MotoGP | GP Qatar, vittoria di Dovizioso ancora sub judice, altro ricorso presentato alla Corte d’Appello

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Era inevitabile (o quasi) che in MotoGP, con il continuo aumento di appendici aerodinamiche e di migliorie apportate sulla moto, si sarebbe arrivati a un punto dove lo scontro non sarebbe stato più sulla tecnica e sul lavoro degli ingegneri, quanto più sui reclami, i giochi politici e i ricorsi durante i weekend di gara.
E’ successo e succede ancora adesso con il Gran Premio del Qatar: la vittoria di Andrea Dovizioso in volata su Marc Márquez sembrava essere al sicuro quando, poco dopo le 21:00, i giudici presenti al circuito avevano respinto il ricorso presentato da Aprilia, Honda, Suzuki e KTM su una piccola appendice sul fondo della carena, presente leggermente davanti alla ruota posteriore; secondo i rappresentanti dei quattro marchi, essa sarebbe irregolare in quanto utilizzabile solo in caso di gara bagnata.

Fallito il ricorso agli steward, i team manager dei quattro marchi non hanno mollato la presa, richiedendo un ricorso alla Corte d’Appello presente in circuito. Questa, a sua volta, ha ritenuto di non avere dati e documentazioni sufficienti per giudicare la cosa, e così i commissari della Corte hanno rinviato la decisione alla Corte d’Appello della Federazione Motociclistica Internazionale, presente a Ginevra. Si spera, a giorni, di avere un responso definitivo sui risultati del Gran Premio qatariano, ma potrebbero volerci settimane, se non di più, per risolvere questa intricata vicenda.

Fonte immagine: Twitter / MotoGP

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Alyoska Costantino
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

ALTRI DALL'AUTORE