MotoGP | GP San Marino: Viñales si aggiudica le qualifiche, dominanza Yamaha

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Gruppo Discussione

Twitter

Instagram

Dominio assoluto delle M1, Viñales precede Morbidelli e il favorito Quartararo. Rossi apre la seconda fila davanti alle Ducati Pramac, Dovizioso solo nono. Pasticcio di Pol Espargaró.


Ci si aspettava una Yamaha in pole position a Misano, ma non che le quattro M1 monopolizzassero tutte le prime caselle dello schieramento. A ottenere la miglior posizione di partenza è stato Maverick Viñales sulla moto ufficiale, col tempo record di 1:31.411. Uno schiaffo di tre decimi sul giro secco a tutti i suoi compagni di marca, addirittura di sei per tutto il resto della concorrenza, che domenica potrebbe esser costretta a vedere le quattro moto di Iwata in fuga. E’ l’11a pole di “Top Gun” in classe regina.

Concludono la prima fila gli alfieri del Petronas SRT, a sorpresa con Franco Morbidelli che precede il compagno di squadra e capoclassifica Fabio Quartararo. L’italo-brasiliano è quello meglio piazzato tra i piloti italiani e, nonostante il distacco abbastanza pesante da “Top Gun”, questo weekend potrebbe arrivare anche il primo successo con un po’ di fortuna. Quarta posizione per Valentino Rossi, ultimo dei piloti sotto l’1:31, nonostante tra gli yamahisti sia stato quello più in sofferenza con la gomma morbida da tempo al posteriore.

Luce alterna per la Ducati: da una parte la soddisfazione di vedere la coppia Pramac Jack Miller-Francesco Bagnaia a chiudere la seconda fila, dall’altra le difficoltà di Andrea Dovizioso, qualificatosi solo nono dopo la cancellazione dell’ultimo giro buono.

LA CRONACA

La Q1 pare, nei primi minuti, un affare tra i fratelli Espargaró, con Pol e Aleix che si alternano in cima alla lista dei tempi con tutti gli altri a contendersi le posizioni retrostanti. Alla fine del primo run è il pilota KTM ad avere ragione dell’Aprilia #41, migliorando poi ulteriormente nella seconda parte del turno. Aleix finisce per essere scavalcato anche dalla moto di Oliveira perdendo anche il secondo slot valido per il passaggio in Q2, mentre Rabat e Lecuona, dopo delle prove deludenti, mostrano tutto il loro disappunto alla fine dei rispettivi giri. Fuori anche Danilo Petrucci, che domani scatterà 15°, mentre Honda non riesce a piazzare nemmeno una moto nella sessione 2, con Álex Márquez e Stefan Bradl che mostrano evidenti problemi di stabilità; alla fine, il fratello di Marc è 21°, con l’ex-campione della Moto2 19°.

Si passa alla Q2, sessione che è subito nel segno della Yamaha e di Viñales che si portano in testa in 1:32.1. Rins prova a seguire il connazionale-rivale ma sbaglia al Carro, mentre l’errore di Pol Espargaró alla penultima curva gli costa la seconda caduta del weekend e la fine delle qualifiche. Il primo run termina con Quartararo virtualmente in pole davanti a Rossi e Morbidelli, mentre le due KTM non hanno ancora fatto segnare tempi.

Oliveira sulla moto Tech3 rimedia poco dopo, ma paga comunque oltre sei decimi a Quartararo, mentre Dovizioso sale virtualmente in seconda fila prima di esser scalzato da Miller. Nel frattempo Viñales inizia e finisce il suo secondo run riprendendosi la testa per pochi millesimi, cambiando immediatamente moto e ritornando in pista con poco più di due minuti al termine. Gli altri stanno già cominciando a sparare le proprie cartucce migliori e quello meglio piazzato è Morbidelli, che si prende la pole provvisoria battendo anche Quartararo e Rossi. Viñales però è l’ultimo ad arrivare sul traguardo e cala i tempi di oltre tre decimi, spazzando via il record che apparteneva a Lorenzo e aggiudicandosi la pole position.

Seconda fila per due terzi italiana, con Valentino Rossi che precede Jack Miller e il rientrante “Pecco” Bagnaia, ottenendo un grande risultato nonostante l’handicap fisico. Seguono le due Suzuki di Rins e Mir, mentre Andrea Dovizioso ha perso l’ultimo giro buono fatto e partirà dalla nona casella. Johann Zarco chiude la top ten, mentre anche Oliveira ha perso il giro buono fatto e partirà anche alle spalle del compagno di marca Espargaró.

Qui i risultati della prima sessione, della seconda e la griglia di partenza della MotoGP.

Fonte immagine: yamahamotogp.com

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

MotoGP | GP San Marino: Viñales si aggiudica le qualifiche, dominanza Yamaha 2
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

ALTRI DALL'AUTORE