MotoGP | GP Catalogna 2022, la cronaca della gara di Barcellona

Segue la cronaca del GP Catalogna 2022, nona prova del campionato MotoGP. A vincere il Gran Premio, svolto sulla pista di Barcellona del Montmelò, è stato Fabio Quartararo su Yamaha M1 Monster Energy, davanti alle Ducati Prima Pramac Racing di Jorge Martín e Johann Zarco. La gara si è svolta sull’asciutto ed è durata ventiquattro giri.


Il pomo della discordia ad inizio gara è il tema gomme, con la scelta da fare tra le Medium e la Hard al posteriore. Tutta la prima fila opta per una coppia di Michelin medie, mentre Viñales, dalla terza fila, azzarda addirittura una Soft dietro; Zarco usa la Hard, così come le due Suzuki.

Alla partenza Aleix Espargaró sfrutta bene la pole position e va al comando per i primi metri, ma in inserimento in curva 1 Quartararo stacca forte e si prende la testa della gara. Dietro ai due c’è subito il primo colpo di scena: Bagnaia è terzo mentre subito dietro di lui Nakagami cerca di superare Pol Espargaró, ma perde di netto l’anteriore e porta con sé nella via di fuga il torinese ed anche Álex Rins, che era esterno. Bagnaia tenta di ripartire, ma alla fine è costretto a rientrare ai box incassando uno zero che affossa le sue chance iridate.

La gara prosegue con Quartararo che da subito prende vantaggio nei confronti di Aleix e di Jorge Martín al terzo posto, mentre Joan Mir si trova sesto dopo una gran partenza in cui ha rimontato di undici posizioni. All’inizio del secondo giro, però, il pilota Suzuki supera Luca Marini in fondo al rettilineo con le bandiere gialle esposte ed è costretto, nel giro successivo, a cedere nuovamente la posizione.

Anche Bastianini recupera qualche posizione e si mette settimo, proprio alle spalle di Mir e Marini, ma anche la gara del pilota Gresini finisce presto: alla Seat la “Bestia” perde l’anteriore e finisce a terra, collezionando il secondo zero consecutivo dopo il Mugello. In questa prima fase finiscono a terra anche Bezzecchi e Di Giannantonio, completando una vera ecatombe italiana.

Davanti, il ritmo di Quartararo è insostenibile per tutti ed il suo vantaggio cresce presto oltre il secondo, con Martín che intanto supera Aleix in fondo al rettilineo per la seconda posizione. Johann Zarco è quarto abbastanza in solitaria, mentre le due KTM di Binder ed Oliveira lottano per l’ottava posizione col sudafricano davanti al portoghese, che compie un errore tagliando la chicane Elf.

Al decimo giro Espargaró ripassa Martín sempre alla prima staccata e la loro lotta dà una mano a Zarco che sta recuperando dalla quarta piazza. I sorpassi rimangono difficili e le tre posizioni rimangono congelate per un po’, fino a quando, a nove tornate dalla fine, “Martinator” non riattacca il “Capitano” ritornando secondo.

A quattro giri dalla fine c’è l’attacco apparentemente decisivo alla 1 del pilota Aprilia sul Martín, con Espargaró che comincia a guadagnare metri importantissimi sul duo Ducati Pramac. Sembrerebbe fatta per il pilota di casa, ma l’errore madornale arriva ad un giro dalla fine: sul rettilineo del traguardo il #41 festeggia con una tornata ancora da fare e perde tre posizioni mentre lo sfilano quattro piloti. Solo dopo qualche secondo Aleix se ne accorge e torna ad accelerare risuperando Luca Marini, ma oramai il danno è fatto.

Di tutto ciò ringrazia Quartararo, che vince la sua decima gara in carriera ed ottiene il secondo trionfo stagionale davanti alle due Ducati Pramac. Joan Mir è quarto sulla Suzuki davanti ad un Aleix Espargaró disperato, poi Marini, Viñales, Binder, Oliveira ed Álex Márquez.

Nella classifica piloti Fabio Quartararo sale a 147 punti e gode di un vantaggio di 22 su Aleix, ancora secondo. Rimane terzo Enea Bastianini nonostante il secondo errore consecutivo, mentre Pecco Bagnaia ha perso la quarta piazza a favore di Zarco; i tre ducatisti hanno rispettivamente 53, 56 e 66 punti di ritardo.

Qui i risultati del GP Catalogna 2022 e la classifica piloti MotoGP.

Fonte immagine: yamahamotogp.com

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS