MotoGP | I fratelli Márquez si separano dal manager Emilio Alzamora consensualmente

Alyoska Costantino - 31 Agosto 2022 - 23:27

Dopo diciotto anni di collaborazione, il manager spagnolo ex-campione della 125cc non lavorerà più a stretto contatto con i due fratelli Márquez.


Era una notizia oramai divenuta di dominio pubblico durante il GP d’Austria, ma è solo di oggi la conferma ufficiale: il rapporto quasi ventennale tra il manager ed ex-pilota Emilio Alzamora e i fratelli Marc ed Álex Márquez è terminato ed i due piloti MotoGP hanno dunque deciso, in mutuo consenso con Alzamora stesso, di continuare per la loro strada senza la guida dell’ex-campione della 125cc.

Questo il comunicato rilasciato: “I fratelli Márquez desiderano ringraziare Emilio per il lavoro che ha realizzato durante questi anni e per la sua dedizione per tutto il tempo passato con noi, durante il quale abbiamo ottenuto grandi trionfi. Dopo averne parlato tra noi tre, abbiamo deciso che è giunto il momento di intraprendere strade diverse e iniziare una nuova tappa”.

Alzamora, a sua volta, ha speso belle parole nel confronto dei due pluricampioni del mondo: “Una tappa importante della mia vita sta volgendo al termine con i fratelli Márquez e, prima di tutto, voglio ringraziare per la fiducia che i loro genitori, Roser e Julià, hanno riposto in me. Durante questa lunga relazione abbiamo lavorato fianco a fianco con Marc e Álex per ottenere grandi ed indimenticabili successi”.

“Con AC Management abbiamo lavorato e contribuito con tutta la nostra esperienza gestendo le loro carriere sportive in modo che i fratelli Márquez abbiano raggiunto la grande immagine che hanno ed essere rispettati sia professionalmente che personalmente. Tutti questi successi professionali di Marc e Álex non sarebbero stati possibili senza la collaborazione di innumerevoli persone che li hanno supportati fin dall’inizio e che ci hanno accompagnato fino in cima. Vorrei anche ringraziare tutti gli sponsor, i team e i professionisti che si sono fidati di ogni nostra scelta per raggiungere i successi di questi anni”.

Successivamente l’ex-pilota si è focalizzato sui singoli piloti, in primis Marc: “Non ho parole per descrivere la storia che abbiamo cominciato quando Marc aveva dodici anni e a cui ho umilmente concesso tutta la mia conoscenza. Insieme abbiamo passato momenti indimenticabili ed incredibili, però anche momenti duri come gli infortuni. Non ho nessun dubbio che questa nuova tappa che Marc ha cominciato lo possa portare molto in alto per proseguire la sua storia e che, soprattutto, gli faccia amare la sua passione”.

“In quanto ad Álex“, ha continuato Alzamora passando al fratello minore, “è stato un esempio come sportivo. Il suo lavoro, il suo sacrificio e la sua personalità gli hanno permesso di far emergere il grande talento che ha e, senza dubbio, mi sento molto orgoglioso di tutto ciò che ho potuto fare permettendogli di raggiungere i suoi sogni. Sono sicuro che il meglio per Álex debba ancora venire”.

A questo punto viene da chiedersi se verrà scelto un sostituto o se i due Márquez proseguiranno autonomamente, cosa assai probabile quest’ultima a giudicare dalle voci che circolano nel paddock. Marc è ancora in ripresa dalla quarta operazione al braccio effettuata dopo il Gran Premio d’Italia, mentre Álex sta ancora lottando per ottenere una sella in classe regina entro il prossimo anno o per confermare l’attuale nel team LCR.

Fonte immagine: acmanagement.es