MotoGP | GP Giappone 2022, Qualifiche: Marc Márquez torna in pole position dopo tre anni

di Alyoska Costantino @AlyxF1
24 Settembre 2022 - 10:30

Proprio sulla pista dove aveva ottenuto l’ultima pole prima dell’infortunio al braccio, Márquez torna ad agguantare la pole in MotoGP. Indietro Quartararo (nono), Bagnaia (12°) e Bastianini (15°).


Tre anni fa, su questo tracciato, Marc Márquez festeggiava la sua prima pole a Motegi. Oggi, su questa stessa pista, dopo un calvario infinito di infortuni, operazioni, riabilitazioni e difficoltà, Marc Márquez si aggiudica la seconda pole consecutiva nel GP Giappone, la prima dopo l’infortunio patito a Jerez 2020 e la prima a distanza di, appunto, tre anni. 

A favorirlo sono state le condizioni climatiche. Il bagnato ha permesso a Marc di giocare all’attacco anziché fare l’attendista e questo ha pagato, grazie al tempo migliore in 1:55.214. Non è stata comunque una pole facile vista la concorrenza degli specialisti del bagnato, ma alla fine il pilota Honda ha ridato alla Casa dell’Ala Dorata una partenza al palo che mancava da 26 Gran Premi (ovvero dal GP di Gran Bretagna 2021, firmata Pol Espargaró). 

Nella giornata di gloria e redenzione del #93 e di HRC, i protagonisti del mondiale 2022 non hanno invece brillato. Eccezion fatta per Aleix Espargaró, bravo a strappare una seconda fila importantissima, Fabio Quartararo e soprattutto Francesco Bagnaia si sono ritrovati ad annaspare nel bagnato di Motegi; lo yamahista partirà nono domani, il ducatista 12°. Addirittura 15° il vincitore di Aragón, Enea Bastianini. 

LA CRONACA – Q1 

L’avvio della qualifica viene posticipato di ulteriori dieci minuti per un altro scroscio di pioggia violento su Motegi, ma alle 16:10 (9:10 italiane) la qualifica può finalmente iniziare. Mentre Takaaki Nakagami finisce a terra nel proprio secondo giro alla Victory Corner, le Ducati Prima Pramac dettano legge e si classificano in prima e seconda posizione, con Martín davanti. 

Zarco riesce a migliorare il riferimento di 0”6, ma si fanno più pericolosi, col passare dei giri, gli italiani Morbidelli, Bezzecchi e Bastianini. La “Bestia”, dopo aver segnato il terzo tempo, prima commette un lungo alla 1 e poi si autoelimina dalla lotta per la Q2 cadendo di nuovo alla 5, mentre i suoi due connazionali finiscono lunghi dopo il loro ultimo tentativo e non hanno il tempo sufficiente per un altro giro. Zarco e Martín passano la tagliola, mentre “Bez”, “Franky” e Bastianini formeranno la quinta fila. Solo 18° Álex Rins, pessima giornata per il team Suzuki. 

Q2 

I primi minuti di Q2 sono più di studio per tutta la griglia, eccezion fatta per Zarco, forte dell’esperienza nella Q1, e per Márquez, fiducioso di poter lottare subito per la pole. È proprio il “Cabroncito” a piazzarsi momentaneamente in pole, con anche Miller veloce sulla Ducati ufficiale. 

Il suo compagno Bagnaia è invece in crisi sul bagnato: il torinese si ferma ai box per un cambio moto nella speranza di trovare il giusto setup, ma la situazione non cambia granché ed il vicecampione del mondo rimane inchiodato in 12a posizione. Le cose si mettono male anche per Quartararo, che butta un giro buono con un’imbarcata in curva 8 e non riesce a migliorare il suo ottavo posto. 

Zarco, per un errore alla 90° Corner, deve desistere col suo attacco alla pole e l’unico che potrebbe sottrarla a Márquez è Brad Binder, che chiude però terzo. Il #93 conquista così la sua 91a pole in carriera e la 63a in top class, davanti al francese del team Pramac ed al sudafricano. 

Seconda fila per le due Aprilia di Maverick Viñales, sorpresa di giornata col quarto posto in qualifica, ed Aleix Espargaró e meglio piazzato tra i contendenti al mondiale; tra i due Martín. Terza fila per Miller, Oliveira e Quartararo, quarta per Marini, Pol Espargaró e Bagnaia. 

Qui i risultati della qualifica 1 MotoGP, della qualifica 2 e la griglia di domani. 

Fonte immagine: hondaracingcorporation.com