MotoGP | GP Olanda 2022: Bagnaia torna a vincere davanti a Bezzecchi e Viñales! Quartararo KO, A. Espargaro show!

MotoGP
Tempo di lettura: 5 minuti
di Daniele Botticelli @DBDeiman
26 Giugno 2022 - 15:50
Home  »  MotoGPTop

Bagnaia riscatta le ultime cadute dominando ad Assen dal primo all’ultimo giro. Primo podio in MotoGP per Bezzecchi su Viñales, al suo primo podio in Aprilia. Quartararo cade e finisce contro Espargaro, che dopo il contatto riesce a rimontare fino al quarto posto, con un grandioso doppio sorpasso all’ultima chicane.

Francesco Bagnaia torna alla vittoria in MotoGP aggiudicandosi il Gran Premio d’Olanda ad Assen, riscattando le due cadute arrivate nelle due precedenti gare in Catalunya e Germania conquistando la terza vittoria in questa stagione, utile a rilanciare le proprie ambizioni iridate proprio prima della pausa estiva del campionato.

Partito dalla pole position, il pilota della Ducati ha dominato la scena per tutti i 26 giri in programma, comandando la gara in solitaria dal primo all’ultimo giro senza commettere nessun errore. Nemmeno l’arrivo della pioggia ha impensierito Bagnaia, che nella parte finale di gara ha semplicemente controllato la situazione fino alla bandiera a scacchi.

Come detto in precedenza, questa vittoria rilancia Bagnaia in ottica campionato anche grazie alla giornata no avuta da Fabio Quartararo, caduto per ben due volte alla curva 5: al quinto giro il francese ha cercato il sorpasso ai danni di Aleix Espargaro, forzando la staccata all’interno arrivando anche alla caduta che ha coinvolto lo stesso pilota dell’Aprilia, costretto a finire nella ghiaia dopo il contatto con la Yamaha del Campione del Mondo in carica riuscendo però a riprendere la via della pista; per Quartararo questo è il primo errore nel suo campionato, impeccabile fino a questo punto.

Dopo questa caduta, Quartararo ha ripreso la via della pista con la sua moto rimasta però danneggiata dall’incidente, costringendolo così a rientrare ai box al nono giro. Nonostante i danni, però, il team lo ha rimandato in pista e al 13° giro Quartararo è stato poi autore di un’altra caduta sempre alla curva 5, venendo disarcionato dalla propria Yamaha in uscita di curva, terminando così la propria gara con il primo 0 del suo campionato.

Alle spalle di Bagnaia il podio viene completato da due piacevoli sorprese, con Marco Bezzecchi secondo davanti a Maverick Viñales. Bezzecchi ha conquistato il suo primo podio in MotoGP al termine di un’ottima gara, trascorsa in solitaria e sempre nelle posizioni di vertice, salendo poi al secondo posto dopo il contatto tra Quartararo ed Espargaro regalando il primo podio anche per il team Mooney VR46 Racing Team, completando la doppietta per la Ducati.

Viñales, invece, è stato autore di una gara in rimonta dall’11° posizione sulla griglia di partenza, salendo in terza posizione al 17° giro per poi difendersi egregiamente nel finale da Jack Miller, che al penultimo giro ha provato il sorpasso nella chicane finale andando lungo senza riuscire a chiudere la manovra, con Viñales che si è involato così a conquistare il suo primo podio da pilota dell’Aprilia, tornando sul podio proprio dal Gran Premio d’Olanda della passata stagione, dove chiuse secondo alle spalle di Quartararo.

Il vero protagonista della gara, però, è stato senza dubbio Aleix Espargaro. Dopo il contatto al quinto giro con Quartararo, il pilota spagnolo si è ritrovato in 15° posizione una volta tornato in pista, riuscendo a costruire una sontuosa rimonta che lo ha visto tagliare il traguardo in quarta posizione, concludendo la gara con uno straordinario doppio sorpasso all’ultimo giro ai danni di Brad Binder e Jack Miller all’ultima chicane, beffandoli entrambi all’interno passando in un colpo solo dal sesto al quarto posto finale compiendo un capolavoro incredibile! Vedendo il ritmo inscenato durante la rimonta, viene da pensare che senza quest’inconveniente Espargaro avrebbe avuto sicuramente il potenziale per contendere la vittoria a Bagnaia, confermando l’ottima crescita mostrata quest’anno sia da lui che dall’Aprilia.

Nulla da fare per Brad Binder e Jack Miller, che nulla hanno potuto contro la manovra di Espargaro tagliando il traguardo in quinta e sesta posizione davanti a Jorge Martin, sesto dopo una seconda parte di gara complicata che lo ha visto perdere numerose posizioni dopo esser stato in zona podio. Ottavo posto per Joan Mir, protagonista alla partenza di un contatto con Luca Marini, 17° al traguardo e in difficoltà dopo il contatto con lo spagnolo della Suzuki. Miguel Oliveira chiude nono davanti ad Alex Rins, decimo con la seconda Suzuki davanti ad Enea Bastianini, 11° dopo una gara piuttosto anonima.

Takaaki Nakagami chiude 12°, autore anche di un Long Lap Penalty durante la gara e davanti a Johann Zarco, solamente 13° oggi. Completano la zona punti la neo coppia di Gresini Racing per la stagione 2023, con Fabio Di Giannantonio 14° davanti ad Alex Márquez. Gara da dimenticare per la Yamaha che rimane a secco di punti, che oltre alle cadute di Quartararo hanno visto Andrea Dovizioso arrivare 16° al traguardo, mentre Franco Morbidelli e Darryn Binder sono caduti anche loro.

La MotoGP va ora in vacanza con Quartararo che rimane in testa al campionato con 172 punti davanti ad Aleix Espargaro, secondo a quota 151 e ora a -21 dal francese. Più staccati Zarco e Bagnaia, quarto e quinto rispettivamente con 114 e 106 punti, con Bastianini che retrocede in quinta posizione con i suoi 105 punti.

Qui potete vedere i risultati finali della gara.

Immagine: Ducati Media

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA

I Commenti sono chiusi.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live