MotoGP | GP Spagna 2021: Jack Miller torna a vincere. Bagnaia completa l’uno-due Ducati

MotoGP
Tempo di lettura: 2 minuti
di Francesco Carbonara @https://twitter.com/CarboKart_
2 Maggio 2021 - 15:27
Home  »  MotoGPMotomondialeTop

Miller ritrova la vittoria dopo Assen 2016; Bagnaia, secondo, sale in testa al Mondiale. Podio per Morbidelli. Márquez centra la top 10, Quartararo crolla tredicesimo


Jack Miller è il vincitore del Gran Premio di Spagna 2021, classe MotoGP. L’australiano torna a riassaporare il gusto della vittoria dopo un digiuno durato quasi cinque anni: l’ultimo successo, infatti, risaliva al Gran Premio d’Olanda del 2016, il primo e sinora unico in classe regina. Dopo una serie di podi ottenuti negli anni in Pramac e, soprattutto, dopo un inizio di stagione tutt’altro che promettente nel team ufficiale, Miller risponde con una prestazione autorevole, esibendo un ritmo consistente e approfittando, sagacemente, delle difficoltà del leader momentaneo della gara. Il successo odierno rilancia Miller in ottica mondiale, a testimonianza di un talento che, quando rende, è piacevolmente apprezzabile.

E’ una giornata di giubilo per l’ambiente Ducati. Al successo di Miller si affianca, infatti, il secondo posto di Francesco Bagnaia, a suggellare una doppietta che ha dell’unico: la storica incompatibilità fra il tracciato di Jerez e le peculiarità della Desmosedici fornisce un altissimo peso specifico alla gara dei due uomini in rosso. Grazie a questa prestazione Bagnaia, inoltre, assume il comando della classifica generale, scavalcando di due punti Fabio Quartararo.

Franco Morbidelli ottiene un prezioso terzo posto, in una giornata Yamaha che – per svariati motivi – ha raggiunto i limiti del tragicomico. Nonostante la specifica 2019, Morbidelli riesce nell’obiettivo di frequentare costantemente le zone nobili della classifica, prendendosi il lusso di sopravanzare, spesso e volentieri, i compagni di marca. Ai piedi del podio chiude Takaaki Nakagami, miglior Honda per distacco, davanti al Campione del Mondo in carica, Joan Mir. Suzuki abbandona l’Andalusia con un bottino piuttosto magro, data la ventesima posizione di Álex Rins, condizionata da una scivolata nelle fasi iniziali di gara.

Chiude sesto Aleix Espargaró, confermando turno dopo turno i netti progressi dell’Aprilia. Settimo è Maverick Viñales, decisamente meno incisivo del solito, davanti a Johann Zarco, Marc Márquez e Pol Espargaro. Fabio Quartararo, dopo aver condotto brillantemente la gara per oltre metà della distanza, è costretto a rallentare vistosamente a causa di problemi non ancora del tutto precisati. La posizione finale de “El Diablo” è la tredicesima, davanti alle due Tech 3 di Danilo Petrucci e Iker Lecuona che chiudono la zona punti. Prosegue il calvario senza sosta di Valentino Rossi, solo diciassettesimo al traguardo.

Immagine: motogp.com

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live