MotoGP | GP Emilia Romagna: Bagnaia perde il suo giro migliore, pole a Viñales

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Bagnaia scende sotto il muro del ’31 ma per un largo alla Misano 2 si vede il giro cancellato. Viñales eredita la pole position davanti a Miller e Quartararo, “Pecco” quinto. Rossi solo settimo, deludenti Dovizioso e Mir, decimo e 11°.


Seconda qualifica a Misano, seconda pole position consecutiva per Maverick Viñales sulla pista romagnola. Lo spagnolo, durante le qualifiche della MotoGP per il GP dell’Emilia Romagna, ha fatto il miglior giro valido in 1:31.077, nuovo record del tracciato dedicato a Marco Simoncelli e valevole per la 13a pole position in classe regina. Una sorta di scena già vista pensando a quanto successo una settimana fa, con “Top Gun” rapidissimo sul giro secco ma ancora con qualche dubbio in chiave gara.

A completare la prima del secondo Gran Premio a Misano ci penseranno Jack Miller e Fabio Quartararo. L’australiano del team Pramac è stato autore di due bei turni di prove essendo partito dal Q1, passando al primo posto la prima sessione e inserendosi nel panino delle Yamaha nella seconda. Per l’ex-leader della classifica iridata è allo stesso modo un gran risultato in vista di domani, soprattutto se consideriamo le qualifiche di Andrea Dovizioso, piuttosto deludenti. Il forlivese partirà decimo.

A fare il tempo migliore durante la sessione è stato però Francesco Bagnaia. Il torinese della Pramac, dopo aver guidato FP3 e FP4, era pronto a mettere la firma sulla sua prima pole position in classe regina girando addirittura sotto il muro dell’1:31, ma per esser andato oltre i limiti del tracciato in uscita dalla curva 15 si dovrà accontentare della quinta posizione sullo schieramento.

LA CRONACA

Sin dalla prima sessione di qualifica la lotta è serratissima, con almeno cinque piloti in grado di giocarsi l’ingresso alla sessione decisiva. A inizio turno i due piloti più veloci sono Iker Lecuona su KTM Tech3 e Aleix Espargaró su Aprilia, mentre sono in sofferenza Dovizioso e Rins. Durante il secondo turno con gomma nuova, però le Ducati riescono a rifarsi, con Jack Miller che si mette a precedere Dovizioso in prima e seconda posizione. Se la gioca anche la Ducati Esponsorama di Zarco, ma alle curve del Carro il #5 scivolando buttando un giro molto valido. Pochi secondi più tardi, alla stessa curva, Aleix fa lo stesso errore perdendo la chance di passare la tagliola, mentre Lecuona arriva molto vicino allo scalzare Dovizioso ma perde molto negli ultimi due settori. Partirà 13° lo spagnolo, mentre è addirittura 18° Rins in un weekend da incubo, alle spalle anche di Álex Márquez.

Il secondo turno parte nel segno delle Yamaha di Viñales e Morbidelli e della Ducati Bagnaia, che alla fine del primo run lanciato è il più veloce in 1:31.3. Allo spagnolo della Yamaha Monster Energy serve un secondo run sulla moto numero due per scalzare il torinese di meno di un decimo, mentre nella stessa fase scivola Takaaki Nakagami alla Misano 1, proprio come gli era successo in FP4. Dovizioso fa un solo giro buono ma gli viene cancellato per aver superato i limiti della pista.

Mentre le due Ducati ufficiali annaspano, quelle Pramac prendono il volo con anche Miller che, a sorpresa, s’inserisce nella lotta per la pole position. Quartararo migliora e si mette momentaneamente primo, ma è in fase di miglioramento anche il resto del gruppo, tra cui anche Binder con la KTM. Chi sta dando un colpo massiccio al cronometro è Bagnaia che, seguito da Rossi e da Miller, arriva al T3 del suo ultimo giro con addirittura quattro decimi di vantaggio. Sembra fatta e il cronometro segna un 1:30.973 spaziale, ma il torinese è andato troppo largo in uscita dall’ultima curva e per questo il tempo viene cancellato. Ne approfitta Viñales che, migliorando ulteriormente, segna l’1:31.077 decisivo.

Miller, grazie anche al traino del compagno, partirà secondo affiancando la Yamaha ufficiale, rimanendogli dietro per soli 76 millesimi. Quartararo è terzo a un decimo e poco più dal suo futuro compagno, mentre Bagnaia rimane col suo 1:31.313 valido in quinta posizione, in mezzo al panino delle KTM Red Bull di Pol Espargaró e Brad Binder che rivedono finalmente la luce. Rossi è terza fila e settima casella, davanti al vincitore dell’ultimo GP Morbidelli e a Petrucci, che precede l’altra Ducati di Dovizioso che dovrà partire dalla quarta fila. Qualifica deludente anche per Joan Mir, solo 11°.

Qui troverete i risultati della Q1, della Q2 e la griglia di partenza per la MotoGP.

Fonte immagine: yamahamotogp.com

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

MotoGP | GP Emilia Romagna: Bagnaia perde il suo giro migliore, pole a Viñales 1
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

ALTRI DALL'AUTORE