MotoGP | GP Catalogna 2024, Gara Sprint: Bagnaia getta al vento la vittoria, Aleix Espargaró vince davanti al suo pubblico

MotoGP | GP Catalogna 2024, Gara Sprint: Bagnaia getta al vento la vittoria, Aleix Espargaró vince davanti al suo pubblico

MotoGP
Tempo di lettura: 5 minuti
di Alyoska Costantino @AlyxF1
25 Maggio 2024 - 16:05
Home  »  MotoGPMotomondialeTop

Terza vittoria consecutiva tra Sprint e GP per Espargaró a Barcellona. A podio Márquez ed Acosta, Martín quarto.


Quella che si è profilava come gara al risparmio, seppur Sprint, è invece diventata una manche carica di tensione e in cui l’errore si è rivelato sempre dietro l’angolo, anche per i piloti più esperti. Dopo aver visto tre leader della corsa cadere davanti a sé, Aleix Espargaró ha potuto festeggiare il ritorno al trionfo nella corsa breve del GP Catalogna 2024 classe MotoGP.

Ad un weekend già ricco di significati per il #41 se ne aggiunge così un altro, con l’Aprilia che si conferma come la moto da battere tra i curvoni del Montmelò. Sul podio della Sprint, insieme all’eroe di casa, hanno festeggiato anche Marc Márquez e Pedro Acosta, per una tripletta spagnola. Jorge Martín, quarto, completa il poker iberico.

Il secondo posto del “Cabroncito” gli vale anche la seconda posizione nella generale a scapito di Francesco Bagnaia: all’inizio dell’ultima tornata il torinese si trovava in testa, ma una scivolata alla curva 5 l’ha estromesso dalla classifica e gli ha tolto 12 punti oramai sicuri a pochi chilometri dalla fine. La maledizione del #1 con le Sprint sta diventando un caso: per il terzo sabato di fila, Bagnaia chiude a secco di punti la gara breve.

LA CRONACA

Sulla griglia di partenza, come da previsioni, tutti optano per una scelta più aggressiva del previsto sulle gomme, con una Medium all’anteriore ed una Soft al posteriore. Nessuna eccezione, stavolta, sulla griglia di partenza, mentre le temperature di aria ed asfalto stanno aumentando.

Al via Bagnaia scatta benissimo dalla seconda casella ed imbocca la chicane Elf in prima posizione, con Espargaró che invece parte male e si ritrova quinto all’ingresso di curva 1. Pecco comanda seguito da Acosta, Raúl Fernández e Brad Binder, mentre Martín, dalla terza fila, non parte benissimo e si ritrova alle spalle di Álex Rins.

Un po’ di tafferuglio alla curva Repsol ed il madrileno riesce a tornare in sesta posizione, davanti ad Enea Bastianini e a Marc Márquez, già risalito all’ottavo posto dopo lo start dalla quinta fila. Davanti, Acosta passa al comando con una gran staccata alla 1 su Bagnaia, ma il campione in carica risponde immediatamente con un controsorpasso alla Seat.

Espargaró e Martín, in coppia, riescono a riprendere il quartetto di testa, con Acosta che ripete l’attacco su Bagnaia alla 1; stavolta anche Raúl si butta nella mischia, prima passando l’italiano e poi attaccando il connazionale in maniera molto aggressiva alla 5, aprendo lo spiraglio anche a Brad Binder. A chiusura del gruppetto di testa c’è Márquez, che scavalca alla 7 Bastianini per la settima piazza.

Con pista libera davanti a sé, Fernández comincia a spingere non curandosi delle gomme, mentre Acosta e Binder sono indaffarati nella sfida per il secondo posto con Pedro che torna davanti al sudafricano. La favola del #25 dura però poco, ovvero fino alla scivolata alla Caixa un paio di giri dopo.

A prendere la testa è dunque Binder, il quale supera Acosta con una gran frenata alla 1 e lo lascia nelle grinfie di Bagnaia, tornato in palla dopo l’inizio in difesa. Il torinese trova lo spazio alla 10 ai danni del debuttante, il quale però non si tira indietro da un duello e risponde immediatamente all’ingresso della Elf.

Pecco, per non perdere tempo da Binder, ripassa Pedro stringendo di molto la traiettoria al curvone Renault e consolidando finalmente la seconda posizione, che diventa la prima pochi secondi dopo quando anche Binder, all’ingresso della 5, perde il davanti buttando via una gara fino a quel momento ottima. Nelle retrovie si ritirano per cadute anche Johann Zarco (a seguito di un contatto con Álex Márquez) e Miguel Oliveira.

Dietro ai primissimi, la “Formica Atomica” ha scavalcato alla 1 “Martinator” per la quinta posizione, divenuta poi la quarta con la scivolata di Binder. Il più in palla in questa fase è però Espargaró, che sfrutta la grande trazione dell’Aprilia in uscita dalla New Holland per passare Acosta alla 1.

I tempi di Bagnaia ed Espargaró sono praticamente identici e, con pochi giri alla fine, il tempo inizia a stringere per il fratello di Pol. Alle sue spalle, invece, Acosta si deve guardare anche dall’attacco finale di Márquez, nonostante un danno all’appendice aerodinamica rimediato alla partenza dal #93.

All’inizio dell’ultimo giro il pilota Gresini affonda l’attacco e supera l’alfiere Tech3, mettendosi virtualmente a podio. Le posizioni sembrano ormai congelate, ma il colpo di scena finale arriva nuovamente alla 5: Bagnaia compie lo stesso errore di Binder e perde l’anteriore, regalando su un piatto d’argento la vittoria ad Espargaró.

Aleix non spreca e taglia il traguardo per primo, davanti a Márquez, Acosta, Martín e Bastianini. Chiudono la zona punti Di Giannantonio, Jack Miller, Maverick Viñales e Marco Bezzecchi.

Nella classifica piloti MotoGP Martín rimane saldamente leader con 135 punti ed è ancora l’unico ad aver superato la soglia dei 100. Ora Márquez è secondo a -37, poi Bastianini a -41 e Bagnaia sceso a -44. Distacchi già più pesanti per Viñales (-52) ed Acosta (-55).

Questa la classifica della Gara Sprint e la generale piloti.

Fonte immagine: Facebook / Aprilia

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live