MotoGP | GP Italia 2021: Quartararo detta legge nelle qualifiche del Mugello, sua la pole

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Il pilota Yamaha conquista l’ennesima partenza al palo della stagione, battendo le Ducati e l’Aprilia di Espargaró. Bagnaia ottimo secondo. Crollo per Viñales, 13°.


Le qualifiche del GP d’Italia MotoGP 2021 non saranno ricordate tra le battaglie sul giro secco più memorabili di sempre, ma ciò che potrebbe rimanere impresso nella memoria di tutti è la prestazione in qualifica di Fabio Quartararo. “El Diablo” è riuscito, ancora una volta, a spremere la sua Yamaha al 100% e forse oltre per assicurarsi la partenza al palo, la quarta consecutiva quest’anno e la 14a in MotoGP.

La gioia è doppia se consideriamo la pista nel quale ci troviamo, sulla carta più favorevole alla Ducati. Nonostante lo schiaffo morale e sportivo rifilato da Quartararo ai suoi avversari, le Desmosedici si sono ben qualificate in questa sessione, con Francesco Bagnaia in seconda posizione. Domani, con una buona partenza, il torinese potrebbe fronteggiare Quartararo per tutta la durata del GP; terzo Zarco, quinto Miller.

La delusione di giornata è costituita da Maverick Viñales, rimasto al Q1 per non esser riuscito a ottenere uno dei due posti decisivi al passaggio alla sessione 2. Il pilota di Figueres partirà 13°, mentre il suo compagno scatterà davanti a tutti.

LA CRONACA – Q1

La prima sessione di qualifica parte con Enea Bastianini come primo pilota a uscire dai box, mentre Marc Márquez transita al primo settore del giro di lancio seguito da Viñales, Pirro, Marini, Savadori e tanti altri piloti. Durante questo passaggio Viñales si arrabbia con Takaaki Nakagami al Correntaio, ma sarà solo la prima discussione con altri piloti che vedrà protagonista il #12.

Alla fine del primo run il più veloce è Takaaki Nakagami, che da solo mette a segno un tempo di tre decimi più veloce di Enea Bastianini, secondo, e Aleix Espargaró, terzo. Marc Márquez e Maverick Viñales non hanno spinto forte in questo primo passaggio, complice anche il fatto che lo yamahista non ha intenzione di spingere il suo rivale per il giro lanciato; Maverick è quindi 17°, mentre Marc è 14°.

Anche all’inizio del secondo run Viñales e Márquez s’infastidiscono a vicenda, con “Top Gun” particolarmente nervoso nei confronti del connazionale che decide di rimanergli alle spalle. A poco meno di due minuti dalla fine la coppia spagnola si lancia e, mentre Aleix Espargaró scalza Bastianini e sale al secondo posto disponibile per la Q2, Márquez balza al comando in 1:45.9, con Viñales secondo. Il pilota di Figueres si trova in una situazione scomoda perché Aleix, sulla sua Aprilia, continua a migliorare e gli prende la posizione, mentre lui ha solo un altro giro buono per qualificarsi per la Q2. Un errore alla Bucine compromette la sua sessione, e domani sarà costretto a partire 13°. Bene Bastianini 14° davanti a Nakagami (che ha abortito l’ultimo giro), mentre Valentino Rossi è solo 19°. Male anche Álex Márquez, ultimo dei qualificati.

Q2

Il cielo comincia a rannuvolarsi sopra il Mugello, perciò è cruciale non perdere tempo e scendere subito in pista. Bagnaia, seguito da Aleix Espargaró e dai suoi compagni di marca, è tra i primissimi a tentare di fare il giro, mentre Marc Márquez decide di effettuare un solo run. L’Aprilia del #41 si dimostra velocissima e ottiene momentaneamente la prima posizione, prima del colpaccio di Fabio Quartararo che si mette al comando e con discreto margine su tutti i suoi avversari.

A cinque minuti dalla fine, con un cielo sempre più nuvoloso, comincia l’assalto finale alla pole: Mir è già in pista e segna il settimo tempo utile, mentre Brad Binder inizia il suo giro di lancio seguito proprio da Márquez. Il primo giro dei due non è molto veloce, ma l’attenzione si sposta su Quartararo che, in formato missile, stampa un 1:45.187, tre decimi sotto il record fatto questa mattina. “El Diablo” ha fatto un T3 incredibilmente veloce, e il suo primo inseguitore (sempre Aleix Espargaró) è a mezzo secondo.

Mentre Binder si mette ottimo terzo e Márquez non va oltre al decimo posto, la palla passa alle Ducati, che però non riescono a rispondere al tempo superlativo dello yamahista. Bagnaia riesce però a strappare la seconda posizione a due decimi da Quartararo, assicurandosi la prima fila insieme a Johann Zarco. Miller è invece in seconda, con l’Aprilia che ottiene un bellissimo quarto posto nella gara di casa.

Binder chiude la seconda fila e dimostra dei discreti passi avanti anche nel giro secco, suo storico punto debole rispetto al compagno Miguel Oliveira. Il portoghese, difatti, è settimo a due soli millesimi dal sudafricano e precedono il duo Suzuki Rins-Mir. Álex si è anche dovuto fermare a bordo pista prima di arrivare ai box, forse per mancanza di benzina. La quarta fila vedrà Franco Morbidelli, un po’ opaco in questa Q2, e le due Honda Repsol ufficiali con Marc Márquez davanti a Pol Espargaró.

Questi i risultati della sessione 1, della Q2 dominata da Quartararo e la griglia di partenza di domani pomeriggio.

Fonte immagine: motogp.com

P300 MAGAZINE

MotoGP | GP Italia 2021: Quartararo detta legge nelle qualifiche del Mugello, sua la pole

Continua a seguirci

Avatar of Alyoska Costantino
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

MotoGP | GP Italia 2021: Quartararo detta legge nelle qualifiche del Mugello, sua la pole

Continua a seguirci