, anno in cui a vincere a Jacarepaguá fu Makoto Tamada davanti al suo compagno Max Biaggi, autori di una doppietta importantissima per il team Pons. A vincere nelle vecchie categorie 125cc e 250cc sono stati Héctor Barberá e Manuel Poggiali.

Fonte immagine: motogp.com



Condividi